La Boschi insulta Berlusconi: "Ha esperienza da dittatore"

Il ministro perde le staffe dopo le critiche del Cav. Ma Brunetta la zittisce: "Troppo potere a chi ha studiato e letto poco..."

La Boschi insulta Berlusconi: "Ha esperienza da dittatore"

Maria Elena Boschi perde le staffe. Appena Silvio Berlusconi ha denunciato la "deriva dittatoriale" di un governo che ha fatto provare la riforma della legge elettorale a un parlamento dimezzato, il ministro delle Riforme si è sentita in dovere di difendere il suo premier. E così è passata dal dibattito politico all'insulto: "Ci siamo sentiti dire che il governo vuole una legge antidemocratica, che siamo ad un principio di dittatura. Berlusconi lo ha detto anche ieri: 'siamo vicini a una deriva autoritaria' e lui ha esperienza...". Ma il presidente dei deputati azzurri Renato Brunetta l'ha subito zittita: "Povera Boschi... Troppo potere per chi ha letto e studiato poco come lei, che è stata tra l’altro eletta in Parlamento grazie a quei 130 seggi in più al Pd, dichiarati poi incostituzionali".

Parlando da Pesaro, durante una iniziativa elettorale a sostegno del candidato governatore del centrosinistra, Luca Ceriscioli, la Boschi ha detto di volersi togliere "un sassolino dalla scarpa" a proposito delle polemiche che hanno accompagnato il via libera all'Italicum. "Abbiamo visto l’elezione di Cameron in Gran Bretagna: ha vinto e ha ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi, con 36% dei voti, non con il 51% - ha sottolineato il ministro per le Riforme - se il Pd avesse preso la maggioranza con il 36% sarebbe stato costretto a sottoporsi al giudizio dei cittadini nel turno di ballottaggio". "Ma non ho sentito nessuno dire che in Gran Bretagna c’è una dittatura - ha continuato - mentre si sprecano i commenti sull’Italicum". Un commento su tutti sembra averla infastidita maggiormente, e cioè quello di Berlusconi che ha accusato il governo di aver imboccato una "deriva dittatoriale". Una posizione ampiamente condivisa da tutte le opposizioni che sono state tagliate fuori dalla maggioranza nel dibattito sulla riforma elettorale. La Boschi, però, non l'ha presa bene ed è corsa a difendere Matteo Renzi.

Durante una conferenza stampa del candidato alle elezioni regionali toscane del partito Stefano Mugnai, Brunetta ha severamente zittito la Boschi per gli insulti al Cavaliere ricordandole che "Berlusconi ha vinto le lezioni con il 48%", mentre Renzi è arrivato a Palazzo Chigi senza passare dalle urne. "Non parlo solo io della deriva autoritaria di Renzi - ha aggiunto Brunetta - sono solo questi ragazzotti di provincia del giglio magico che si ostinano a insultare gli avversari. Vogliono rottamare anche l’opposizione. Chi fa così normalmente? Le dittature, che fanno prima fuori i propri membri e poi fanno fuori le opposizioni. Noi - ha concluso Brunetta - ci battiamo attraverso la lotta democratica".

Commenti