Ancora odio da sinistra, dito medio e soliti insulti: "Salvini sei una m…"

Un detrattore del leader leghista ne interrompe il comizio elettorale per insultarlo pesantemente. Ecco il video

"Merdone, merdone, sei un merdone". Quindi lo indica con l'indice e poi gli agita contro il dito medio. Ecco qua l'ennesimo detrattore di Matteo Salvini palesarsi a un comizio elettorale della Lega per insultare. E per insultare pesantemente il segretario del Carroccio.

Succede a Porretta, in provincia di Bologna, dove il capo politico del primo partito italiano stava tenendo un intervento in piazza a sostegno della corsa di Lucia Borgonzoni, che domenica 26 gennaio se la vedrà contro il governatore dem dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Una tornata elettorale decisiva per il futuro della regione, del Paese e di quello (sempre più incerto) del centrosinistra italiano, che rischia uno storico psicodramma, qualora perdesse il proprio fortino che amministra, ininterrottamente, da cinquant'anni.

"Sei un merdone, tu generi odio e noi il tuo odio qui non lo vogliamo: sei una merda!", prosegue l'uomo prima di allontanarsi. Dunque Salvini riprende la parola: "Sapete perché abbiamo già vinto? Perché noi parliamo di montagna, di vita in montagna e questi sanno solo insultare. Ecco la differenza tra noi e loro…".

Il video della "performance" è stato condiviso sui canali social dello stesso segretario leghista: "Sei un merdone, sei una merda" con tanto di dito medio. Messaggi pacifici e costruttivi poco fa a Porretta (Bo), ma quelli che odiano saremmo noi... Capite perché abbiamo già vinto? #domenicavotoLega".

Nella giornata di ieri, un episodio simile. Già, perché l'ennesima gragnuola di insulti all'indirizzo di Salvini è arrivata in quel di Ozzano nell'Emilia. Qui sono arrivate bestemmie, gestacci, fischi, l'intonazione di Bella ciao e parolacce su parolacce come "idiota", "pezzo di merda" e quant'altro. Del tipo: "Via, vattene a casa. Ci hai riportato al Medioevo", "Ma che c…fai, idiota. Sei una m…", "Ozzano non si lega, Ozzano non si lega…".

"Ecco una rassegna degli insulti ricevuti stamattina dai sostenitori di Stefano Bonaccini, quelli "buoni", quelli delle "parole di pace". Un video che vale mille analisi. Al loro odio rispondiamo col sorriso, perché domenica in Emilia-Romagna dopo cinquant'anni si cambia!", il commento del diretto interessato, diventanto ormai bersaglio (quotidiano) dei militanti di sinistra.

Commenti

killkoms

Mer, 22/01/2020 - 12:13

I supporter delle sinistre!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 22/01/2020 - 12:30

Argomentazioni degne di una parte di società ormai fuori dal tempo, che si sta rendendo conto che ormai non hanno altro che l'insulto verso l'avversario. Fanno una gran pena.

jaguar

Mer, 22/01/2020 - 12:37

Non c'è da sorprendersi, oggi i veri fascisti sono quelli rossi.

Ritratto di DVX70

DVX70

Mer, 22/01/2020 - 12:44

Non so se avete letto gli insulti razzisti rivolti a Toni Iwobi... ovviamente per i sinistri questa volta il razzismo è lecito in quanto deputato della Lega.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 22/01/2020 - 12:49

Salvini perché non fai come l'altro matteo???quello a furia di denunce e querele sta finendo di pagare il mutuo quasi milionario!XD ps chiedi a travaglio & co.XD

ginobernard

Mer, 22/01/2020 - 12:59

e la famigerata commissione ... non dice niente ?

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 22/01/2020 - 13:03

Meglio un giorno da Salvini che 100 da sardina.

aldoroma

Mer, 22/01/2020 - 13:07

Ecco i Fascisti

Renadan

Mer, 22/01/2020 - 13:18

Come sempre i comunisti si ritengono democratici....mentre invece sono solo portatori di odio e strumentalizzati. Poveretti che pena

Giorgio Colomba

Mer, 22/01/2020 - 13:32

E poi dicono che i frequenti lavaggi del cervello in sezione non danneggiano i neuroni.

Korgek

Mer, 22/01/2020 - 13:42

Certo che questi personaggi sono degli OSSIMORI. Combattere l'odio odiando.

venco

Mer, 22/01/2020 - 14:01

Normale, tutti i maligni e pure satana è contro Salvini.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 22/01/2020 - 14:11

@Lanzi Maurizio....ben detto,complimenti.

Ritratto di Daniele Milan

Daniele Milan

Mer, 22/01/2020 - 14:12

Ma le due statuine vestite di blu (caraninieri) che sono a tre metri, cosa fanno? I pastori, i re magi, le comparse? A questo punto che vadano a fare servizio da altra parte, forse, ma ho dei dubbi, potrebbero essere più utili.

Iacobellig

Mer, 22/01/2020 - 15:13

Gentaglia di sinistra al pari di di maio.

Libertà75

Mer, 22/01/2020 - 15:32

Persone di intelletto superiore?

Anticomunista75

Mer, 22/01/2020 - 15:42

Salvini, basta con questa boiata del "ricambio coi sorrisi". Hai rotto. Svegliati e denunciali. Punto. Gli antidemocratici e i violenti non si eliminano coi sorrisi.

ST6

Mer, 22/01/2020 - 16:53

venco: "Normale, tutti i maligni e pure satana è contro Salvini." Pure Santana.

veromario

Mer, 22/01/2020 - 17:03

Belle personcine

hectorre

Mer, 22/01/2020 - 17:09

queste sono le argomentazioni dei sinistri e delle sardine...provo solo compassione per simili individui

leopard73

Mer, 22/01/2020 - 17:20

Quando non hanno argomenti di risposta passano agli insulti systema komunista!!

ST6

Mer, 22/01/2020 - 17:21

Il dito medio e l’educazione salviniana Tra i vari episodi, immortalati e agli atti della cronaca, ci sono quelle alzate di dito contro i manifestanti a Milano nel 2015, quando a bordo della sua automobile mostrava quel ‘gesto affettuoso’ ai chi lo stava contestando, facendo ergere il suo braccio dal finestrino posteriore. Una scena simile nell’aprile dello stesso anno a Livorno, quando ripetette quel gesto durante un comizio di piazza.

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 22/01/2020 - 17:34

Toc, toc Lorenzova, non ci sei?

Libertà75

Mer, 22/01/2020 - 18:38

@st6, eh si, non c'è dubbio che tu abbia ragione, è giusto ricordare che Salvini ha imparato a fare politica alla sinistra maniera. Fargliene una colpa? non so, forse sì. Però non possiamo neanche negare che è sempre stato questo il modo con cui la sinistra ha espresso le sue idee. LA verità è unica, riconosciamola e andiamo avanti.