Ancora un assalto a un portavalori Terrore in centro feriti tre passanti

Scene da far west metropolitano a Pagani. Scene già viste, purtroppo, nel popoloso centro del Salernitano. Un commando di tre banditi ha assaltato ieri mattina un furgone portavalori (il giorno prima un'altro attacco era avvenuto vicino a Milano), che stava raggiungendo la Banca del Monte dei Paschi di Siena in Corso Ettore Padovano. Ne è nata una sparatoria tra i vigilantes di scorta al blindato e i rapinatori. Grave il bilancio: tre passanti feriti, tra cui un uomo, le cui condizioni sono gravi (ma non è in pericolo di vita). Anche uno dei banditi, probabilmente è stato ferito da uno dei proiettili esplosi dalle guardie giurate. In quella stessa strada il 6 giugno del 2008 fu massacrato il tenente dei carabinieri, Marco Pittoni, intervenuto per sventare una rapina alle Poste.

L'attacco al furgone è scattato ieri mattina mentre due guardie uscivano dal blindato con due sacchi colmi di denaro da consegnare. Ad attenderle c'era già un malvivente armato di mitra, mentre un secondo complice faceva da palo e un terzo, presumibilmente, li attendeva in auto, pronto per la fuga. Uno dei banditi ha aperto subito il fuoco: sette colpi tra la folla, al quale hanno replicato i vigilantes (altri nove proiettili). In Corso Padovano è stato il panico. Una donna che stava uscendo da un vicino supermercato e una cassiera sono state ferite in modo non grave. Un uomo di 38 anni è stato colpito da un proiettile alla mascella. Si tratta del figlio di un gioielliere che si trovava davanti al suo negozio. In base alla testimonianza delle guardie, anche uno dei banditi, fuggiti a mani vuote, sarebbe rimasto ferito nel corso della sparatoria.

I carabinieri di Nocera Inferiore e del Reparto operativo di Salerno sono al lavoro per cercare di individuare gli autori del mancato colpo da 80 mila euro. L'uomo ferito è stato operato d'urgenza ma il proiettile non ha leso la parte cranica ed è fuori pericolo.

Commenti