Arriva card da 400 euro per le famiglie povere. Pronta stretta su voucher

Poletti annuncia una nuova social card per 400mila famiglie povere. Ma il governo è alle prese con l'accordo sui voucher

"Un passo verso l'Europa: l'Italia avrà per la prima volta uno strumento universale su tutto il territorio nazionale per combattere la povertà".

Lo ha assicurato Giuliano Poletti che in un'intervista a Repubblica ha annunciato il via libera definitivo previsto per domani mattina a una nuova "social card" che garantirà un reddito mensile di 400 euro - che arriverà "a circa 480 euro estendendo i requisiti di accesso" - al mese per 400mila famiglie. "Si passerà "dal welfare dei sussidi a quello delle opportunità", ha detto il ministro del Lavoro.

Una misura, quella della tessera per i poveri, che costerà "complessivamente circa due miliardi di euro, considerando anche le risorse europee". "Con queste risorse siamo in grado di raggiungere un po' meno del 50%", dice Poletti, "Ricordo, poi, che è la prima volta che viene messo a bilancio un fondo destinato alla lotta contro la povertà, non era mai successo. Dunque è più di quanto storicamente sia mai stato investito su questa materia. Ma soprattutto si guarda all'intero territorio, partendo dall'esperienza realizzata con il Sia (sostegno per l'inclusione attiva) che, introdotto dal governo Letta come sperimentazione in alcune grandi città, noi abbiamo esteso a tutta Italia".

Cosa cambia rispetto al reddito di cittadinanza proposto dai Cinque Stelle? Per Poletti quello varato dal governo "non è un intervento generalizzato e indifferenziato", ma si basa sulle "risorse disponibili" e coinvolgerà "circa 400 mila nuclei familiari con minori a carico, pari a un milione e 770 mila individui". "Stiamo ragionando su queste basi anche se spetterà al decreto attuativo definire la soglia di povertà che darà diritto al sostegno", aggiunge il ministro, secondo cui il provvedimento riguarderà gli italiani, ma anche gli stranieri "cosiddetti lungo soggiornanti, cioè coloro che stanno regolarmente nel nostro territorio da almeno cinque anni".

I soldi arriveranno inolte solo ad alcune condizioni: "La persona dovrà sottoscrivere un patto con la comunità locale di riferimento", assicura Poletti, "Un progetto condiviso per offrire a chi è in difficoltà un'opportunità di miglioramento. Per esempio, la persona dovrà impegnarsi a garantire un comportamento responsabile, ad accompagnare i figli a scuola, a sottoporli alle vaccinazioni, a seguire corsi di formazione e ad accettare eventuali proposte di lavoro".

Poletti ha annunciato inoltre anche altri provvedimenti nell'ambito del lavoro che si aggiungono alla proposta di ridurre il carico contributivo nella busta paga dei giovani neoassunti. Si parte dall'assunzione "a tempo determinato di circa 600 persone nei Centri per l'impiego" per svolgere il "ruolo di tutor nei percorsi di inclusione, specialmente per l'accompagnamento al lavoro". "Il tema centrale ora è l'inclusione dei giovani e anche l'introduzione del pensionamento anticipato va visto come opportunità per inserire nel mercato del lavoro forze nuove", spiega.

Ma il ministro deve fare i conti anche coi famigerati e tanto contestati voucher, oggetto di un referendum voluto dalla Cgil e che rischia di rimettere di nuovo in discussione il governo. Per disinnescarlo, l'esecutivo è pronto a scendere a patti con i sindacati e a stilare un nuovo testo che ne limiti l'utilizzo ai privati e ai lavori occasionali. Le ipotesi sul tavolo, spiega ancora Repubblica, sono due. La prima prevede l'uso dei voucher per le famiglie che hanno bisogno di pagare badanti, baby sitter e colf per un massimo di 5mila euro l'anno. La seconda - che piace meno alla Cgil - apre invece la possibilità di utilizzo dei buoni anche per le microimprese, quelle con al massimo un solo dipendente (cioè il 60% di tutte le imprese italiane).

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mer, 08/03/2017 - 10:16

Ora la chiamerete mancetta elettorale.

