Un asterisco tra le parole uomo e donna

N o, gli asterischi qui accanto non sono un refuso. Anzi, sono la nuova stella dei talebani dei diritti civili, che si infiltrano anche nel dizionario e vorrebbero sovvertire pure la grammatica. Si chiama «asterisco di genere». E non è un’invenzione di oggi, esiste da anni. Ma, grazie ai social, è sempre più diffuso. Si sa, nell’elaborare maiuscole scemenze gli intellettuali radical sono dei pionieri. L’asterisco al posto della vocale finale servirebbe - secondo la Treccani -, a evitare l’uso del maschile indifferenziato. Il «maschile indifferenziato», pericolosissimo nemico delle donne. Roba da telefono rosa. Eppure è questa l’ultima ossessione di chi ci vuole fluidi, senza sesso, senza genere: con la scusa del diverso distruggono le identità. Quindi, brutti maschilisti, non dovete più dire: «Cari ragazzi, studiate di più»; ma invece: «Car* ragazz*, studiate di più». Non sia mai che le ragazze si offendano. Il primo cittadino sarebbe meglio chiamarlo sindac*, guai a farne trapelare il sesso. Anche se non ha né senso né suono e dunque non lo si può nemmeno leggere. Magari ci costringeranno a scrivere così anche i giornali e i nostri nomi. Tra duecento anni, quando studieranno le epiche gesta di Luig* Di Maio, non capiranno mai se sia stato un uomo o una donna: Luigi o Luigia? Una bella ca**ata. E scusate gli asterischi.

di Francesc* Mari* Del Vig*

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 11/01/2020 - 17:07

sono dei cerebrolesi in servizio permanente effettivo

agosvac

Sab, 11/01/2020 - 17:30

Alla scemenza non c'è mai limite.

marinaio

Sab, 11/01/2020 - 17:37

È proprio una questione di DNA. Se sei di sinistra non hai scampo.

FedericoMarini

Sab, 11/01/2020 - 17:46

GLI SCEMI , GENETICI, CHE SI ILLUDONO DI ESSERE COLTI , MA RIMANGONO SCEMI,ABBONDANO A SINISTRA ,QUESTO È” UN DATO DI FATTO, MA. LE LORO SCEMATE FANNO MOLTO MENO DA DANNO DI UNA PRESUNTA DESTRA SERIAMENTE ISLAMOFOBICA E RAZZISTA> I PRIMI SONO ESSERI UMANI NATI SFORTUNATI E FANNO SORRIDERE, I SECONDI SONO PERICOLOSI E DUBITO CHE SI TRATTI DI ESSERI UMANI.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 11/01/2020 - 17:54

Ma tu guarda codesti "progressisti" cosa intendono per "progresso". E' l'idiozia al servizio del proletariato. Mi sembra di vedere i titini, che nel 1945, per bere lappavano nei bidet. Stessa forma mentis.

FedericoMarini

Sab, 11/01/2020 - 17:55

SCEMATE CHE FANNO DUBITARE CHE CHI NE PARLA SIA SANO DI MENTE. MA SI RIDE E TUTTO FINISCE. QUI., MANCA L”OVERDRIVE DELL”ODIO< DELLA. ISLAMOBOBIA, DEL RAZZISMO> IL PRIMO CASO LO CURA IL MEDICO DELLA MUTUA> PER IL SECONDO CI VUOLE AMBULANZA.,SEDATIVI, E TALVOLTA CELLA DI SICUREZZA’ I PRIMI SONO SCEMI CHE HANNO LETTO MOLTI LIBRI< I SECONDI IL LIBRO NON LO LEGGONO O LO BRUCIANO>

mifra77

Sab, 11/01/2020 - 18:05

Quoziente intellettuale allo zero assolluto. Questa non è gente che ha venduto il cervello alla causa perché il cervello non lo ha mai avuto. Sarò sgrammaticato ma io l'asterisco lo metterò solo quando trattasi di gay

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 11/01/2020 - 18:38

si, con la sinistra le ca**ate crescono in maniera sproporzionata, in quantità industriali che neanche la cina riesce a star dietro!!!!

