Impronte digitali e iride: la stretta sui "furbetti" sul tavolo del governo

Il ministro Giulia Bongiorno: "Voglio evitare che ci siano Comuni in cui la gente non va a lavorare"

Verifica biometrica dell'identità per sconfiggere i furbetti del cartellino. Questo è quello che prevede l'ultima versione del ddl Concretezza del ministro per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno.

Impronte digitali, riconoscimento dell'iride o fisionomia del volto, per contrastare l'assenteismo "Si è ritenuto di non individuare già a livello di legislazione primaria la specifica tecnologia che sarà impiegata per attuare le misure", ha dichiarato il ministro Bongiorno.

Domani il provvedimento passerà in Consiglio dei Ministri. "Voglio evitare che ci siano Comuni in cui la gente non va a lavorare", ha dichiarato Giulia Bongiorno a margine dell'assemblea nazionale dell'Anci, riporta il Corriere.

Obiettivo del provvedimento: lavorare tutti e farlo bene. "Il problema assenteismo che emerge è minimo rispetto all'effettivo. Domani - ha aggiunto il ministro - in Consiglio dei ministri c'è un provvedimento che si chiama 'provvedimento Concretezza', che cerca di aiutare i comuni che sono rimasti più indietro. Manderò dei tutor, il Nucleo Concretezza".

"In Italia - ha concluso la Bongiorno - abbiamo troppe velocità, non possiamo pensare che con diverse velocità cresciamo tutti".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di filospinato

filospinato

Mer, 24/10/2018 - 22:36

Solo ai Comuni? Tutti gli statali sono dei potenziali furbetti.

cgf

Mer, 24/10/2018 - 22:45

aggiungerei la geolocalizzazione

ugsirio

Mer, 24/10/2018 - 23:41

Farli entrare non significa farli lavorare, finché tutta la catena dei dirigenti non saranno obbligati a lavorare bene pena il licenziamento non si otterrà nulla. Lo stesso vale per i medici compiacenti nel caso di invalidi fasulli.