Ritratto di karmine56

karmine56

Mer, 08/03/2017 - 10:18

Naturalmente i soldi non andranno agli italiani.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 08/03/2017 - 10:21

Mi sta bene il sussidio ai poveri. Però con la speranza che i 400 arrivino tutti e solo a chi è veramente povero, non ai tanti finti poveri.

glasnost

Mer, 08/03/2017 - 10:31

Purtroppo non c'é niente da fare, questi PDioti non riescono proprio a capire quello che dovrebbero fare per salvare il paese! Anche se un loro ministro (mi sembra Calenda) glielo ha pur detto di smetterla con le MANCE elettorali. Dobbiamo constatare che sono proprio inadatti (unfit)a gestire l'economia di una nazione.

blackindustry

Mer, 08/03/2017 - 10:45

Andra' al 99% agli immigrati. Complimenti, un altro successone del governo comunista... altri 2 miliardi sprecati, di soldi di tasse italiane che vanno in mani di immigrati.

tonipier

Mer, 08/03/2017 - 11:23

" TRUFFA SU TRUFFA" Bisogna adeguarsi sulle pensioni minime da elemosine.....altrimenti stiamo giocando a nascondiglio.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 08/03/2017 - 11:31

Tutte queste "mance" sono aria fritta. Dai soldi ai giovani, ai soldi per nuovi nati, alla card per le famiglie povere. Perché non si interviene sulle aliquote Irpef ? La "no tax area" potrebbe essere applicata ai lavoratori dipendenti e pensionati con redditi fino ai 20.000 euro anno.

tonipier

Mer, 08/03/2017 - 11:35

" UN VERO TESSERAMENTO OCCULTATO?"

svevo

Mer, 08/03/2017 - 11:37

Destra e Sinistra uniti nel concedere elemosine e nel rifiutare i diritti.

Griscenko

Mer, 08/03/2017 - 11:43

E' il solito provvedimento cattocomunista che toglie soldi ai lavoratori e li distribuisce a parassiti e buoni a niente. Vedrete che i maggiori beneficiari saranno i non italiani che ne riceveranno, in proporzione al loro numero, almeno il quadruplo.

Una-mattina-mi-...

Mer, 08/03/2017 - 12:08

E i poveri senza figli? Muoiono?

Duka

Mer, 08/03/2017 - 12:20

Occhio perchè tra qualche mese li dovrete restituire con gli interessi.

Trinky

Mer, 08/03/2017 - 12:22

Chissà se fra quei pochissimi italiani a cui verrà data questa card ci sarà suo figlio.......

Alessio2012

Mer, 08/03/2017 - 12:24

Tanto andrà quasi esclusivamente ai clandestini. Altrimenti con cavolo che la facevano... Agli italiani i soldi glieli devono portare via... mica glieli devono dare.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 08/03/2017 - 13:09

Ovviamente si papperanno tutto gli stranieri.

Ritratto di mircea69

mircea69

Mer, 08/03/2017 - 13:34

Corsi di formazione per disoccupati: totalmente inutili ai fini dell'inserimento nel mondo del lavoro, ma un ricco business per chi li organizza. Le sinistre sono molto attente ai meno fortunati... per trovare il modo di arricchirsi alle loro spalle.

tonixx

Mer, 08/03/2017 - 14:40

"Dire che uno stato non può perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro è come dire che un ingegnere non può costruire strade per mancanza di chilometri." Ezra Pound.

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 08/03/2017 - 14:42

Posso ridere o la censura me lo impedisce?...altri soldi buttati da incapaci...

schiacciarayban

Mer, 08/03/2017 - 14:52

Questo provvedimento fa il pari con la mancia di 80 euro, e abbiamo visto che successone è stato! Gli è stato detto in tutte le salse che questa è la strada sbagiata per far ripartire l'economia, e poi come verrà distribuito? A chi? Mi sembra una bella bufala in vista delle pur lontane elezioni!

Ritratto di ateius

ateius

Mer, 08/03/2017 - 14:54

con quei soldi elemosinati.. non sarebbe più utile creare le condizioni per creare Lavoro..? mi viene in mente aprire alle liberalizzazioni...certo se le caste si oppongono, poi bisogna elemosinare soldi a chi non riesce a sopravvivere perché non ha un lavoro.

cgf

Mer, 08/03/2017 - 15:06

come le 'altre card' alla fine ad avercele sono solo gl'immigrati

TitoPullo

Mer, 08/03/2017 - 15:33

Ahhhhh....tranquilli!! Se lo assicura Pulet possiamo considerare risolto il problema della povertà (crescente!) degli italiani !! Mo vai a casa Pulet !!

