Allarme Oms: "In Europa 4.200 morti al giorno". Nuovo record di casi in Francia e Olanda

Parigi: oltre 30mila i contagi. Gli Usa: meglio evitare viaggi in Germania

Allarme Oms: "In Europa 4.200 morti al giorno". Nuovo record di casi in Francia e Olanda

Gli Stati Uniti invitano a evitare i viaggi in Germania e Danimarca. L'Austria anticipa la terza dose a quattro mesi. Francia e Paesi Bassi sforano un altro record di casi, con l'Olanda che sale a +39% in una settimana ed è costretta a trasferire i malati in Germania e a reintrodurre da oggi l'obbligo di distanziamento sociale di un metro e mezzo. In Svizzera Tanja Stadler, presidente della task force Covid-19, avverte che a metà dicembre la situazione sarà come quella dell'Austria. E in Gran Bretagna impennata di decessi: 165 rispetto ai 45 del giorno precedente, oltre 42mila i casi (+14% in una settimana).

L'Europa soffre la quarta ondata come nessun altro continente e l'Oms avverte: entro marzo si rischiano oltre 2,2 milioni di morti. I decessi sono arrivati a quota 4200 giornalieri, raddoppiati rispetto ai 2100 di fine settembre. Le vittime sono già oltre 1 milione e mezzo.

Ieri è stato il secondo giorno di lockdown in Austria e per scongiurare lo stesso scenario la Germania corre ai ripari, senza escludere il fermo totale. I numeri sono disastrosi: 399.8 casi ogni 100mila abitanti contro i contro i 312.4 del giorno precedente. In ventiquattrore sono stati registrati 45.326 casi e 309 morti. «La situazione è drammatica - spiega il ministro della Salute Jens Spahn - Se qualcuno ha un ictus, un infarto o un'emergenza, è molto difficile ricevere cure adeguate in alcune regioni. Siamo in una posizione in cui consiglio a tutti noi di non escludere nulla, per quanto sia difficile. Ma semmai saranno provvedimenti regionali». Non è un caso che gli Usa abbiano invitato i propri cittadini a evitare viaggi in Germania e Danimarca, alzando a 4, il più alto, il livello di allerta per i due Paesi, dopo averlo già fatto con Austria, Belgio, Paesi Bassi, Croazia e Ungheria.

Come l'Austria, anche la Slovacchia adesso pensa al lockdown per due-tre settimane. «Bisogna agire subito - ha detto il premier Eduard Heger - È impopolare ma inevitabile» in un Paese in cui è vaccinato solo il 45,3% della popolazione contro il 65,5% della media Ue.

Anche in Francia è record di casi giornalieri: oltre 30mila rispetto ai 19mila di martedì scorso. Sono i numeri più alti dall'estate. I morti sono 84. Seimila le scuole chiuse a causa del Covid. Erano poco più di 4.000 venerdì scorso e 12mila durante il picco l'anno scorso. Perciò è polemica sul primo ministro Jean Castex, pizzicato a violare le norme anti-Covid. Risultato positivo lunedì, il capo del governo si vede senza mascherina in una serie di video, in cui stringe la mano ad alcuni funzionari durante un evento al chiuso a Parigi il 16 novembre. Ma il peggio per il governo francese, al momento, accade in Martinica, territorio d'oltremare. Strade sbarrate e spari contro la polizia dopo lo sciopero di protesta contro le restrizioni imposte da Parigi.

Il boss di Ryanair, Michael O'Leary, lancia l'allarme sulle compagnie aeree: si va verso il crollo di prenotazioni nel timore di nuove restrizioni.

Commenti