"Bella Ciao a scuola? Anche no". E i leghisti propongono "Ragazzi di Buda"

Continua a far discutere la proposta di legge di un gruppo di parlamentari di sinistra per l'insegnamento dell'inno partigiano nelle scuole. E in Senato arriva la mozione di due leghisti: "Gli studenti imparino anche Ragazzi di Buda". L'Anpi: "Sono solo provocazioni"

Tutto è partito da una proposta di legge del deputato Dem Gian Mario Fragomeli per "il riconoscimento ufficiale della canzone Bella Ciao e il suo insegnamento nelle scuole di ogni ordine e grado quale canto di rango istituzionale, da eseguirsi dopo l’inno nazionale in occasione dei festeggiamenti per la festa del 25 aprile, nella sua connotazione di espressione popolare dei più alti valori alla base della nascita della Repubblica Italiana".

A far discutere, oltre al contenuto, era stata anche la tempistica della proposta, arrivata il 30 aprile scorso, in piena emergenza Covid. Per un gruppo di parlamentari di sinistra, tra cui Piero Fassino, Michele Anzaldi, di Italia Viva, Stefania Pezzopane e Patrizia Prestipino, la priorità all’epoca era quella di dare risalto al canto partigiano che, si legge in una nota stampa di Fragomeli, è diventato una canzone simbolo "della lotta all’oppressione e del valore della democrazia" per "diversi movimenti popolari in tutto il mondo". Da qui la conclusione che Bella Ciao "non sia espressione di una singola parte politica ma che, al contrario, tutte le forze politiche democratiche possono ugualmente riconoscersi negli ideali universali cui si ispira la canzone".

Un’affermazione che non ha trovato tutti d’accordo. Le ferite del nostro recente passato, evidentemente, sono ancora aperte, visto che la proposta, tornata in auge nelle scorse settimane, ha scatenato un putiferio. E così due senatori leghisti, Claudio Barbaro e William De Vecchis, ieri hanno rilanciato con una mozione analoga: "Riconoscere la canzone Avanti ragazzi di Buda quale espressione popolare dei valori fondanti della propria nascita e del proprio sviluppo in quanto inno della rivolta contro gli invasori per la riconquista della libertà" ed eseguirla "dopo l’inno nazionale in occasione delle cerimonie ufficiali del 10 Febbraio, Giornata del Ricordo in cui si rinnova la memoria delle tragedie del comunismo in Europa".

L’inno della rivolta ungherese contro i sovietici del 1956 parla di "riconquista della libertà", spiega uno dei due firmatari della proposta di legge, Claudio Barbaro. "Questo – aggiunge intervistato dall’Adnkronos - è l'universalismo che merita un riconoscimento trasversale, non certo quello di Bella Ciao, testo ben connotato politicamente". "Oggi questo inno viene eseguito, sia in magiaro che in italiano, in tutte le scuole ungheresi – va avanti il senatore del Carroccio - è giusto che attraverso queste note anche i nostri studenti possano conoscere questa storia di eroismo e libertà".

Ovviamente anche questa seconda proposta non ha lasciato indifferenti. L’Anpi Roma, sempre parlando con l’Adnkronos, ha definito le frasi dei leghisti "teoremi e parole senza senso che si commentano da sole", mentre dalla sede di Frosinone della stessa associazione accusano i due senatori della Lega di ignorare la storia italiana: "Sono solo provocazioni, a loro dà fastidio anche il 25 aprile, perché lo ritengono politicizzato". "Quelli della Lega possono dire quello che vogliono - aggiunge Giovanni Morsilli, responsabile dell'Anpi Frosinone - siamo in un Paese libero e non certo grazie a loro".

"Bella ciao a scuola? Ma anche no. Cantare 'Avanti i ragazzi di Buda’ contro l'egemonia culturale? Meglio", ribatte De Vecchis su Twitter. "Sempre e comunque – aggiunge - contro il pensiero unico e contro tutte le dittature".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 07/10/2020 - 10:32

preferisco elettra lamborghini e achille lauro.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 07/10/2020 - 10:33

Che caduta di stile i legaioli, sarebbe meglio l'inno da stadio intonato da Selfini contro i napoletani...

venco

Mer, 07/10/2020 - 10:35

Bella ciao si cantava contro l'invasor, adesso si canta per l'invasor, per l'Italia invasa da sconosciuti, come son cambiati i tempi in peggio, molto peggio.

