"Bella notizia", poi lo schiaffo Così Zinga ha chiuso a Raggi

Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, ha annunciato che i dem non sosterranno mai la ricandidatura di Virginia Raggi e nega che esista un patto tra con il M5s e Iv

Netta presa di posizione del segretario del Pd, Nicola Zingaretti, contro un eventuale sostegno all’attuale sindaco di Roma, Virginia Raggi, che nei giorni scorsi ha annunciato la sua ricandidatura alle prossime amministrative. "Noi non sosteremo mai la ricandidatura della sindaca Raggi perché credo siano stati 5 anni drammatici per la Capitale e occorre ora dare voce ai cittadini, unire le forze produttive, sociali, culturali, politiche e indicare una speranza nuova per Roma", ha affermato il leader dem nel corso di un evento elettorale ad Orbetello.

Una precisazione, questa, che giunge dopo la pubblicazione dei risultati del voto sulla piattaforma Rousseau. Gli iscritti del Movimento 5 Stelle hanno dato il loro consenso alla modifica del "mandato zero", consentendo di fatto alla stessa Raggi, ma non solo, di potersi ricandidare. Il quesito è passato con l’80% dei voti a favore. Via libera, con quasi il 60%, anche alla possibilità di fare alleanze a livello locale con altri partiti. Due importanti novità che cambiano profondamente l’anima del Movimento in quanto abbattono due totem pentastellati. "È una bella notizia!", ha esclamato Nicola Zingaretti quando gli hanno mostrato uno smartphone con la notizia dei risultati del voto. Poi le dure parole contro la Raggi. Forse un modo per stoppare i trionfalismi.

Eppure nelle dichiarazioni di Zingaretti c’è un qualcosa che stona e che fa sorgere qualche domanda. Il dem, infatti, non solo non spiega che la ricandidatura della Raggi crea le condizioni per l’avvio di una nuova era del M5s, con la possibilità di creare alleanze giallorosso anche nel voto amministrativo, ma addirittura sembra quasi prenderne le difese. "Non capisco il polverone che si è costruito intorno a questa non notizia della ricandidatura- ha dichiarato Zingaretti- La sindaca e al primo mandato e nel 99,9% dei casi chi ha fatto un mandato si ricandida per il secondo".

Stop, quindi, ad un accordo Pd-M5s per il Campidoglio. Ma in politica tutto può cambiare nel giro di pochi minuti. Solo un anno fa il M5s escludeva accordi con il Pd così come gli stessi dem, tra cui Zingaretti, assicuravano che mai avrebbero governo con i grillini. I pentastellati poi nel giro di 12 mesi hanno cambiato rotta su diversi temi e, come nel caso del voto conclusosi oggi su Rousseau, hanno anche modificato punti rinnegando, così, se stessi. Senza dimenticare che è di ieri un’altra notizia clamorosa. In una nota congiunta, Pd e M5s si sono accordati e hanno deciso di cancellare alcune delle cause in cui i loro esponenti erano contrapposti. Una decisione presa ufficialmente per evitare di intasare i tribunali ma che potrebbe essere il preludio ad un vero a proprio accordo organico tra dem e grillini anche in ottica di elezioni locali, Regionali e nazionali.

Il segretario dem, nel suo intervento ad Orbetello, ha poi spiegato che il Pd deciderà i candidati delle amministrative 2021 dopo le amministrative 2020. "Non c'è nessun ritardo, c'è voglia di pensare ai contenuti e poi di arrivare a una personalità che interpreti il cuore di Roma", ha aggiunto Zingaretti. Quest’ultimo ha smentito l’esistenza di un accordo tra Pd, M5s e Italia viva: "Non c'è nessun patto. A me fa molto piacere che c'è un'evoluzione della situazione politica, noi siamo e rimaniamo una alleanza tra forze politiche diverse, ma se questa alleanza è più unita è un bene per le italiane e gli italiani perché vuol dire meno polemiche, meno furbizie e meno sgambetti e più collaborazione, concretezza e velocità ed è ciò che il Pd auspica da tempo".

