Allarme No Pass e G20: a Roma una zona rossa con elicotteri e cecchini

Timori per i cortei di sabato. Nella capitale maxi area chiusa, artificieri e tiratori scelti

Allarme No Pass e G20: a Roma una zona rossa con elicotteri e cecchini

Il prossimo sarà un fine settimana di fuoco, con il G20 a Roma e diverse manifestazioni «no green pass» in tutta Italia, in particolare nella Capitale e a Milano, dove le questure stanno già predisponendo appositi servizi di ordine e sicurezza pubblica.

Per Roma l'organizzazione è affidata ad alcuni tavoli tecnici che si svolgeranno durante la settimana. Ieri se ne è tenuto uno in questura, nel cui corso si sono stabilite le regole di ingaggio per l'arrivo dei presidenti, capi di Stato e di governo e presidenti di Commissione europea e Consiglio europeo per l'Ue. Per l'occasione sarà creata una zona rossa, un'area di massima sicurezza che si estenderà per oltre 10 chilometri quadrati nel quartiere Eur per le giornate del 30 e 31 ottobre. Lì sarà interdetta la viabilità e ai varchi d'accesso, presidiati dalle forze dell'ordine, sarà consentito l'ingresso solo ad autorità, addetti ai lavori e tiratori scelti che dovranno garantirne la sicurezza. Per l'occasione in campo anche artificieri e cinofili con i cani anti esplosivo che nelle giornate di giovedì e venerdì effettueranno la bonifica dell'area controllando tombini, vicoli e che faranno ispezioni nel sottosuolo. Per tutta la durata del G20 un elicottero della Polizia o dei Carabinieri sorvolerà la zona dell'evento e quelle in cui si recheranno le personalità invitate. Particolare attenzione è dedicata all'arrivo a Pratica di Mare del presidente Usa Joe Biden per cui questura di Roma ha predisposto con apposita ordinanza un servizio di scorta con l'impiego di Polizia stradale, Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia locale. Prevista anche la presenza di equipaggi Api e Uopi addestrati al pronto intervento, Nocs per le scorte e i militari dell'operazione Strade sicure dell'Esercito italiano. Della difesa dello spazio aereo si occuperà l'Aeronautica militare, con assetti anti drone ed Eurofighter pronti allo scramble in caso di necessità.

A preoccupare è la concomitanza del G20 con gli eventi di protesta. In particolare nel pomeriggio del 30 ottobre in piazza San Giovanni avrà luogo una manifestazione «contro il governo Draghi e il governo dei banchieri» per cui la questura ha previsto misure rafforzate e di ordine e sicurezza pubblica. Attenzionate le chat Telegram e i social su cui ha luogo il passaparola tra coloro che organizzano gli eventi in programma. Per il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese «ci attende un periodo ancora molto impegnativo». Il comandante del Ros Pasquale Angelosanto ha dichiarato ai media che la situazione «va monitorata attentamente» soprattutto per quel che riguarda i gruppi estremisti di destra e le frange anarco-insurrezionaliste. L'impiego previsto è di circa duemila uomini delle forze dell'ordine più 500militari.

Preoccupazione anche per le manifestazioni in programma a Milano. Ieri il sindaco Beppe Sala ha chiarito: Queste persone sono contro il Green pass in particolare, ma il punto è che non rispettano la regola di ingaggio basilare delle manifestazioni cioè quella di concordare il percorso. A questo punto diventano incontrollabili, la Polizia può fare solo una cosa, caricarli, una cosa che io capisco che il prefetto non intende fare. Ha quindi aggiunto: «È veramente frustrante perché io passo il sabato pomeriggio o a casa o a Palazzo Marino a osservare quello che succede, ma ti senti veramente frustrato. Ne parlavo stamattina col prefetto, è difficile trovare una soluzione. C'è solo una via, isolarli, ma sono talmente tanti che si diramano in varie parti».

Commenti