Pirozzi apre a Zingaretti: "Valuteremo punto su punto"

Sergio Pirozzi ha aperto a possibili convergenze sui temi con il governatore della Regione Lazio. A marzo, intanto, si discuterà del bilancio

Pirozzi apre a Zingaretti: "Valuteremo punto su punto"

Sergio Pirozzi ha aperto a eventuali "convergenze" sul programma di governo della Regione Lazio. La partita, per il riconfermato governatore Nicola Zingaretti, sembra essere più complicata del previsto. I numeri, infatti, non gli sorridono affatto. L'opposizione, grazie anche alla rimonta finale guidata per il centrodestra da Stefano Parisi, ha ottenuto ventisei seggi rispetto ai venticinque consiglieri eletti dal centrosinistra. La maggioranza consiliare non c'è. Ecco, allora, che potrebbe arrivare il "soccorso" del sindaco di Amatrice. Almeno in qualche circostanza.

"Penso che quelli relativi ai numeri della maggioranza in consiglio regionale siano problemi dell'attuale presidente", ha detto "Lo scarpone" al Corriere di Rieti, secondo quanto riportato su Repubblica.it. E ancora:"Chiaramente tra noi non potrà mai esserci una convergenza a 360 gradi, ma valuteremo punto su punto, andremo a vedere quale sarà il suo programma". Niente alleanza organica, quindi, ma una valutazione caso per caso di quanto presentato in consiglio regionale da Zingaretti, che nel frattempo ha annunciato la discesa in campo per le primarie del Partito Democratico.

Le dichiarazioni di Pirozzi, poi, specificano le circostanze per cui potrebbero nascere intese: "Ma davvero pensate che abbia fatto tutto questo, subendo quello che sto subendo, per fare l'assessore regionale? - ha sottolineato il sindaco di Amatrice - io credo che la gente mi conosca, e questo si è visto anche dai risultati straordinari che abbiamo ottenuto senza un partito e senza nessuno dietro. Sono sempre rimasto coerente. Se avessi avuto questo tipo di obiettivi personali oggi sarei sicuramente altrove, in Parlamento magari, e in più non mi sarei fatto nemici, vivendo molto più tranquillamente, ma non avrei avuto rispetto per la mia gente e la mia storia". E ancora:"Con Zingaretti andremo a vedere se, ad esempio, ci sarà attenzione per le problematiche legate al terremoto per la defiscalizzazione di 15 aree nel Lazio, per il sostegno agli over 50, per una sanità diversa con i direttori generali, non più nominati dal presidente ma da organismi esterni". Un voto favorevole, insomma, potrebbe arrvivare in relazione alle tematiche presenti nel programma elettorale di Pirozzi. "Se ci sarà convergenza - ha chiosato "Lo scarpone" - lo sarà punto su punto, sui temi".

Entro il 31 marzo, intanto, il consiglio regionale dovrà approvare il documento di previsione per il biennio 2018-2020. Il primo banco di prova per la tenuta del governatore è alle porte. Nicola Zingaretti, che ha aperto al dialogo istituzionale con tutte le forze che siedono alla Pisana, ha annunciato che incontrerà Virginia Raggi nel corso della prossima settimana. Un confronto aperto sembra l'unico modo per scongiurare un ritorno al voto.