Zingaretti ha voluto sottolineare che sin da agosto 2019 auspicava una più forte alleanza tra i partiti che sostengono il premier Conte: "Ho detto che si governa da alleati e non da avversai, qualsiasi evoluzione verso una maggiore unità dell'alleanza è un fatto positivo per l'Italia e io penso anche per il governo. Anche le ultime dichiarazioni fatte da Renzi sono schiette e in gran parte condivisibili e aiutano ad aumentare la collaborazione".

Sia come sia, dal M5s emerge grande soddisfazione per il risultato del voto su Rousseau. Luigi Di Maio su Facebook ha annunciato l’inizio di una nuova era: "Un grande in bocca al lupo a Virginia Raggi per la sua ricandidatura e buona fortuna a tutti i candidati sindaco che saranno a capo di coalizioni politiche nei Comuni dove correremo per le elezioni del 20 settembre. Da oggi inizia una nuova era per il Movimento 5 Stelle nella partecipazione alle elezioni amministrative". Il ministro degli Esteri ha spiegato che "includere e aggregare saranno le vie da percorrere, rispettando e difendendo sempre i nostri valori. Oggi abbiamo scelto di incidere. Oggi abbiamo scelto di provarci. Si riparte ascoltando i territori. Viva il Movimento 5 Stelle".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 14/08/2020 - 16:59

Anche in politica vale l'equazione: cavallo che vince non si cambia?

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 14/08/2020 - 17:01

Questa "storia d'amore" (improvviso) tra 5stAlle e PD assomiglia sempre di più ad una intricata telenovela tipo Beautiful,comunque mi sto scompisciando dalle risate. Non so perché ma ho il sospetto che i 5stAlle non si siano ancora resi conto,tapini,della velenosa vipera che si portano in seno,ma se ne accorgeranno prestissimo. Ci si alleano per sopravvivere al disastro elettorale (meritato) ma sarà proprio il PD che li distruggerà,fagocitando proprio ora tutti i loro elettori delusi dal tradimento. Una bella trappola in cui i grullini sono cascati in pieno. Inetti. Capiranno sulla loro pelle che in politica,spesso,chi si mostra amico di faccia,appena ti giri di schiena,ti accoltella. Io mi preparo,lo spettacolo sarà divertente.

leopard73

Ven, 14/08/2020 - 17:03

Sono peggio dei fratelli coltelli!!

leopard73

Ven, 14/08/2020 - 17:04

Oggi sul pero domani sul fico e dopodomani chissà!!!

Cheyenne

Ven, 14/08/2020 - 17:17

zinga il furbacchione alza la posta

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 14/08/2020 - 17:18

O con la padella o con la brace i bergoglisti vorrebbero cucinarsi i romani de Roma.

amicomuffo

Ven, 14/08/2020 - 17:19

il loro è stato un abbraccio mortale...lo dico in tempi non sospetti...gli stracci voleranno presto con grande goduria di molti italiani!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Ven, 14/08/2020 - 17:31

Si uniscono per cadere in compagnia. Entrambi sul viale del tramonto, annaspano in acque profonde e cercano di aggrapparsi l'uno all'altro come se uno fosse il salvagente per l'altro. Come spesso succede ne uscirà vivo solo uno anche se credo che entrambi coleranno a picco...

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Ven, 14/08/2020 - 17:33

E' tutta una manfrina, la dissimulazione è la loro arte. Ricordate quando Zingaretti si sperticava nel dire mai e poi mai con il M5S, al voto, al voto? Fu l'errore drammatico di Salvini che ebbe l'ingenuità di credere a un Komunista. Un attimo dopo che Conte si dimise, si presentò in pompa magna ad occupare le poltrone ministeriali con a capo quel galantuomo di Franceschini, che come il prezzemolino sta in tutti i piatti. Cordialità

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Ven, 14/08/2020 - 17:36

Quello che fa più ridere è che, dalle parole di zingaretti, si presupporrebbe un candidato dem per la guida di Roma. Il che sarebbe un disastro ancora più grave della riconferma della raggi (sala docet). p.s. i minuscoli sono voluti e meritati.

paolone67

Ven, 14/08/2020 - 17:36

Lo stesso Zingaretti che aveva detto che non avrebbe mai fatto un governo con il M5S? Ha anche detto che le marmotte incartavano la cioccolata? E voi queste "notizie" le date pure...