amedeov

Mer, 07/10/2020 - 10:35

Ma con tutti i problemi sociali,economici,strutturali ecc. che la nostra ITALIA ha,dobbiamo dare spazio a queste stupidaggini? E' ora che l'ampi la smetta con questa retorica della resistenza. La guerra è finita da oltre 70 anni. Qualcuno informi questa associazione di partigiani QUARANTENNI

pilandi

Mer, 07/10/2020 - 10:39

Oh sono talmente alla canna del gas che mutuano gli inni a paesi stranieri non avendone uno proprio...che pena....

jacaree1

Mer, 07/10/2020 - 10:39

io preferisco Il Piave; Bella Ciao da canzone che avrebbe potuto e dovuto unire è stata trasformata in strumento di divisione e non può più essere rappresentativa di un intero popolo

Enne58

Mer, 07/10/2020 - 10:43

Roba da matti, come se fosse l' inno nazionale, nelle scuole milanesi facciamogli cantare o mia bella madunina, e a Napoli o sole mio, nel meno peggio mi sembra più sensato

moichiodi

Mer, 07/10/2020 - 10:44

....e fratelli d’Italia vuole giovinezza. Notizia per eccitare commenti.

fabioerre64

Mer, 07/10/2020 - 10:50

Poveretti quelli dell'Ampi, sono veramente ridicoli "quelli della Lega possono dire quello che vogliono, siamo in un paese libero e non è certo grazie a loro", certo la lega nemmeno esisteva ed i due senatori leghisti probabilmente non erano nemmeno nati, siamo un paese libero grazie agli angloamericani. Proprio perché siamo un paese libero non si può imporre di cantare nelle scuole quello schifo di canzone politicizzata che è bella ciao.

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 07/10/2020 - 10:51

Notizia che non merita commenti. I "bella ciao" se lo cantino e se lo suonino e sopratutto non rompano i cicisbei.

dagoleo

Mer, 07/10/2020 - 10:53

mio nonno era stato partigiano dalle parti dell'Ossola. Era un soldato che dopo l'8 settembre si era unito ai partigiani. non era comunista e non lo è mai stato. mi ha detto che la canzone Bella Ciao è una invenzione del dopoguerra. non era mai stata cantata da nessun partigiano. era una canzone dellle mondine con un altro testo ed adattata con parole idonee per i partigiani ma dopo la guerra. quindi Bella Ciao è una colossale balla. Lui non la cantava e non sopportava di sentirla. Fassino e compagnia cantante la guerra non l'ha vissuta e non la conosce. mio nonno l'ha fatta e le cose le sapeva, come sapeva che migliaia di comunisti di convenienza si infilarono all'ultimo tra i partigiani per arraffare pensioni immeritate. i veri partigiani combattenti non furono mai più di 30-40 mila in tutto il nord italia. alla fine della guerra erano diventati 150 mila. roba da vomitare.

ST6

Mer, 07/10/2020 - 10:58

A scuola dovrebbero insegnare Nine Inch Nails, Alice in Chains e Jerry Cantrell, Type O Negative, Megadeth etc.

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 07/10/2020 - 11:00

Che caduta di stile i pidioti, sarebbe meglio "Ma che ce frega ma che ce importa" cantata ai festival di Falce e Tortello (ma anche salamelle).

jaguar

Mer, 07/10/2020 - 11:02

E perchè non cantare l'inno nordcoreano.

ST6

Mer, 07/10/2020 - 11:03

dagoleo: i restanti 120mila erano tutti napoletani che votavano 5*.

Mamie

Mer, 07/10/2020 - 11:04

Caro giovanni morsilli Italia lebera non per merito dei leghisti ,che non esistevano, tamtomeno per i cosidetti partigiani a causa di alcuni di essi sono morte molte piu persone L' Italia e' stata liberata dagli alleati senza i quali ora saremmo sorto i tedeschi I parigiani sono serviti solo a far casino e a far uccidere piu italiani,vedi MARZANOTTO

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 07/10/2020 - 11:11

Ci risiamo! A “Bella ciao” può anche essere riconosciuto un valore storico, ma non al livello di “Fratelli d’Italia”, cioè l’Inno di Mameli (1847), che richiama la rinascita dell’Italia. Ognuno è libero di cantare la canzone “Bella ciao”, ma che non può essere portata a scuola, in ambiente misto, dove per altro normalmente non si insegna a cantare, ma a vivere.

