Berlusconi: "Votate contro gli inadeguati"

Il Cavaliere chiude la campagna elettorale e avverte: "Se il risultato sarà chiaro il governo dovrà prenderne atto"

Presidente Berlusconi, siamo alla vigilia del voto. Questa campagna elettorale per Lei è stata del tutto anomala, il Covid le ha impedito di viverla in prima persona. Come si è sentito?

«Ho sofferto molto e soffro ancora, per gli effetti di questa terribile e insidiosa malattia. Il peggio è passato ma sono ancora stanco, spossato. Ho sofferto all'idea che i miei cari fossero malati, la cosa peggiore è sapere che persino dei bambini, i miei nipoti, fossero positivi al virus. Ho sofferto all'idea che tanti italiani, tante persone fragili, abbiano patito quello che ho patito io, all'idea che tante famiglie siano vissute nell'angoscia o addirittura abbiano perso i loro cari. Ed ho sofferto anche, naturalmente, di essere bloccato, di non aver potuto partecipare ad una campagna elettorale così importante. Ho fatto tutto quello che potevo, ho fatto interviste e collegamenti telefonici, ma il contatto diretto con gli italiani mi è mancato».

Cosa avrebbe voluto dire ai cittadini?

«Soprattutto una cosa importante, quella che pare dicesse già Platone 2300 anni fa: la punizione per chi non si occupa della cosa pubblica è essere governati da persone inadeguate. So che molti sono disincantati o delusi dalla politica, ma è proprio a loro che mi rivolgo, ai milioni di elettori seri, perbene, concreti, onesti, che chiedono solo di essere messi nella condizione di lavorare serenamente, di non essere tormentati dall'oppressione fiscale, dall'oppressione burocratica, dall'oppressione giudiziaria. L'unico strumento per cambiare queste cose è il voto. Non sprecatelo. Oggi è la vigilia del voto, non voglio fare propaganda elettorale. Dico solo questo: guardate i programmi, ma anche la qualità delle persone. Guardate quali partiti sono fatti da donne e uomini che non in politica ma nella vita, nel lavoro, nell'impresa, nella cultura, nelle professioni, nel sociale hanno dimostrato di saper ottenere risultati concreti».

Quello di domani è più un voto locale o un test nazionale?

«Naturalmente entrambe le cose. Io credo che i fattori locali, le personalità dei candidati prevalgano ed è giusto così, visto che si tratta di scegliere chi dovrà governare le regioni e i comuni. Ma se dalle urne uscirà come ritengo probabile una indicazione politica univoca, questo dimostrerà che il sentire degli italiani è chiaro e starebbe alla responsabilità istituzionale di governo e maggioranza trarne le conseguenze».

Presidente, domani si vota anche per il referendum sul taglio dei parlamentari. Forza Italia ha lasciato libertà di coscienza ma molti esponenti si sono espressi pubblicamente per il No. Lei personalmente ha deciso come votare?

«L'ho deciso e ho anche deciso di non rivelarlo. Con il referendum la parola passa dai partiti ai cittadini ed è giusto che gli italiani si esprimano su un tema costituzionale in base alle loro convinzioni e non all'appartenenza politica. I leader che hanno politicizzato il referendum a mio giudizio hanno sbagliato. Posso fare però una riflessione. Il taglio dei parlamentari andava fatto nel quadro di una riforma organica, come quella che abbiamo approvato noi fin dal 2005 e che la sinistra ha poi cancellato. Così com'è significa meno rappresentanza, quindi meno democrazia senza nessun vantaggio funzionale e con un risparmio economico irrisorio. Appena un decimo di quello che si risparmierebbe per esempio accettando gli aiuti del MES. Siamo certi che ne valga la pena?».

Come vede il futuro dell'Italia nei prossimi mesi?

«Gli italiani stanno lottando per uscire dalla più difficile crisi del Dopoguerra, quella derivante dalla pandemia di Covid. Dobbiamo prima di tutto fare ogni sforzo per evitare il rischio, che è molto concreto, di una seconda ondata, come quella che sta cominciando a colpire altri Paesi. Sarebbe una tragedia umana, sanitaria ed economica di proporzioni incalcolabili. L'unico modo per tentare di schivarla è applicare con il massimo rigore tutte le norme di prudenza richieste dalle autorità scientifiche. E poi naturalmente si tratta di ricostruire: oggi le imprese, i lavoratori, i professionisti, i giovani stanno pagando un prezzo elevatissimo ad una crisi per la quale non hanno nessuna responsabilità».

