Bagnasco il 9 novembre in visita nei luoghi martoriati

Bagnasco il 9 novembre in visita nei luoghi martoriati

Il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, al termine della Messa per la festività di Ognissanti celebrata nella cattedrale di San Lorenzo a Genova ha rivolto un pensiero «alle vittime del terremoto nel centro Italia, ai famigliari e alle migliaia di persone sfollate dalle loro case, speriamo non dalle loro storie, dai loro paesi, dalle loro tradizioni, verso le quali le persone stanno mostrando molto attaccamento e questo è un dato positivo, tipico del nostro Paese».

«Certamente - ha proseguito Bagnasco - le amministrazioni e il Paese intero faranno in modo che non si distruggano queste storie locali» perché «sono troppo importanti». Il porporato ha quindi ricordato che si recherà di nuovo nelle zone colpite dal sisma: «La prossima settimana, il 9 novembre, è già in programma» e spera «di poter andare con l'arcivescovo di Spoleto a Norcia e noi posti vicini». «Le chiese - ha sottolineato Bagnasco riferendosi a quelle distrutte dal sisma - sono il cuore della gente perché sono la casa spirituale, la loro identità, simbolo e luogo dei loro affetti più cari» e vedere pregare le persone in ginocchio davanti alle chiese crollate è stata, per il cardinale, «un'immagine commovente».

Caricamento...

Commenti

Caricamento...