Alfano avvisa il Pd: "Voto su unioni civili con M5s sarebbe traumatico"

Sedici senatori del Partito Democratico escono allo scoperto e affermano senza mezzi termini che "ogni ulteriore arretramento, tanto sugli aspetti che regolano i rapporti nell'unione, quanto su quelli relativi alla stepchild adoption, segnerebbe per noi un'inaccettabile regresso rispetto al percorso sin qui compiuto"

Alfano avvisa il Pd: "Voto su unioni civili con M5s sarebbe traumatico"

Sedici senatori del Partito Democratico escono allo scoperto e affermano senza mezzi termini che "ogni ulteriore arretramento, tanto sugli aspetti che regolano i rapporti nell'unione, quanto su quelli relativi alla stepchild adoption, segnerebbe per noi un'inaccettabile regresso rispetto al percorso sin qui compiuto". A stretto giro l'M5S con Alberto Airola fa sapere che "il Movimento 5 Stelle voterà compatto per il ddl Cirinnà, se non ci saranno modifiche che stravolgano il testo".

Di fatto, sulle unioni civili, si va avanti con l'anomala maggioranza Pd-M5S-Sel-Ala. E il premier non potrebbe fare altrimenti, visto che un accordo con Area Popolare sarebbe pericolosissimoin quanto farebbe venir meno il sostegno dei grillini e lascerebbe molte trappole in Aula con le votazioni segrete.

Ma veramente i grillini danno il loro sostegno gratis al Pd? La contropartita, come riporta affaritaliani.it, è la legge elettorale, ovvero la chiusura ad ogni modifica dell'Italicum. I verdiani hanno chiesto l'introduzione del premio di maggioranza alla coalizione e non più solo alla lista, ma il premier ha promesso ai 5 Stelle di tenere il punto e di lasciare l'Italicum così com'è. E' del tutto evidente che il premio alla lista fa comodo al M5S, che non si allea con nessuno, e mette in difficoltà soprattutto il Centrodestra.

In questo modo il premier inaugura una sorta di strategia a maggioranze variabili. Ma sulla alleanza Pd-M5s, torna a parlare il ministro dell'Interno, Angelino Alfano: "Non è mio costume, metodo, stile nè è tatticamente giusto fare minacce, ma sicuramente ci sarebbero dei traumi", afferma in un'intervista al Mattino. "È traumatico votare un provvedimento così divisivo con il sostegno dei Cinque stelle. Lavoreremo per far capire al Parlamento che, seguendo la propria coscienza, è bene anche per le istituzioni non dividere così tanto il Paese".

Commenti