Ci salverà l'Europa?

«L'Europa sta facendo la sua parte, grazie anche all'intenso lavoro che io personalmente ho svolto con i miei amici leader del Ppe nei mesi scorsi. Guai però a rifiutare per ragioni di politica interna strumenti essenziali come il MES, privando così il nostro sistema sanitario di ingenti risorse a costo zero. Guai ad immaginare di usare il Recovery Fund disperdendolo in mille rivoli statalisti, assistenziali o peggio clientelari. Mi auguro che - ferme restando le distinzioni fra maggioranza e opposizione, che non sono in discussione sull'utilizzo del Recovery Fund tutte le forze politiche nei rispettivi ruoli sappiano superare egoismi e particolarismi in nome di una comune assunzione di responsabilità. È in gioco la salvezza dell'Italia e la salvezza della collettività come già insegnavano i latini - dev'essere la Legge Suprema».

E il suo futuro personale, una volta superato il Covid, come lo vede? C'è chi dice proiettato verso il Quirinale.

«Non voglio neppure sentir nominare la parola Quirinale fino a quando non sarà in scadenza il mandato di un Presidente autorevole e rispettato come Sergio Mattarella, che va lasciato lavorare serenamente. In ogni caso, io per me non ho alcuna aspirazione: dalla politica ho subito gravi amarezze ma ho anche avuto tutto quello che potevo desiderare, compreso il privilegio di rappresentare tre volte il mio Paese al G8 (sono l'unico leader politico nella storia ad averlo fatto). Aspiro solo a continuare a fare la mia parte al servizio delle nostre idee liberali, cristiane, europeiste e garantiste».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 19/09/2020 - 10:14

Purtroppo hanno già detto che se perdono anche 7-0 non si schioderanno dall'interno della scatoletta di tonno. Comunque megli orisparmiare 1 caffè al giorno pro capite, sono sempre 60 milioni.

Iacobellig

Sab, 19/09/2020 - 10:20

Speriamo che gli italiani comincino a capire che sinistra-PD e m5s debbono sparire se si vuole che il paese decolli e poiché gli italiani non hanno nulla da invidiare a nessuno possiamo anche farcela magari non con l’aiuto della UE che ci blocca lo sviluppo ma con gli USA che sono sempre stati vicini e propensi a farci crescere.

titina

Sab, 19/09/2020 - 10:28

Sono i partiti che non devono candidare inadeguati, tutti i partiti

PassatorCorteseFVG

Sab, 19/09/2020 - 10:42

la lega ci ha provato a governare con conte e i 5 stelle, il P. D, continua a battere la testa sul macigno dell" incoerenza, vale la pena? credo di no, alla fine di questo caos che rende ingovernabile l" italia, ci rimette solo il popolo italiano.la dignità, vuol dire dare la parola agli italiani, ma credo sia merce rara come il buon senso, per chi dalla bramosia del potere è accecato. ciao a tutti.

tosco1

Sab, 19/09/2020 - 10:55

Egr.Pres.innanzitutto,auguri per la sua salute. Devo dissentire, come al solito,pero' dalle sue morbidezze verbali nei confronti delle sinistre che sono ormai abituali della sua linea politica, e che io ho sempre criticato, e che ,fra l'altro, ha pagato duramente.Io sono in Toscana dal dopoguerra, e conosco bene i miei polli, e trovo quindi la sua parola "inadeguati", assolutamente inadeguata .Spero solo che i miei conterranei toscani, forse, abbiano preso coscienza finalmente.Questa gente sono 70 anni che fa i cavoli propri in ogni direzione, e gli interessi dei loro amici. Qui da da noi i cittadini normali contano poco.Ebbene apriamogli i cassetti ,gli armadi,in Regione Toscana e leviamo finalmente a questa gente le mascherine.Tutto e' pianificato sui loro interessi, dalla Sanita' 'al consumo del territorio. Il cittadino non puo' costruirsi una casa per la famiglia, ed ormai costruiscono solo le Cooperative e i grandi lotti.E' la Legge.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 19/09/2020 - 10:58

forse i babbei comunisti grulli non hanno capito una cosa: se berlusconi non fosse stato ostacolato, denigrato, paralizzato, ecc, oggi avremmo avuto una italia tra le piu potenti dell'europa! una italia che forse avrebbe potuto dettare regole (sempre democratiche) agli altri, e probabilmente avrebbe avuto un posto d'onore nella storia! se solo gli avessero lasciato fare..... altro che sinistra!!!!