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Sab, 11/01/2020 - 19:00

Come maschio protesto formalmente: Perché tutte le cose belle sono "figate" e tutte le cose brutte sono "cxxxxxe" ??? qui c'è un'evidente disparità di genere e noi non siamo tutelati da una lingua razzista, certamente a causa di Salvini !

titina

Sab, 11/01/2020 - 19:01

Roba da persone frustrate. Si curino.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Sab, 11/01/2020 - 19:19

Che il concetto di uguaglianza dei marxisti-leninisti-stalinisti-maoisti, corrisponda alla piatta uniformità dei cimiteri guerra, lo sappiamo da molto tempo. Adesso, visto che esiste il tavolo e la tavola, per non essere sessisti dovremmo scrivere, ordinandone: mandatemi 4 tavol*, non di quell* a 4 gamb*. A quando l’obbligo di portare tutti l* crocchi* e vestire tutti l* gonn*, unito a quello, per i maschi pelosi, di fare l* cerett* all* gamb*? E come l* mettiamo con Rom*, Milan* o con Itali* Belgi* ecc?

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 11/01/2020 - 19:37

Non si può dire più "Signore e signori, buonasera" e anche lo "Statuto degli studenti e delle studentesse" ha un titolo obsoleto e pure il titolo di "Presidente della Camera dei deputati e delle deputate", come dice Sgarbi, non è più "à la page". I sessi sono un ricordo del passato, tanto a fare figli ci pensano gli altri. Noi occidentali puntiamo all'esaltazione dell'apparenza: se ti vesti da strambo non sei né maschio né femmina, sei soprattutto strambo e lo stesso se per qualche mese vuoi essere femmina, basta che tu appaia come tale, anche davanti all'impiegat* dell'ufficio Anagrafe italiano, come è ben noto. Un teatro che nega il sesso puntando alla massima confusione pseudosessuale.

Uncompromising

Sab, 11/01/2020 - 19:37

Ma noooo! Proprio adesso che finalmente avevo imparato ad esprimermi come indicato dalla ex-terza carica dello Stato: oggi sono andato dal dentisto, Leclerc mi sembra un buon piloto, fantastico atleto quel Bolt...

ohibò44

Sab, 11/01/2020 - 19:44

Allora dovranno sospendere il processo Ruby ter, infatti non può essere reato che Silv* Berlusconi passi le serate con de*** giovani amic*.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 11/01/2020 - 20:19

Io metterei l'asterisco dopo il nome completo e preciso per distinguere una persona con figli da una senza, onde permettere l'onore dovuto ai padri o alle madri come Dio comanda, ma anche per distinguerli dai tollerabili "giovani" più o meno Lgbt.

Luigi Farinelli

Sab, 11/01/2020 - 21:10

L'altra offensiva femminista (vedere articolo su questo giornale) è quella di denunciare gli uomini che in autobus siedono a gambe larghe (alcuni hanno subito attacchi da femministe con liquidi danneggianti i vestiti). Debbono essere unite, come fanno le donne, tanto che si vendono già sedili a rombo ambisex. In certi edifici pubblici poi (Germania, USA) da anni se un uomo alza la tavoletta per fare pipì, una voce severa da un altoparlante redarguisce il "maschilista" per farla seduto, come le donne. Siamo alla pazzia politicamente corretta ma questa si diffonde anche perchè commenti ome questo mio, di solito vengono censurati per evitare che le cose si sappiano.

Luigi Farinelli

Sab, 11/01/2020 - 21:12

Siamo alla pazzia pura da strafatti di ideologia femminista, ormai di gran lunga l'oppio dell'Occidente.

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Sab, 11/01/2020 - 23:06

Mah. Per me è una STR***AT* COLOSSAL*!

Sadalmelik758

Dom, 12/01/2020 - 08:11

L'elemento più abbondante sulla crosta terrestre non è l'ossigeno ma la demenza.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 12/01/2020 - 09:34

Solo i sinistri arrivano a tanto. Tra l'uomo e la donna c'è ben altro "asterisco".

Valvo Vittorio

Dom, 12/01/2020 - 12:23

Per me è una pura boldrinata, tipica della ex presidente del consiglio che voleva che alcuni sostantivi fossero coniugati anche al femminile! In altri termini da lì è stato inventato il termine boldrinata. Credo che l'Accademia della crusca non abbia recepito il termine.

maria angela gobbi

Dom, 12/01/2020 - 14:10

leggete l''Architettrice"