Zoro attacca il governo Lega-M5S: "È di estrema destra"

Il conduttore televisivo Diego Bianchi, contro l’esecutivo Conte, esalta Mattarella: "Meno male che c’è lui"

Zoro attacca il governo Lega-M5S: "È di estrema destra"

Diego Bianchi, in arte Zoro, è il volto di Propaganda Live su La7, dopo anni trascorsi in Rai, sulla terza rete, con Gazebo. Ironico e satirico come le sue trasmissioni, è stato intervistato da La Repubblica al termine della prima stagione del talk show, molto apprezzato anche da Sergio Mattarella, che gli ha infatti scritto una simpatica lettera per fargli i complimenti.

Beh, in occasione della chiacchierata con il quotidiano di Scalfari, Zoro non si è tirato indietro dal menare fendenti contro l’alleanza Lega-Movimento 5 Stelle: "Il governo è fieramente di destra. Anzi, è di estrema destra e ci è voluto molto poco a capirlo. La propaganda si è fatta azione di governo con un doppio paradosso: il partito uscito più debole dalle urne detta la linea, con un premier che si fa fatica a trovare nei titoli dei giornali".

Zoro contro l'alleanza Lega-5Stelle

Insomma, anche il conduttore tv, come la Boldrini e molti altri, condanna il pugno duro di Salvini in materia di immigrazione e sbarchi sulle coste italiane:"È spregiudicato e utilizza continuamente degli slogan per fare colpo sui social. Le parole pacchia e crociera riferite alla nave Aquarius fanno accapponare la pelle". Ma intanto il Carroccio vola nei sondaggi.

Ma nel mirino di Bianchi c’è anche – se non soprattutto – il movimento fondato (e poi "abbandonato") da Beppe Grillo e guidato da Luigi Di Maio: "Quando vai al governo con Matteo Salvini, ormai hai perso la verginità. La destra esiste ancora in tutto il mondo e in Italia è presente più che mai".

Infine, una stoccata anche al sindaco di Roma: "Non sono d’accordo con chi dice che la Raggi deve per forza dimettersi, ma non accorgersi di quello che le succede intorno non è una cosa che l’allontana dalle sue responsabilità. Governare Roma è difficile, ma a Virginia fare il sindaco non gliel’ha mica ordinato il medico".