Pericolo Il piccolo Mantova all’esame Empoli Serena: «Guai a non credere più nella salvezza»

«Siamo tutti in discussione, anch’io», così il presidente del Mantova Fabrizio Lori dopo la batosta subita a Padova. Non è bastato il santone-taumaturgo-motivatore Otuday a fare il miracolo e allora i virgiliani oggi alle 15.30 al Martelli si affidano alle loro forze e alla compattezza del gruppo. Contro l’ambizioso Empoli, il Mantova, penultimo in B con 6 punti, cerca una vittoria che darebbe ossigeno a tutto l’ambiente. «Sono punti che valgono doppio, dobbiamo dare tutto con carattere e spirito di sacrificio», il commento del riconfermato (fino a quando?) allenatore Michele Serena. «È la partita del riscatto, bisogna ritrovare continuità e credere che la salvezza potrà essere raggiunta». Intanto piove sul bagnato perché Locatelli ha riportato una lesione al polpaccio e resterà a riposo per una decina di giorni, ko pure Esposito, Carrus e Malatesta. Buone notizie invece per Grauso e Notari, recuperati e pronti a giocare, a conferma che la vecchia guardia non tradisce mai. L’unico dubbio è il portiere: riconfermare il demotivato Handanovic (troppi i 13 gol subiti) o rilanciare Mirko Bellodi?
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.