Berlusconi: "Non sosterremo mai un governo di sinistra. Fi forza responsabile di opposizione"

Il leader azzurro non ha affatto gradito i retroscena apparsi ieri sulla stampa, che parlavano dell’ipotesi di un possibile sostegno di Forza Italia all’esecutivo giallorosso. "Fi non entrerà mai in questa maggioranza di governo”, ha detto in videoconferenza con i coordinatori regionali del partito

Berlusconi: "Non sosterremo mai un governo di sinistra. Fi forza responsabile di opposizione"

Noi non sosteniamo né sosterremo mai questo governo. Noi non sosterremo mai un governo di sinistra. Noi sosteniamo l'Italia e tutti gli italiani”. Lo ha sottolineato Silvio Berlusconi, intervenendo in videoconferenza con i coordinatori regionali di Forza Italia. L’ex premier ha quindi escluso un sostegno esterno al governo Conte.

Il Cavaliere ha poi ribadito che il suo partito mantiene senza indugi la propria linea responsabile. Per Berlusconi, ciò significa avere un profilo istituzionale rinviando le polemiche politiche, dare un contributo di proposte costruttive e alLo stesso tempo criticare le contraddizioni e l’indolenza dell’esecutivo e della maggioranza parlamentare.

La posizione del partito

L’ex premier ha quindi chiarito una volta per tutte che Forza Italia “non entrerà mai in questa maggioranza di governo”. Il Cavaliere non ha affatto gradito i retroscena apparsi ieri sulla stampa, che avanzavano l’ipotesi di un possibile sostegno di Fi all’esecutivo giallorosso. Ha evidenziato che si tratta di supposizioni che non corrispondono alla verità.

La linea del partito non cambia: sì alla collaborazione istituzionale come è avvenuto in questo periodo di emergenza e come si continuerà a fare in futuro, ma no assoluto ad appoggiare il premier Giuseppe Conte. Secondo Berlusconi, Forza Italia deve fare opposizione in modo responsabile. Il Cavaliere ha ricordato poi che il partito “professa i valori della tradizione e della cultura occidentale e rappresenta nella coalizione di centro destra l'anima liberale, cristiana, garantista ed europeista. Per questo, Fi è essenziale per un centro destra di maggioranza e di governo”.

La ripresa

Berlusconi ha detto che lo scenario attuale conferma le preoccupazioni espresse da Forza Italia. L’ex premier ha sottolineato le difficoltà vissute da molti cittadini e da molte imprese per le conseguenze del coronavirus e anche per i ritardi dell’esecutivo nel sostenere chi si trova in gravi condizioni economiche. Poi ha evidenziato che una ripresa disordinata e con provvedimenti poco chiari potrebbe portare a una nuova diffusione del Covid-19, il che avrebbe conseguenze molto pesanti. Per questi motivi, l’ex premier ha detto che sono fondamentali regole certe e rigorose da parte del governo.

Noi siamo molto critici nei confronti del governo - ha proseguito il Cavaliere - e di come Conte sta gestendo la fase due, soprattutto per quanto riguarda l'emergenza economica e le difficoltà in cui si trovano cittadini e imprese”.

Incontri online con mondo produttivo e sindacale

L’ex premier ha sottolineato che ogni coordinatore regionale avrà il compito di organizzare delle teleconferenze con i rappresentanti del mondo produttivo e sindacale della sua Regione. L’obiettivo è quello di illustrare le proposte del partito per affrontare l’emergenza e salvare il sistema industriale.

Il leader azzurro ha infine spiegato che ogni coordinatore dovrà riunire "sempre con il metodo del webinar, gli eletti della sua Regione per fare il punto sull'iniziativa politica di Forza Italia e raccogliere suggerimenti e indicazioni: a tali incontri, oltre ai componenti del coordinamento nazionale, interverrò - compatibilmente con altri impegni- anche io".

Commenti