Borgonzoni: "Chi mi attacca ha un problema di maschilismo"

Secondo la candidata leghista in Emilia-Romagna, il centrosinistra ha un problema a confrontarsi con il genere femminile

Gli attacchi che è costretta a subire li attribuisce a un maschilismo e il centrosinistra ha difficoltà a confrontarsi con il genere femminile. Il pensiero è di Lucia Borgonzoni, candidata del centrodestra alle Regionali in Emilia-Romagna.

La senatrice leghista sottolinea che in un primo momento soffriva quando le dicevano che Matteo Salvini a offuscarla durante la campagna elettorale. Ma ora ha capito che è un problema degli avversari politici.

Ieri pomeriggio l’ex sottosegretario ha partecipato a un incontro della Cna a Bologna, la confederazione dell’artigianato e della piccola media impresa. A tal proposito la candidata leghista ha evidenziato che se l’Emilia-Romagna ha affrontato meglio di altri la crisi lo deve a tutte le persone che ogni giorno si impegnano professionalmente nonostante le tasse e la burocrazia. “Noi vogliamo una Regione tax-free - ha detto Borgonzoni - con zero Irap per chi forma e assume giovani, e per ogni nuova norma toglieremo quella precedente”. E ha aggiunto che ci saranno investimenti in banda larga, infrastrutture innovazione e verrà contrastato l’abusivismo. “Noi siamo la coalizione del lavoro. Il Pd, partito del mio avversario - ha continuato la senatrice leghista - con le nuove tasse che ha introdotto, ha dimostrato di essere nemico delle imprese”.

A margine dell’evento, Borgonzoni ha detto che il primo provvedimento sarà la creazione di un assessorato alla sicurezza, che stanzierà dei fondi per consentire ai comuni di installare delle telecamere nei loro territori. Inoltre, sarà necessario un coordinamento delle polizie locali. “Bisogna capire - ha spiegato l’ex sottosegretario - che questo tema non si può considerare una percezione come la sinistra ci vuole raccontare ormai da anni”. La senatrice leghista ha detto poi che occorrerà lavorare sulla sanità. E ha ricordato che in Emilia-Romagna ci sono dei problemi con le agende delle prenotazioni che vengono chiuse e liste d’attesa molto lunghe. In tema di sondaggi, Borgonzoni ha sottolineato che un testa a testa era impensabile fino a un paio di mesi fa. Secondo la candidata del centrodestra, se il Partito democratico venisse sconfitto domenica, dovrebbe fare una seria riflessione interna.

Ieri Borgonzoni ha visitato l’azienda Faac il colosso di automazione per cancelli e barriere, ora di proprietà della curia. Come riporta Il Corriere della Sera, la senatrice leghista ha detto che anni fa la gente non considerava la Lega mentre oggi le imprese invitano gli esponenti del partito e non si vergognano.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mar, 21/01/2020 - 11:46

Ennesima prova che Lega = PD. Parlamentari africani, donne senza idee politiche che fanno le vittime, europeismo sfegatato, etc etc.

EliSerena

Mar, 21/01/2020 - 12:06

Io direi che maschilista e non solo è chi fa la campagna elettorale per lei. Due mogli lasciate e una serie di compagna cambiate. Poi afferma che la violenza nelle canzoni non va bene. Ma va bene la violenza sulle donne in casa, quella si. Per lui i femminicidi sono da lodare???????? Pazzesco

Beraldo

Mar, 21/01/2020 - 12:30

Senti bene Salvini, ho deciso di darti fiducia ma se saltate pure voi sul carro del femminismo io il voto te lo rilevo subito. Accusare la sinistra di maschilismo è ridicolo, ricominciate subito a dire cose concrete o siete finiti.

killkoms

Mar, 21/01/2020 - 12:59

@eliserena,perché è sempre colpa dell'uomo che se ne va?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 21/01/2020 - 13:33

Vittimismo mal riuscito della Bengorzoni, nessuno l'hai mai attaccata per il fatto di essere una donna, le contestano, a giusta ragione, di essere un candidato inesistente, oscurata dal suo capo che sta facendo campagna elettorale da solo, avendo deciso di nasconderla perchè non è lei che porta voti ma li fa perdere piuttosto.

mifra77

Mar, 21/01/2020 - 13:52

Donne senza idee...(by Sertorius); Salvini maschilista (EliSerena femminista); accusare la sinistra di maschilismo è ridicolo (hai ragione Beraldo; in tanti sono gay e pretendono di essere trattati da etero). Ora, che la Borgonzoni sia senza idee, vuol dire che iltipo non ha neanche letto l'articolo. Il maschilismo evocato da EliSerena è indice di una sensazione di inferiorità di genere e di facile vittimismo a giustificazione di insuccessi personali. Borgonzoni si dimostra donna pacata e a dir poco non sguaiata e che senza urli e proclami sta incalzando un pernacchio come Bonacini che ora si agita poiché sa che del suo quinquennio non ha molto da raccontare e zero idee da realizzare in quanto per cinque anni ha raccontato panzane e si è fatto trascinare dall'onda Emiliano-Romagnola. Oggi ci troviamo con una regione peggiore di quella che gli era stata affidata.

venco

Mar, 21/01/2020 - 14:16

Secondo gli oppositori di Salvini attenersi alle promesse elettorali è "propaganda elettorale".

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mar, 21/01/2020 - 14:46

@mifra77 Visto che sei certo di chi ha letto cosa, presentaci le differenze principali tra il programma Bonaccini e il programma Bergonzoni. Naturalmente, usando come fonte la Borgonzoni (opuscoli, pubblicazioni, conferenze, discorsi). Nessuno nega che sia pacata, ma dimostraci la ricchezza delle sue idee.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 21/01/2020 - 18:46

Non credo che in Emilia Romagna si attacchi la Borgonzoni perché donna. La "odiano" perché non é comunista e perché sta dalla parte del "cattivo", cioè sta con Salvini.