Benigni si schiera per il "Sì": "Col no peggio della Brexit"

"E' indispensabile che vinca il sì" al referendum. Lo ha detto Roberto Benigni nell'intervista a 'le Iene'. Poi fa uno strano paragone con la Brexit

Benigni si schiera per il "Sì": "Col no peggio della Brexit"

"E' indispensabile che vinca il sì" al referendum. Lo ha detto Roberto Benigni nell'intervista a 'le Iene' andata in onda ieri sera e di cui appare oggi sul sito Mediaset la versione integrale. "Ma ti immagini il giorno dopo che vince il no? Il morale? Peggio della Brexit", prosegue il premio Oscar. "Già i costituenti hanno detto di riformare la Costituzione. Lo hanno auspicato loro stessi, la seconda parte. Poi c'è la maniera di migliorarla, ma se non si parte non accadrà mai più", ha aggiunto Benigni spiegando ancora che nella riforma "certamente alcune cose sono da rivedere, però è una cosa per senso di responsabilità.

Possiamo stare sereni se vince il sì, bisogna pensare al bene degli italiani". Insomma a quanto pare l'attore comico ormai è sempre più orientato per il Sì. E il suo appello arriva proprio nel giorno i cui il quesito referendario viene messo sotto la lente del Tar dopo il ricorso presentato dal Sinistra Italiana e Movimento Cinque Stelle. I comitati per il no da tempo chiedono che venga rivisitato proprio il quesito della scheda che palesemente di fatto potrebbe trarre in inganno gli elttori. Insomma la campagna renziana per il Sì non risparmia energie e arruola anche chi aveva decantato la nostra Costituzione come la "più bella del mondo" e che ora vuol cambiare con un voto al referendum.

Commenti