Causin e la Rossi votano "sì". Tajani: "Adesso fuori da FI"

I due senatori di Fi hanno votato la fiducia a Conte. Ma ora vengono espulsi da Forza Italia

"Causin e Rossi sono fuori da Forza Italia: votare con il governo in questo caso non è una questione di coscienza". Antonio Tajani non le manda a dire e, visibilmente contrariato, spiega all'AdnKronos che i senatori azzurri che hanno votato la fiducia a Giuseppe Conte in Senato sono ormai da considerarsi fuori dal partito.

Ma come si sono giustificati Andrea Causin e Maria Rosaria Rossi? Dopo il voto contrario di ieri alla Camera rispetto a Fi di Renata Polverini, Causin e la Rossi si sono lanciati. Causin abbozza pure una mezza giustificazione per tutto ciò. "Ho riscontrato nell'intervento del presidente Conte la volontà forte di apertura di una nuova stagione politica e di ripensare, in modo più incisivo ed efficace l'azione del governo soprattutto per il contrasto alla pandemia. Nel momento in cui, sarebbe più facile e comodo fuggire dai propri doveri, stare defilati ed attendere gli eventi, ho deciso di fare un passo avanti", dice l'ormai ex senatore forzista. "Il mio sì alla fiducia - continua - vuole essere un contributo ad aprire una stagione politica nuova in un Paese dove in soli 8 mesi, i bisogni e le questioni sociali sono radicalmente mutate".

"L'Italia e l'Europa stanno affrontando una crisi sanitaria ed economica senza precedenti Non possiamo attendere la fine della pandemia per ricostruire il Paese. Si deve agire subito e, in questo scenario, ho deciso di accogliere l'appello del Presidente della Repubblica Mattarella condiviso dalle forze sociali ed economiche del Paese, e dare il mio contributo affinchè si possa uscire da una crisi che gli Italiani non solo non comprendono, ma che sentono dalle paure oggi più che mai dalle paure e dai bisogni che hanno", ha aggiunto l'ex forzista. Causin parla pure di "passo avanti sofferto perché nella politica gridata di oggi certamente decidere significa anche recidere rapporti con le persone e con la comunità politica di Forza Italia a cui sono appartenuto e in cui mi sono trovato bene, nonostante io abbia pubblicamente sempre espresso grandissimo disagio e preoccupazione per una deriva populista e sovranista della coalizione, distante dai miei valori e dalla mia storia personale".

Pure la Rossi prova a dire qualcosa. "Ho votato la fiducia al presidente Conte, che non è un esponente di partiti. Conte in questo straordinario e delicato momento è la nostra unica interfaccia in Italia e nel mondo". Dice. La senatrice Maria Rosaria Rossi è appena tornata a casa. Raggiunta al telefono all'Adnkronos spiega la sua scelta di votare la fiducia al governo Conte in dissenso con la linea di Forza Italia. Il suo strappo spiazza il partito. L'ex azzurra sottolinea che "la visione di Conte è di una politica liberale, europeista e garantista. E io questa visione l'ho sposata nel 1994 e da questa visione non mi separerò mai perché ci credo ora più di allora". Ma ha condiviso questa decisione con Berlusconi? "No", taglia corto la Rossi - secondo l'Adnkronos - che non vuol sentir parlare di rottura con l'ex premier. "Il mio rapporto di stima e di amicizia con il presidente Berlusconi è immutato e immutabile", conclude.

Ma il voto contrario dei due senatori non piace a nessuno in casa azzurra. Anche Maurizio Gasparri usa parole durissime: "Condotta di Rossi vergognosa, riprorevole e indegna. Fuori da Fi. Ho conosciuto la Rossi giovane militante di Forza Italia nelle periferie romane. L'ho vista assurgere a ruolo di collaboratrice fidata di Berlusconi. La sua condotta, di cui nessuno aveva sentore, è vergognosa, riprovevole, indegna. Ha fatto bene Tajani ad annunciare la sua immediata cacciata dal partito insieme a Causin". "Siamo rimasti tutti allibiti -sottolinea l'ex ministro- e ribadisco che si tratta di un comportamento da cialtroni, che offende militanti ed elettori, tanto più che a Rossi è apparsa negli anni passati un elemento di fiducia personale di Berlusconi, prima vittima di questa condotta intollerabile".

A Gasparri segue Anna Maria Bernini. "Chi ha votato a favore del governo Conte, è fuori dal partito", taglia corto. "I miei senatori - dice all'Adnkronos la Bernini - sono stati straordinariamente compatti e coerente, sono orgogliosa di loro, ma chi ha votato per questo governo, è fuori da Forza Italia".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

snow.white

Mer, 20/01/2021 - 10:09

Andrea Causin e Maria Rosaria Rossi. Complimenti, sarete ricordati per quello che siete, traditori.

