Addio a Gianni De Michelis

Ex ministro degli Esteri e vice segretario del Partito Socialista con Bettino Craxi, è morto all'età di 78 anni

Addio a Gianni De Michelis

È morto all'età di 78 anni Gianni De Michelis. Ex vicepremier (1988-89) e ministro socialista degli Esteri (1989-92), del Lavoro (1983-87) e delle Partecipazioni Statali (1980-83). Malato da tempo, De Michelis negli ultimi anni ha vissuto a Venezia con suo figlio. Lo si apprende da fonti politiche a lui vicine. De Michelis è stato deputato per più legislature con il Psi ed europarlamentare con il Nuovo Psi, nonché Presidente onorario dell'Aspen Institute. Politico e accademico, è stato deputato socialista dal 1976 al 1993 nonché ministro dal 1980 al 1992. In quegli anni ha ricoperto diversi incarichi nei governi di Cossiga, Forlani, Spadolini, Fanfani, Craxi, De Mita e Andreotti.

La sua firma per l'Italia è sul trattato di Maastricht nel 1992. È stato poi segretario del Nuovo Psi dal 2001 al 2007. L'ultimo incarico elettivo è stato al Parlamento europeo, nella legislatura chiusa nel 2009. Nello stesso anno diventa consulente di Renato Brunetta, ministro per la Pubblica ammnistrazione nel governo Berlusconi.

"È morto Gianni De Michelis. È stato un grande ministro degli Esteri. L'Europa gli deve molto, la sua visione del ruolo dell'Italia nel mediterraneo e nei Balcani è tutt'oggi valida. Lasciate stare i capelli lunghi. Era un politico colto, coi fiocchi", ha dichiarato l'ex segretario del Psi Riccardo Nencini.

"Gianni De Michelis é stato per tanti di noi un maestro politico, un uomo di Stato, un Socialista Democratico di valore. Con animo pieno di dolore ho appreso la sua scomparsa", ha commentato Bobo Craxi.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti