Cronache

Astrosamantha brilla ancora. È la prima donna comandante

Cristoforetti nominata capo della stazione spaziale Iss. Record europeo, la cerimonia verrà celebrata in orbita

Astrosamantha brilla ancora. È la prima donna comandante

Solo qualche settimana fa ci ha fatto sognare con la sua «passeggiata» spaziale che, dalla terra, abbiamo seguito minuto per minuto. Poi ha accompagnato la nostra estate social con fotografie spettacolari dell'Italia ripresa dalla sua stazione spaziale e con aurore mozzafiato immortalate da una prospettiva unica. Roba che ti faceva sentire piccino e immenso allo stesso tempo.

Ora Samantha Cristoforetti, l'Astrosamantha nazionale dalle mille sorprese, ci fa assistere a un altro record: uno «scatto di carriera» spaziale. Spaziale in tutti i sensi. Mercoledì 28 settembre verrà nominata comandante della Stazione spaziale internazionale. È la prima donna a ricevere un incarico così alto all'interno dell'Agenzia spaziale Europea. È salita fra le stelle da soldato semplice e, a ottobre (quando si concluderà la missione), ne scenderà pluridecorata, capitano.

A passarle il testimone sarà il comandante russo Oleg Artemyev, lo stesso che a luglio l'ha accompagnata nel tour fuori dall'astronave. Sin dall'inizio della sua missione, Minerva, nell'aprile 2022, Samantha è stata responsabile del segmento orbitale degli Stati Uniti, supervisionando le attività nei moduli e nei componenti statunitensi, europei, giapponesi e canadesi della stazione.

Con l'assunzione del nuovo ruolo, diventerà il quinto comandante europeo della stazione spaziale, seguendo le orme dei precedenti astronauti dell'Esa Frank De Winne, Alexander Gerst, Luca Parmitano e Thomas Pesquet.

La cerimonia di investitura, che verrà trasmessa in diretta da Esa web tv, si terrà a bordo e consisterà nella consegna simbolica di una chiave da parte del comandante precedente. A prendere la decisione sulla carica di comando sono stati i rappresentanti di Nasa (Stati Uniti), Roscosmos (Russia), Jaxa (Giappone), Esa (Europa) e Csa (Canada).

Cosa cambierà per Samantha in queste ultime settimane in orbita? Il suo ruolo è fondamentale per il successo della stazione spaziale. Mentre sono i direttori di volo nei centri di controllo a presiedere alla pianificazione e all'esecuzione delle operazioni della stazione, il (o meglio la) comandante della stazione è responsabile del lavoro e del benessere dell'equipaggio in orbita, deve mantenere una comunicazione efficace con i team a terra e coordina le azioni della squadra in caso di situazioni di emergenza. Dal momento in cui la Cristoforetti assumerà il comando, uno dei suoi compiti principali sarà quello di garantire un efficace passaggio di consegne al successivo equipaggio. Per David Parker, direttore dell'esplorazione umana e robotica dell'Esa, «la ricchezza di conoscenze ed esperienze di Samantha la rende un'eccellente candidata per questo ruolo. Come prima donna europea a ricoprire la posizione di comandante, ancora una volta spinge in avanti i confini per la rappresentanza femminile nel settore spaziale».

I colleghi esultano per la bella notizia. «Congratulazioni a Samantha Cristoforetti e benvenuta nel club!» scrive su Twitter Luca Parmitano, astronauta Esa, primo italiano e terzo europeo al comando della stazione spaziale internazionale. I complimenti arrivano anche dal presidente del Consiglio Mario Draghi, che approfitta dell'occasione per ricordare quanto sia importante investire soldi nella scienza: «A nome del Governo e mio personale, esprimo le più vive congratulazioni a Samantha Cristoforetti. Il suo impegno è motivo di grande orgoglio per tutti gli italiani e ci ricorda l'importanza di mettere la ricerca e la cultura scientifica al centro dello sviluppo economico e sociale dell'Italia».

Commenti