Boldrini contestata, in aereo le urlano in faccia: "Vergogna, prima gli italiani"

Le grida in aeroporto a Milano: "Vergogna, prima gli italiani". Il contestatore fermato dal personale di volo. E il portavoce della Boldrini "sfida" Salvini

Boldrini contestata, in aereo le urlano in faccia: "Vergogna, prima gli italiani"

Laura Boldrini contestata in aeroporto. Succede a Fiumicino, dove l'ex presidente stava realizzando il check-in in attesa dell'imbarco. "Vergognati, prima gli italiani", le avrebbe urlato un uomo sulla sessantina. La Boldrini avrebbe risposto con un sorriso, senza ribattere alle accuse.

Solo che la contestazione verbale è proseguita anche più tardi, quando sia l'ex presidente che l'uomo sono saliti sull'aereo. "Vergogna", avrebbe gridato nuovamente il contestatore frenato solo dalle proteste del personale di bordo e di alcuni passeggeri.

A riportare la notizia è uno dei membri dello staff di Laura Boldrini. "Le ha urlato contro con rabbia e cattiveria “Vergognati”, prima gli italiani, prima gli italiani. Si è chinato su di lei continuando a gridare. Io ero tre file più indietro e ho fatto un balzo in avanti per farle da scudo", ha raccontato il portavoce Flavio Alivernini

Alivernini ha poi lanciato una sfida a Matteo Salvini. "C'è chi - scrive Facebook - lancia gli slogan #PrimaGliItaliani e fa le campagne social con le facce dei nemici da colpire, che magari riescono pure nell'intento di portare qualche persona di più in piazza in un Paese rabbioso e rancoroso che non vede l'ora di prendersela con qualcuno. Ma se il risultato poi è che gli avversari politici vengono aggrediti davvero? Il Ministro dell'Interno ha più paura di deludere i suoi o che a qualcuno venga fatto del male in nome dei suoi slogan?". Si attende la replica del ministro dell'Interno.

Commenti