Ritratto di ierofante

ierofante

Mer, 20/01/2021 - 10:09

E' sacrosanto che Causin e Rossi vengano espulsi. Però, io mi chiedo, come sia possibile che un partito di centro, liberale ed europeista quale è oggi Forza Italia, possa essere alleato, anzi succube di una destra becera ed illiberale.

Ilsabbatico

Mer, 20/01/2021 - 10:16

Ierofante .... destra becera e illiberale??? Oh mamma....

Ilsabbatico

Mer, 20/01/2021 - 10:22

Ovviamente 2 individui da espellere immediatamente, hanno tradito. Il problema però è che, secondo me, quelli di forza Italia sono l'anello debole della destra.... succederà ancora. In più aggiungiamo che pure Berlusconi forse non ha più quella lucidità di una volta, autorevolezza e capacità di gestione dei suoi uomini...

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 20/01/2021 - 10:23

Mentre la nave va spedita contro gli scogli i due forzisti siedono al tavolo per un tresette con il comandante...

Santorredisantarosa

Mer, 20/01/2021 - 10:28

BERLUSCONI E' BRAVISSIMO IN TANTI CAMPI DI LAVORO, ORGANIZZATORE, DISPONE, DIRIGE, CREA, SVILUPPA, INGRANDISCE, MA NON SA RICONOSCE LE PERSONE CHE LO CIRCONDANO. SONO TROPPI COLORO CHE LO HANNO E LO PUGNALANO SEMPRE, COME LE VOTAZIONI DI IERI. CAVALIERE IMPARI A CONOSCERE O RICONOSCERE LE PERSONE.

maurizio@rbbox.de

Mer, 20/01/2021 - 10:31

Alla fine Forza Italia salva Conte. 1 Alla Camera e 2 decisivi al Senato... al Senato ogni voto era decisivo... E ieri hanno votato con PD e IV a strasburgo le fesserie del MES, e tutti (TUTTI!) già da ieri sanno che sull'Europa il Governicchio Conte troverà in Parlamento i voti di Forza Italia.... ormai ufficialmente un PD "Partito Deleterio"... da distinguere dall'altro PD "Partito Defunto". Ad Majora

Santorredisantarosa

Mer, 20/01/2021 - 10:32

VI HA PROMESSO QUALCHE POLTRONE DI COMANDO DIRIGENZIALE? DITELO ALTRIMENTI SIETE ALLOCCHI, TERMINE MAI USATO DAL SOTTOSCRITTO SE NON TERMINI VOLGARI, DURI E APPROPRIATI, CHE AVETE CREDUTO AL NOMINATO DI MATTARELLA? MA QUANTI POSTI DOVRA' DARE CON NOMINE A TUTTI COLORO CHE HANNO TRADITO? POVERETTI I FATTI PARLANO CHIARO ALLE PROSSIME ELEZIONI ANDATE A LAVARE I PIATTI.

florio

Mer, 20/01/2021 - 10:38

@ierofante-10:09 beceri ed illiberali siete voi sinistri, zerbino dei poteri forti, delle banche, dei Soros, la destra è per il popolo quello che una volta la sinistra si compiaceva di rappresentare. Oggi urlate al sovranismo, al populismo che tradotto; il popolo è sovrano, uno slogan che non vi appartiene più, avete svilito e umiliato i poveri, vi siete imbevuti di ideologia venendo meno ai principi umanitari sposando la causa della finanza malata. Ieri Berlusconi era il demonio , oggi lui il suo partito sono illuminati, ma fateci il piacere dopo lo spettacolo di ieri è meglio stendere un velo pietoso, ridicoli e imbarazzanti.

ir Pisano

Mer, 20/01/2021 - 10:41

Nel tempo abbiamo assistiti ad astensioni, assenze e voti a favore del centrosinistra. FI (per interesse di qualcuno) è un covo di traditori del centrodestra, spero che gli elettori e Salvini e Meloni ne tengono conto.