Gabriele184

Sab, 19/09/2020 - 11:04

Proviamoci.. ma, per le prossime volte, potremmo evitare le telefonate in diretta con la piazza? Danno una sensazione molto "retrò"...

Ritratto di Nahum

Nahum

Sab, 19/09/2020 - 11:05

Ha ragione da vendere e anche contro gli assenteisti e quelli che la politica la usano per i fini propri, peccato che questi tristi personaggi si annidino imparzialmente in ciascuno degli schieramenti in questione ...

ST6

Sab, 19/09/2020 - 11:44

Cav., gli inadeguati si chiamano Salvini, PD, 5*, etc. Non si sfugge.

Ilsabbatico

Sab, 19/09/2020 - 11:56

mortimermouse 10:58 ... sì condivido il suo pensiero.

xgerico

Sab, 19/09/2020 - 11:58

@Gabriele184-Sab, 19/09/2020 - 11:04- più di quello non puo fare!

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 19/09/2020 - 12:21

a berluscò stiamo parlando di comunisti! questi son capaci di tutto pur di stare incollati alla poltrona e facci risparmiare si 1 caffè a giorno ma poi ci fanno pagare colazione,pranzo e cena e altro per i finti naufraghi

Boxster65

Sab, 19/09/2020 - 12:32

Meglio starsene a casa ed evitare di prendere il Covid in qualche seggio infetto. Tanto chiunque si voti questo paese resterà sempre la stessa fogna!

acam

Sab, 19/09/2020 - 12:37

mortimermouse - Sab, 19/09/2020 - 10:58 SeSeSe lae ricordo dua nonna e le cariole e le cui ruote potevano cambiarne l'essenza e sarebbe potuta essere usata come mezzo di trasporto, non dico che lei non puo avere ragione, puo averne anche piu di cento ma la vita in genere propone dello occasioni e silvio quella politica se l'è fatta togliere da follini casini fini salvini e infine meloni i quli hanno tutti in comune un ni finale cole anche lui del resto chi le a opposto il no é stao un certo partenopeo mariulo si ma furbastro d'eccellenza, che per vanagloria ha saputo rpostrare il suo paese...

Nes

Sab, 19/09/2020 - 12:39

Stia sereno e tranquillo. Non c'é vittoria contro coloro che stanno al potere abusivamente da sempre, soprattutto quando perdono e i 5s hanno capito benissimo come si conservano le poltrone, per la maggior parte sono di ideologie sinistrose.

hectorre

Sab, 19/09/2020 - 12:51

conseguenze tragicomiche solo se Il pd perdesse la Toscana....ma questi sono come la gramigna, difficile da estirpare e infestante!!!

sarascemo

Sab, 19/09/2020 - 13:18

Leonida55 Sab, 19/09/2020 - 10:14 ragione, tuttavia la campagna mediatica si è svolta sull' assunto del "tanto il taglio equivale ad una tazza di caffé". Ribalto il ragionamento e affermo che con 60mln di euro all' anno si possono sitemare almeno 120 scuole, senza ordinare banchi girello. Ai politici il "caffè sospeso" glielo regalano gli italiani e martedì avviso di sfratto.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 19/09/2020 - 13:19

@ST6 - sta parlando di chi governa ora. Non fare il furbo, comunista.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 19/09/2020 - 13:21

@hectorre - esatto, e anche se perdessero 7-0 hanno la faccia tolla di rimanere. Se lo facesse il cdx distruggerebbero le piazze di tutta Italia, mandando le loro truppe cammellate, che di non violento non hanno nulla.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Sab, 19/09/2020 - 13:25

NON SOLO INADEGUATI, MA ALTRO ANCORA CHE E' MOLTO PEGGIO

Ilsabbatico

Sab, 19/09/2020 - 13:25

Comunque dopo tutto il potere che la sinistra ha preso negli anni tra magistratura , voti popolari x assistenzialismo, posizioni chiave nello stato, ecc ecc ...non sarà facile estrometterla... Faranno di tutto proprio TUTTO, per rimanere dove sono e verranno aiutati anche dall'Europa.

Cosean

Sab, 19/09/2020 - 13:25

La cosa che mi fa più rabbia è che quando perdono le regionali il Centrodestra, un governo di centrodestra dice che sono solo regionali. Quando perdono le regionali il centrosinistra, il centrodestra dice che deve cadere il Governo se questo è di centrosinistra. Avete dimenticato le bandierine di Emilio Fede?

