Bersani inserisce la scheda nell'urna dimenticandosi del tagliando antifrode

Piccola gaffe per l'ex segretario del Pd: dimentica di far togliere il tagliando antifrode al presidente di seggio e inserisce direttamente la scheda nell'urna

Bersani inserisce la scheda nell'urna dimenticandosi del tagliando antifrode

Piccolo incidente al seggio per Pierluigi Bersani. L'ex segretario del Pd, ora esponente di Liberi e Uguali, ha votato questa mattina nel seggio di via Emmanueli a Piacenza, poco distante dalla sua abitazione nella città emiliana.

Tuttavia una volta uscito dalla cabina elettorale, Bersani ha introdotto la scheda direttamente nell'urna, dimenticandosi di consegnarla prima al presidente del seggio per l'apposito controllo del "nuovo" tagliando antifrode. A partire da questa tornata elettorale, infatti, debutta il cosiddetto "talloncino di sicurezza" che dovrebbe evitare le frodi. La prassi prevede che il numero del tagliando apposto sulle schede per eleggere la nuova Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica venga annotato prima di consegnare le schede all'elettore e quindi ricontrollato prima di inserirle nelle urne.

Bersani però ha saltato questo ultimo passaggio e ha "imbucato" le proprie schede senza procedere al controllo. Ripreso dagli scrutatori, si è però potuto allontanare dal seggio, dove era giunto con la moglie Daniela Ferrari, senza ulteriori problemi. "Il tagliando andava... ", gli dice la segretaria della sezione, ma poi taglia corto: "Vabbè è lo stesso, mi scusi. Poi lo togliamo dopo", alludendo evidentemente al tagliando di controllo anti-frode.