Avvelenato il re dei videogame: sospetti sul collega

Lin Qi morto dopo 8 giorni di agonia: contaminato il suo tè

Un mistero cinese, come molti altri, una morte che al momento non trova spiegazioni, ma che almeno ha un uomo sospettato. Lin Qi, 39 anni, fondatore e presidente del gruppo, Youzu, che produce il videogioco «Game of Thrones: Winter is coming» è stato avvelenato. Si era recato lui stesso in ospedale perché non si sentiva bene e dopo le prime cure le sue condizioni sembravano essersi stabilizzate, ma, otto giorni dopo il ricovero, il giorno di Natale è morto. La polizia di Shanghai ha dei precisi sospetti e ha arrestato uno dei suoi colleghi. La casa produttrice Youzu è nota non solo per la produzione del videogioco ispirato dalla celeberrima serie tv ma stava lavorando alla produzione di un adattamento per la Netflix della trilogia di fantascienza «Il problema dei tre corpi» dell'autore cinese Liu Cixin. La notizia della morte di Lin ha colpito moltissimo gli utenti cinesi di internet, con oltre trecento milioni di visualizzazioni sulla piattaforma di microblogging Weibo. Lin Qi aveva un patrimonio stimato in 6,8 miliardi di yuan (851,27 milioni di euro, ma secondo Hurun Report il patrimonio netto era di 1 miliardo di dollari, ) e figurava nella classifica annuale del magazine Hurun all'870esimo posto tra gli uomini più ricchi della Cina.

Dopo la notizia della sua morte, molti dipendenti ed ex dipendenti si sono radunati fuori degli uffici di Youzou, per piangerne la morte. Molto toccante il comunicato diffuso dall'azienda: «Addio giovinezza. continueremo a stare insieme, ad essere gentili, continueremo a credere nella bontà e a lottare contro tutto ciò che è male».

Il sospettato, secondo i media locali, sarebbe Xu Yao, responsabile della sezione cinematografia di Youzu. Ad aggiungere mistero al mistero il fatto che Lin sarebbe stato avvelenato con il the pùerh fermentato. La polizia di Shanghai, come detto, ha informato di averlo arrestato dopo una rapida indagine sulla base di indizi che sembrano molto compromettenti. L'amministratore delegato, secondo la sua compagnia, è morto il 25 dicembre, dopo essere stato ricoverato in ospedale il 17 dicembre. Otto giorni di agonia prima della tragica fine.

Il sospettato è un dipendente di Yoozoo Games, anch'egli di 39 anni, che lavorava nella divisione film di Yoozoo, in particolare all'adattamento del romanzo di fantascienza «The Three-Body Problem». Una persona di cui il tycoon si fidava e a cui aveva affidato compiti di responsabilità. Ma le ragioni dell'avvelenamento restano un mistero.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.