Pirelli investe in Cina, 50 milioni per l’ambiente

Pirelli investe 50 milioni di euro in Cina, per consolidare la propria posizione nel settore ambiente del gigante asiatico. Settore nel quale l’Italia vanta già una presenza significativa, costruita nell’arco degli ultimi dieci anni. Il gruppo ha siglato un verbale di accordo con Hixih Group (partner della Bicocca dal 2005 negli pneumatici) per la costruzione di un impianto per la produzione di filtri antiparticolato, che verrà gestito tramite una joint venture a maggioranza italiana.
Con 1.200 dipendenti, la nuova fabbrica - si legge in un comunicato - produrrà 100mila pezzi all’anno: «Ma in prospettiva parliamo di milioni di pezzi», ha precisato il presidente di Pirelli, Marco Tronchetti Provera. Lo stabilimento sorgerà a Yanzhou, nella provincia settentrionale dello Shandong, dove Pirelli già possiede due stabilimenti per la produzione di pneumatici. L’investimento del gruppo italiano sarà spalmato sul triennio 2009-2011. L’accordo piace alla Borsa: il titolo è stato il migliore della seduta di ieri, all’interno del listino principale, con un rialzo del 3,17% a 0,37 euro. Aiutato anche dall’affermazione di Marco Tronchetti Provera, secondo cui le nuove tariffe introdotte negli Usa per l’ingresso di pneumatici fabbricati in Cina non avranno impatto sui conti del gruppo.
L’iniziativa della Pirelli è stata sostenuta dai ministeri dell’Ambiente italiano e cinese che ieri hanno firmato un protocollo d’intesa per la diffusione di tecnologie per l’abbattimento delle emissioni dei veicoli diesel. In questo quadro si inserisce anche il secondo protocollo siglato ieri dal ministero dell’Ambiente italiano, dalla municipalità di Pechino e dalla Pirelli, per sostenere l’installazione di filtri sui veicoli inquinanti. «La municipalità di Pechino - ha spiegato Tronchetti - ha un parco di 20mila veicoli. Inoltre, c’è un traffico di automezzi che devono mettersi in regola con le norme anti-inquinamento di circa centomila veicoli». Dai ministeri - ha proseguito il presidente della Pirelli - potrebbero arrivare incentivi ai privati che monteranno i filtri.

Commenti