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 14/08/2020 - 17:37

Hanno tradito il loro il loro Statuto e saranno traditi dai dem. Non si capisce chi è il peggiore.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 14/08/2020 - 17:41

evidentissimo che non sanno piu come fare per stare insieme! ma si sapeva benissimo che sono TOTALMENTE incompatibili! ma hanno voluto stare insieme solo per fare un dispetto al centrodestra, e i risultati stanno arrivando :-) pessimi tra l'altro!!

agosvac

Ven, 14/08/2020 - 17:48

Niente vieta alla signora Raggi di ricandidarsi. Il problema , per lei, è trovare chi la vota!!!!!

steacanessa

Ven, 14/08/2020 - 17:49

Rotola, rotola, gira rimbalza e rotola la serietà di trinariciuti e 5s.

frapito

Ven, 14/08/2020 - 17:52

Poveri grillini!!! Come si fa a non capire che i PDioti sono degli SQUALI, sempre pronti a divorare e a distruggere tutto quello che incontrano. Sono stati capaci perfino di mangiarsi tra di loro. Poveri grillini!!! Che brutta fine li aspetta!!! ... E sono pure contenti !!!!

Gion49

Ven, 14/08/2020 - 17:55

Questo personaggio del nulla che dice e non dice è uno dei miracolati del vecchio sistema PCI di avanzamenti per anzianità di militanza, non per capacità propria , prescindendo anche dal titolo di studio visto che costui è titolare di diploma professionale di odontotecnico. Da quando ricopre la presidenza del Lazio, risulta la regione con la più alta Irpef regionale d'Italia.

Divoll

Ven, 14/08/2020 - 18:03

Se Zingaretti pensa che a Roma possa vincere un candidato Dem (o rivincere la Raggi), ci pensi per benino un'altra volta...

robik51

Ven, 14/08/2020 - 18:30

Di Maio: "Rispettando e difendendo sempre i nostri valori". Ma questo ha una faccia di bronzo (non posso usare altre parole per non essere censurato) e non conosce vergogna. Ma se lui e tutti gli altri grillini si sono venduti l'anima (altro che i valori) per imbullonarsi sulle comode poltrone del Parlamento ed ora preparano la colla per i consigli comunali e regionali!!!!

ilrompiballe

Ven, 14/08/2020 - 18:56

robik51 : forse i valori che Di Maio vuole rispettare e difendere sono riferiti alle prebende mensili.

Gio56

Ven, 14/08/2020 - 19:10

moderno,guardi che la storia d'amore esiste dal 2003. Provi a fare delle ricerche sulla carriera Conte,guardi chi lo ha portato all'avvocatura di stato,chi ha Presentato Conte a Renzi(Una certa Boschi ed un certo Bonafede colleghi di avvocatura). vedra'che rimarrà stupefatto.Altro che sputare negli occhi come fanno intendere.

nunavut

Ven, 14/08/2020 - 19:46

@ Gio56 19:10 Penso che incominciò durante la giovinezza di Conte già giovane frequentava i circoli del PD toscani, se poi si mettesse la grandissima voglia del Grillo di acquistare la tessera del Pd e mai ricevuta e si accosta la la scelta dello stesso Grillo di portare Copnte con i 5* allora tutti i conti arrivano alla somma, Grillo ha venduto il suo partito al suo amato PD seppur lo abbia sempre ripudiato,delle volte d'amore si muore.