sarascemo

Mer, 07/10/2020 - 11:14

La Proposta di Legge 3554 d'iniziativa dei deputati BECCALOSSI, FRASSINETTI, MARIAROSARIA ROSSI, SANTELLI Adozione dell'inno "Il Canto degli italiani» di Goffredo Mameli quale inno nazionale e disposizioni generali sulla sua esecuzione e riproduzione, nonché in materia di tutela penale" dovrebbe introdurre il reato di vilipendio all' Inno Nazionale e il conseguente accostamento con altri inni come Bella Ciao, che non sono coesivi, ma espressione della frangia rossa dei partigiani, che prima e dopo il conflitto si sono anche macchiati di atti ignominosi, con conseguenti condanne in contumacia (tutti accolti nella Jugoslavia di Tito, guarda caso). Presentata il 17 giugno 2010

Calmapiatta

Mer, 07/10/2020 - 11:30

Io vorrei una scuola libera dalla politica. Una scuola che fosse in grado di dare agli studenti, futuri cittadini, gli strumenti per comprendere la realtà e usare il proprio cervello, per giudicare il mondo, e non il cervello di qualcun altro. La sx ha distrutto la scuola e la dx non è stata in grado di porre rimedio.

lorenzovan

Mer, 07/10/2020 - 11:35

a prescindere dal fatto che ritengo una stupidaggine..faccio notare che la canzone di Buda non la conoscono neanche gli ungheresi...e che non ha niete a che vedere con la NOSTRA toria..lolol..ma Bella ciao..la cantavano ieri i manifestanti in..Kirghizistan..e l'ho visto e sentito in diretta..nessuna manipolazione.....cosi'..tanto per intenderci...lololol

lorenzovan

Mer, 07/10/2020 - 11:40

poi se proprio vogliamo ..preferirei il concerto di varsovia di addinsell

lorenzovan

Mer, 07/10/2020 - 11:48

mamie..quando scrivi dal call center leghista di Tirana..controlla meglio i messaggi..MARZANOTTO non si puo' proprio leggere ..senza parlare della sintassi...albanese...lolololol

Korgek

Mer, 07/10/2020 - 11:55

A mio figlio dirò di non cantarla, assolutamente. Se poi le maestre gli danno una nota sul diario, ho già la risposta pronta.

Mamie

Mer, 07/10/2020 - 11:56

Lorenzo van ,mi scuso per l'errore volevo dire fosse ardeatine Ti ri ngrazio per l'osservazione

Mamie

Mer, 07/10/2020 - 12:01

Lorenzo van per tua informazione io non scivo dal call center leghista e non sono un leghista. Manco voto in italia

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mer, 07/10/2020 - 12:07

Ancora con questa lagna?

ST6

Mer, 07/10/2020 - 12:14

jaguar: "E perchè non cantare l'inno nordcoreano." Ci vuole prima l'autorizzazione a cantare del governo della Corea del Nord, ovvio.

desaix

Mer, 07/10/2020 - 12:41

Stamattina mi son svegliato e ho trovato l' invasor, è ovvio che se dormi arriva l' invasor. è meglio stare vigili

Mario5009

Mer, 07/10/2020 - 12:51

E questa è l'opposizione ... che pena!

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Mer, 07/10/2020 - 12:58

Ma che proposta! Con lo stato di emergenza in atto della pandemia covid,questi comunistici pensano al canto. Proposte contro l'Italia e gli italiani che hanno combattuto guerre contro lo straniero.

roberto del stabile

Mer, 07/10/2020 - 13:14

IN ITALIA C'E' GIA' L'INNO DI MAMELI CHE LO IMPARINO TUTTI ED E' GIA' TUTTO OK.NON SERVONO CAVOLATE DI PARTE

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 07/10/2020 - 13:21

Oh poveri sinistri, non perdono occasione per enfatizzare il comportamento di 4 straccioni che pensano d'aver salvato l'Italia. Peccato che solo a Nettuno ci sia un cimitero con quasi 8.000 americani morti per liberare l'ITALIA. Loro invece si nascondevano. Ed ora vogliono cantare un inno partigiano? Ma non facciano ridere.

ItaliaSvegliati

Mer, 07/10/2020 - 13:37

Antichi ricordi partigiani, ma la guerra è finita da mo'.....sveglia komunisti siamo nel 2020....

Ritratto di Lissa

Lissa

Mer, 07/10/2020 - 13:37

Ragazzi di Buda, questa è la vera canzone della libertà cantata nelle Piazze e vie di Budapest contro l'invasore comunista russo. Bella ciao e la canzone che cantava anche il compagno G. Napolitano quando inveiva e disprezzava il popolo Ungherese che lottava per la sua libertà.

