Caos M5S in Liguria. Gli attivisti non vogliono la candidata Alice Salvatore

Sulla chat del Movimento l'hanno presa di mira, dedicandole una canzone di De Gregori. Le chiedono un passo indietro perché avrebbe chiuso a ogni tipo di accordo in vista delle elezioni regionali

Il caos dei 5 Stelle sta attraversando anche la Liguria. Gli iscritti su Rousseau hanno incoronato Alice Salvatore come candidata governatrice della Regione. Gli attivisti liguri del Movimento le chiedono un passo indietro perché a quanto pare avrebbe chiuso a ogni tipo di accordo in vista delle elezioni. E per prenderla di mira si sono affidati alla celebre canzone Alice non lo sa di Francesco De Gregori.

Come riporta l’Adnkronos, sta circolando nelle chat dei grillini una cover dedicata alla consigliere regionale pentastellata, proprio nella settimana del festival di Sanremo. Il testo sottolinea che “Alice ignora i fatti e i fatti parlano da soli, il Movimento sta virando verso Sansa. E lei è al quarto stadio di una crisi e i consiglieri le son contro, ma lei dice 'vado dritta’”. Molti eletti grillini vorrebbero infatti una candidatura di un civico appoggiato da una coalizione insieme al Partito democratico. In questi giorni si fa il nome del giornalista Ferruccio Sansa, che sarebbe quindi uno dei profili più accreditati. A proposito di accordo con i dem, già a settembre la deputata spezzina del Pd, Raffaella Paita, aveva auspicato un'alleanza tra i due partiti per sconfiggere l'attuale governatore del centrodestra Giovanni Toti, che si ricandiderà alla presidenza della Regione. Quindi tanti grillini si augurano un'intesa con il Pd e secondo loro Alice Salvatore non va bene. La canzone a lei dedicata evidenzia che “ad Alice di rinunciare non le va, per cui a maggio si perderà”. Il malcontento all’interno del partito è dunque tangibile.

Sembra che i parlamentari liguri siano decisi a chiedere una nuova votazione sulla piattaforma Rousseau per scegliere un candidato civico in vista del voto di maggio, che sostituisca Alice Salvatore. Secondo fonti parlamentari locali, domenica scorsa si è svolta una riunione a Genova con militanti ed eletti. La maggior parte dei presenti avrebbe concordato la possibilità di avviare una trattativa con le forze progressiste. Intanto dopodomani si terrà una riunione del gruppo dirigente pentastellato sulla vicenda Liguria per stabilire la strategia. Molto probabilmente durante il vertice verrà richiesto un nuovo voto su Rousseau per riscontare l’eventualità di presentare un candidato civico. Le stesse fonti evidenziano che comunque la votazione sulla piattaforma sarà il solo metodo con cui gli iscritti liguri potranno esprimere la propria preferenza. E anche ieri Casaleggio ha confermato gli iscritti si trovano solo su Rousseau.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

paolo1944

Mar, 04/02/2020 - 12:56

Finché coi sarà questo bubbone 5 stalle sopra il 5% e il PD si accuccerà per continuare a lambire il potere sarà un dramma per l'Italia, dovunque. Speriamo spariscono presto, unica speranza.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 04/02/2020 - 13:05

La piattaforma Rousseau è una macchina da scrivere nel totem cibernetico. Grillo ci fa scrivere su dal dattilografo Casaleggio quello che gli frulla dint'à capa, e il sortilegio è bell'e che fatto... Per i rossi che hanno l'encefalogramma di forma piatta.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 04/02/2020 - 14:51

non vinceranno. il centrodestra il liguria sta governando bene, tanto che non fa neanche notizia :-)

ulio1974

Mar, 04/02/2020 - 15:44

ma come si potrebbe votare una che ride in quel modo!??!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 04/02/2020 - 16:45

Facciano pure come vogliono, tanto il risultato non cambia. L'unico che dovrà rifare un attimo di conti è Toti, perché non può pensare di andare alle elezioni alla guida di un partitucolo che non è mai decollato, nè mai decollerà. Dovrà decidere se avvicinarsi alla Lega o tornare in FI, ma qualcosa DEVE fare!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 04/02/2020 - 17:22

Tra poco saranno più candidati che votanti.