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mer, 08/03/2017 - 15:47

Ieri no all'abbassamento delle tasse per i giovani , oggi no a 400 euro al mese per 400 mila nuclei familiari. Voi siete veramente peggio di mago Merlino.

ilgrecista

Mer, 08/03/2017 - 16:03

Copertura finanziaria: e' la parola magica che compare o scompare a seconda della volonta' politica di dare o non dare. E' stata urlata quando si e' trattato di negare la perequazione delle pensioni, ora per questo provvedimento da che parte sta? Oppure si stanziano i soldi e basta? Vedasi 80 euro.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 08/03/2017 - 16:16

Le famiglie di Italiani quasi non fanno più figli, mentre gli immigrati ne sfornano a volontà. Domanda: a chi andranno questi soldi?????? Siamo alle solite, questi pidioti sono solo degli anti italiani.

Blueray

Mer, 08/03/2017 - 16:20

Italiani traditi! Con il D.Lgs. n. 3 dell’8 gennaio 2007 è stata data attuazione alla direttiva 2003/109/CE relativa allo status di cittadini di Paesi terzi soggiornanti di lungo periodo. Viene data la possibilità, sempre che sia dimostrata l'effettiva residenza dello straniero sul territorio nazionale, di usufruire delle prestazioni di assistenza sociale, di previdenza sociale, di quelle relative ad erogazioni in materia sanitaria, scolastica e sociale, di quelle relative all'accesso a beni e servizi a disposizione del pubblico, compreso l'accesso alla procedura per l'ottenimento di alloggi di edilizia residenziale pubblica. Forse non c'era altro da dare aggratis...

katon

Mer, 08/03/2017 - 16:41

LA MANCETTA PREELETTORALE FINIRA' NELLE TASCHE DI MIGLIAIA DI FALSI POVERI ( EVASORI CHE LAVORANO IN NERO) ESATTAMENTE COME LE MIGLIAIA DI FALSI INVALIDI. ALLA FACCIA E CON I SOLDI DI CHI LAVORA E PAGA TUTTE LE ESORBITANTI ED INDECENTI TASSE.

gedeone@libero.it

Mer, 08/03/2017 - 16:48

Ahahahahah... altro capolavoro dei kompagni. Continuate incapaci perché vi è rimasto circa un anno per rovinare gli Italiani; dopo mi auguro sarete messi nella condizione di non nuocere.

Holmert

Mer, 08/03/2017 - 16:52

Nel nord ci sono imprese ed industrie che cercano idraulici, falegnami,fabbri,muratori etc.etc.Spesso quei bandi vanno deserti,non si presenta nessuno, come se apprendere un'arte sia cosa poco seria.E' vero ci fu l'esaltazione della laurea ed ora vi sono fiumi di laureati a zonzo. Ed è giocoforza che vi siano famiglie povere. Ma da come ci si accorge che esse sono povere e quindi bisognose di aiuto? quando in Italia, chi supera i 50milaeuro annui nelle denunce dei redditi sono appena il 5%? Va a finire che tra i bisognosi si intrupperanno anche tanti furbacchioni. Oramai i rossi che ci governano hanno gettato la maschera,sanno solo togliere danaro a chi fa il mazzo per poi darne parte a chi si gratta le pallx . E la nave affonda nel nome della solidarietà nefasta.

antonmessina

Mer, 08/03/2017 - 17:12

come gli 80 euro' oppure come la card che è finita per l' 80 per cento in mano ai clandestini'?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di makko55

makko55

Mer, 08/03/2017 - 18:20

@Una-mattina-mi, certamente, come i "carichi famigliari " nei licenziamenti collettivi , tu scapolo o sposato sgobbone, serio mai a casa .... licenziato, un/una fannullona, sempre a casa ma con figli ...posto conservato.

swiller

Mer, 08/03/2017 - 18:21

Poletti somaro per eccellenza.

giusto1910

Mer, 08/03/2017 - 18:21

Un banchetto per Rom ed extracomunitari islamici che fanno figli a gogo! Un invito a nozze per truffatorelli, stranieri o italiani, pronti a ghermire una prebenda dichiarandosi poveri. Uno Stato sociale che mira esclusivamente a creare una rete di voto di scambio. Per combattere la povertà basterebbe detassare il lavoro autonomo (max 10%), e tutti si metterebbero a lavorare. Ma questa soluzione non provocherebbe alcun voto di scambio. Quindi non si deve fare..................Che politici di m....

mezzalunapiena

Mer, 08/03/2017 - 18:43

il governo renzi ha distribuito 80euro mese per chi guadagnava meno di 1500,00 € mese mentre per i pensionati con meno di 500€ zero quindi miliardi buttati inutilmente come pure la scoperta della social card che parla di famiglie ma mai di pensionati e questo è il partito democratico

@ollel63

Mer, 08/03/2017 - 19:56

Solo cavolate!