Ritratto di Lissa

Lissa

Mer, 07/10/2020 - 13:39

@moichiodi, Giovinezza la cantavano anche gli arditi nella grande guerra.

Ritratto di Lissa

Lissa

Mer, 07/10/2020 - 13:43

@ lorenzovan, E tu la conosci la canzone Buda? Credi che gli italiani sanno cosa è il 25 aprile oppure la canzone bella ciada? IHIHIHIH

manfredog

Mer, 07/10/2020 - 13:59

...ma si, certo, l'Italia l'hanno liberata quelli dell'Anpi, si, cantando balla ciao balla ciao balla ciao ciao ciao...Una mattina mi son svegliato ed ho trovato le poltron... mg.

Ritratto di old_nickname

old_nickname

Mer, 07/10/2020 - 14:02

Ai tempi della scuola (ben dopo il ventennio) l'insegante di musica di faceva cantare "Libro & Moschetto Studente Perfetto". Era una patetica nostalgica fuori dal tempo. Nè più nè meno di questi babbei che vogliono "abbellasciao" 70anni fuori tempo massimo. Uscite dal sarcofago!!

cecco61

Mer, 07/10/2020 - 14:44

@ Dagoleo: suo nonno aveva ragione in merito a Bella Ciao. Addirittura si dice che le origine siano Yiddish e poi, nessuno sa come, divenne la canzone delle mondine. Il nuovo testo e l'attribuzione ai partigiani mi sembra fu fatta alla fine degli anni '50 o inizio '60. I sinistrati l'unica cosa che sanno fare bene è mistificare la Storia e la realtà.

fifaus

Mer, 07/10/2020 - 15:03

dagoleo: suo nonno le ha raccontato la verità. E' ora comunque che tutti prendano atto che "il sol dell'avvenire non sorge più da est"...

Ilsabbatico

Mer, 07/10/2020 - 15:07

Io è da bambino che canto faccetta nera...e sempre sarà

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 07/10/2020 - 15:08

io proporrei "giovinezza"...

Giorgio5819

Mer, 07/10/2020 - 15:34

Liberare l'Italia dai comunisti che la stanno devastando, questo é l'imperativo.

moichiodi

Mer, 07/10/2020 - 15:52

@lissa. Ho solo scritto che ogni partito può chiedere un inno. Per cui è tutto un parlare invano. Questo articolo serve solo a fare commenti inutili.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 07/10/2020 - 16:24

LANZI MAURIZIO: Così come "Bella Ciao" non è nata come canzone della Resistenza allo stesso modo la musica di "Giovinezza" è stata composta da Giuseppe Blanc nel 1909 per "Il commiato" (o Inno dei laureandi), un inno goliardico di Nino Oxilia, giornalista e scrittore morto al fronte nel 1917. "Stretti stretti sotto braccio d'una piccola sdegnosa, treccie bionde, labbra rosa,occhi azzurri come il mar". Il testo, che voleva essere una specie di addio alla giovinezza e che sanciva l'ingresso nell'età adulta, è stato poi più volte stravolto fino all'ultima versione cantata durante la Repubblica di Salò. Nulla a che vedere col fascismo quindi.

Brutio63

Mer, 07/10/2020 - 16:28

Giusto far conoscere ai giovani la rivolta di libertà di Budapest del 1956 e la sua terribile repressione nel sangue. Una repressione applaudita dai compagnucci italiani servetti dell’Unione sovietica tra cui l’ex presidente della repubblica Napolitano che scrisse un fondo a favore dei carri armati sovietici su L’Unità e chiese scusa solo nel 2006. I sinistri impiegano 50 anni in media per capire!

sarascemo

Mer, 07/10/2020 - 16:31

lorenzovan Mer, 07/10/2020 - 11:35 notoriamente il Kirghizistan si trova in Italia e lo cantano sotto la doccia? cosa significhi, dico significhi" lolol?" League of Loneliness of Life "?

sarascemo

Mer, 07/10/2020 - 18:13

Brutio63 Mer, 07/10/2020 - 16:28 Se non faceva atto di contrizione, poco costa, lo cacciavano a pedate dall' Ungheria quando è andato in visita ufficiale.

Maura S.

Mer, 07/10/2020 - 18:23

Tanto che ci siete perchè non proporre "bandiera rossa". Tanto la bandiera con la "falce e il matello", quella di un sanguinario, ve la portate ancora appresso.