Ritratto di ager

ager

Mer, 20/01/2021 - 10:43

Questi 2 figli di... NN sono doppiamente traditori perchè come la maggior parte degli eletti di FI sono al parlamento solo grazie ai voti della Lega e di FdI. Inoltre occorre notare come F.I sia da sempre l'incubatrice dei traditori. Per cortesia dopoi Casini, Fini, Alfano, Verdini ora i Rossi, Causin e Polverini Berlusconi faccia chiarezza, si tolga dalle scatole e sciolga il partito che dal 20008 ad ora è stato solo fonte di guai per il paese portando i comunisti al governo. Forza Italia è uno schifo.

haaland

Mer, 20/01/2021 - 10:47

Causin è stato comprato da Monti. La Rossi invece è stata comprata da casalino. Cambia poco, se conte avesse avuto 161 voti sarebbe stata una vittoria

omaha

Mer, 20/01/2021 - 10:52

Senatrice una che faceva la pr nelle discoteche. Questo è il nostro paese. C'è da vergognarsi ad essere italiano. Siamo il sudamerica dell'Europa. Fossi tedesco o francese,controllerei ogni riga del recovery fund, prima di dare un centesimo all'Italia. Siamo un paese vergognoso

beed

Mer, 20/01/2021 - 11:00

A me ha fatto molto specie il discorso della Meloni, accusando la Polverini come una che "da dieci anni non dice qualcosa di destra"... un discorso banale, terra terra, sempliciotto. Spero veramente che il presidente Berlusconi si stacchi da questa pseudo-destra che sembra piu' un ammasso di estremisti illetterati piu' che un centro-destra moderno, liberale, europeista. Questi non hanno capito che andando dietro a pagliacci come Trump si fa solo la figura dei trogloditi.

timoty martin

Mer, 20/01/2021 - 11:04

Fuori, bene! Persone senza onore, indegne di far parte di FI. Mancanza di rispetto per gli elettori che li hanno votati, i quali si sentono certamente traditi.

Ritratto di Koral

Koral

Mer, 20/01/2021 - 11:06

Vergogna.... La Rossi e stata accolta da Berlusconi come una sua fedele assistente. Le ha dato visibilità e spianato una carriera. Ma perchè si deve assistere a questi comportamenti infami?

carlo dinelli

Mer, 20/01/2021 - 11:07

A quanto sembra Berlusconi non si è ancora liberato dai traditori di cui si è sempre circondato - Tajani ha fatto benissimo a buttar fuori questi personaggi ignobili: che vadano pure a sedersi nelle file del Pd

barnaby

Mer, 20/01/2021 - 11:11

So che in Veneto tempo addietro più di una giunta comunale di CDX è implosa sempre ad opera di forzisti che ne facevano parte anche come assessori. Mi chiedo se in FI c'è gente instabile o infiltrata dalla sinistra. Certo che Berlusconi coi suoi reiterati "noi siamo opposizione responsabile" non ha giovato all'unità del partito e Meloni e Salvini di questo ne dovranno tener conto in futuro. Lo spettacolo visto ieri sera al Senato è stato tristemente vergognoso. @ ierofante guarda alla tua sinistra in quanto a becerume.

Antenna54

Mer, 20/01/2021 - 11:12

Sono dei voltagabbana e a loro interessa più la poltrona che il resto. Tra poco avranno sicuramente incarico adeguato per il loro tradimento.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 20/01/2021 - 12:16

Diciamo pure che il tradimento dei due forzisti non sono una novità, almeno per me che ho sempre considerato Forza Italia l'anello debole del fronte di centrodestra. Sempre pronti ai distinguo, ai si ma..., ai mal di pancia, ai voti difformi dagli accordi con gli alleati. Inaffidabili. Credo che a Meloni e Salvini convenga cominciare a ripensare questa coalizione...

Ritratto di Koral

Koral

Mer, 20/01/2021 - 12:22

@beed. Io non mi sento troglodita, sebbene ammiro Tump e la ua politica. Trump era riuscito a portare gli Stati Uniti ad una grande ripresa economica. Ma, come in tutti i paesi del momdo, la pandemia ha creato recessione. L'anomalia sta nel fatto che i paesi sotto la "dittatura" di sinistra (come il nostro), propagandano che nei propri paesi la recessione é causata dalla pandemia, mentre nei paesi guidati dalla destra la colpa è di questi governi. Come al solito, due pesi e due misure.

maurizio@rbbox.de

Mer, 20/01/2021 - 13:13

@Beed - Giorgia Meloni ha detto la verità. Poi se a te pare troglodita questa è opinione tua. Ma l'affermazione è VERA. Trump in USA non l'avete capito voi sinistri. O destri strani (cioè uguali ai sinistri ma sbiaditi). Il CANDIDATO Trump era il candidato Repubblicano IDEALE ed ha unito l'intera società USA non destra-sinistra ma ricchi-poveri! Un mezzo miracolo politico da applaudire e basta! Il PRESIDENTE TRUMP si è dimostrato essere una delusione sotto moltissimi aspetti, ma non per i motivi che dicono i sinstri, ma per l'esatto opposto, perché non ha realizzato quasi niente di quello di cui parlava in fase di candidatura. Non troppo, ma troppo poco! Con un enorme successo: non aver iniziato una guerra! Nemmeno una. Quello che verrà dopo sarà peggio.