Ritratto di Smax

Smax

Sab, 19/09/2020 - 13:28

Vuole contribuire a buttare giù il governo? Voti no al mes. Altrimenti sono solo slogan.

Helter_Skelter

Sab, 19/09/2020 - 13:31

Ci ricordiamo ancora la copertina dell'Economist del 2001.

necken

Sab, 19/09/2020 - 13:31

Titina: sono d'accordo!

Giorgio1952

Sab, 19/09/2020 - 14:03

Nel 2015 con Renzi al governo, ci furono le elezioni per il rinnovo dei governatori in 14 regioni, il risultato fu 12 a 2 per il Csx, ovvero l'85% ma nessuno chiese il voto politico per rafforzare l'esecutivo, caro Leonida55 seriale inventore di scommesse.

Stegolo

Sab, 19/09/2020 - 14:10

titina - osservazione condivisibile al 100%

FrateCipolla

Sab, 19/09/2020 - 14:15

Tosco1...come ti capisco !! Anch'io da toscano non ne posso più, spero che queste elezioni regionali portino alla svolta la nostra Toscana. Ho sentito Giani ieri dire: "non ci faremo colonizzare" ...sembrava paralizzato, un pulcino bagnato e inerme. Le sensazioni sono buone, ma anch'io conosco i miei polli...passeranno con i bus e faranno servizio porta a porta per gli anziani, che per paura del virus, altrimenti starebbero a casa. Forza Toscana, forza gente libera che guarda al futuro, facciamo sentire la nostra voce. Mandiamo a casa chi ci vuole far invadere dallo straniero del Nord(Eu) e del Sud!

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 19/09/2020 - 16:13

mortimermouse: sei un genio!

sarascemo

Sab, 19/09/2020 - 16:13

Giorgio1952 Sab, 19/09/2020 - 14:03 se per questo nel 2016 Renzi disse che se non vinceva il referendum costituzionale si ritirava dalla carriera politica, disse il cazzaro di Rignano.

WSINGSING

Sab, 19/09/2020 - 16:37

Memoria corta! Il Governo Berlusconi durò dal 2001 al 2006 quando aveva la maggioranza assoluta alla Camera ed al Senato. Il Presidente della Repubblica era Ciampi. Nel 2004 e 2005 ci fu una grande tornata elettorale che vedeva rinnovare i Consigli di Comuni, Province e Regioni. I partiti di Governo, segnatamente Forza Italia, subirono una serie di batoste elettorali, una dopo l'altra, e non pensarono di abbandonare la loro poltrona, ovvero il loro potere. Ed il Presidente della Repubblica - nel frattempo - fece poco o nulla - per quel che io ricordi. Neanche un messaggio alle Camere per dire che il vento era cambiato. Memoria corta!!

sarascemo

Sab, 19/09/2020 - 16:46

mortimermouse Sab, 19/09/2020 - 10:58 sì lallero, l' opposizione lo lasciava fare e la luna è di formaggio.

sarascemo

Sab, 19/09/2020 - 16:54

WSINGSONG Sab, 19/09/2020 - 16:37 VERO, ma alle europee del 2009 vinse il cdx e alle politiche del 2009 il cdx aveva 11 punti sopra la coalizione di opposizione, ma non servì a scongiurare il "golpe" del 2012, voluto da Sarkozy e Merkel, con la complicità del PD.Altri tempi mica oggi con debito pubblico di 2500 mld e Gonde che pensa alla sua "potenza di fuoco".

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 20/09/2020 - 10:53

Silvio non può sbagliare. Lui parla alla luce delle molte esperienze fatte, spesso vittima di quei politici di sinistra che lo odiano.

Giorgio1952

Mar, 22/09/2020 - 10:30

sarascemo Sab, 19/09/2020 - 16:13 Se è per questo nel 2001 Berlusconi firmò il contratto con gli italiani sottoscrivendo quanto segue "Nel caso in cui al termine dei cinque anni di governo almeno 4 su 5 di questi traguardi non fossero stati raggiunti, Silvio Berlusconi si impegna formalmente a non ripresentare la sua candidatura alle successive elezioni politiche". La dichiarazione relativa al mantenimento delle promesse siglate nel Contratto con gli italiani, è più vera che falsa per il primo, terzo e quarto punto del programma, più falsa che vera in merito al “Piano per la difesa dei cittadini e la prevenzione dei crimini” e non verificabile per l’ultimo punto.