Zalone zittisce gli ultrà del politically correct: "Ora basta stupidaggini"

L'attore risponde alle polemiche: "Purtroppo non si può dire più nulla, c'è sempre qualcuno che si offende. L'unica cosa atroce qui è la psicosi del politicamente corretto"

"Se riproponessi certe imitazioni di dieci anni fa, tipo quella di Giuliano dei Negramaro, mi arresterebbero". Questa la dura realtà sottolineata da Checco Zalone: "Oggi non potrei scherzare come facevo su Tiziano Ferro o sugli omosessuali". Recentemente finito nella bufera dopo l'uscita del trailer di Tolo Tolo con tanto di accuse di razzismo, il comico barese ha risposto duramente: "Purtroppo non si può dire più nulla. L'unica cosa atroce qui è la psicosi del politicamente corretto. C'è sempre qualche comunità, o qualche gruppo di interesse, che si offende". E ha risposto a coloro che lo hanno accusato di essere intollerate verso i migranti: "Escludo che qualcuno possa essere così stupido da pensarlo davvero". Non poteva mancare una battuta tipica del suo stile: "Non sono razzista neanche verso i salenti, che sono i veri terroni. Ne approfitto per chiedere scusa ai foggiani. Chiedo scusa pure ai calabresi: nel nuovo film c'è una battuta terribile su Vibo Valentia".

La politica

Intervistato dal Corriere della Sera, l'attore ha commentato il pensiero degli spettatori che lo accostano alla sinistra: "Eh no! Questo è troppo! Qui mi arrabbio davvero". In realtà la prima volta, nel 1996, ha votato Silvio Berlusconi: "Secco. Perse. Per un po' poi mi sono astenuto". L'ultima volta ha ammesso di aver votato Matteo Renzi: "E ha perso pure lui". Luca Pasquale Medici ha narrato la nascita della leggenda del Checco Zalone di destra: "Eravamo a una festa di paese. Tentavo di provare sul palco, ma da quattro ore un gruppo di comunisti, vestiti da comunisti, andava avanti con la pizzica". Successivamente urlò spontaneamente: "Viva Berlusconi!".

Poi ha raccontato di essere stato ad Arcore con Piersilvio Berlusconi, il produttore Pietro Valsecchi, Giampaolo Letta e la compagnia Mariangela in occasione della nascita della figlia Gaia: "Per festeggiare bevemmo solo vino Gaja, il migliore del mondo". Alle ore 10.00 di sera Berlusconi si alzò sospirando: "Scusate, ma devo andare a scrivere le memorie difensive del processo. Cosa mi tocca, a quasi ottant'anni...". Completamente ubriaco si perse nei meandri della villa: "Trovai Berlusconi con sette donne, tutte vestite. Lui stava recitando la parte del prete, che ascoltava in confessione i peccati. Mi indignai... Berlusconi con le donne vestite? I valori di una volta?".

Al momento continua a piacergli il fondatore di Italia Viva: "Anche perché lui mi ha cercato, mi ha intortato. Amo i perdenti". Ha espresso un giudizio anche sulle sardine: "Non le ho ancora capite. Non mi esprimo. Certo, questo leader con il cerchietto tra i capelli...". Non è riuscito a inquadrare neanche Matteo Salvini: "So solo che è un grande comunicatore. È un grande paraculo. Ora vedo che sta tentando di diventare un po' democristiano".

Il film

Il titolo del film, Tolo Tolo, vuol dire "Solo Solo". Si tratta di una storia che ha come protagonista "un italiano scappato in Africa, inseguito dai debiti". Nel Paese scoppia una guerra civile "e lui tenta di tornare in patria, unico bianco tra i profughi", incontrando una donna e un bambino che si chiama Dudù: "Ti chiami come il cane di Berlusconi". Verrà criticato ovviamente anche per questo.

È da intendersi un film per cambiare il sentimento degli italiani verso i migranti? "Non ho questa ambizione. Abbiamo girato in Kenya, in Marocco, a Malta dove abbiamo ricreato i campi di detenzione libici". Sono state dunque 20 settimane "di lavoro durissimo". Ieri è stato il Data-Day, un termine da lui inventato che sta a indicare il giorno in cui bisogna consegnare il film alla censura: "Esiste ancora la censura. Da quel momento non puoi cambiare nulla".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

babilonia

Dom, 22/12/2019 - 09:54

Siamo ben oltre i limiti del ridicolo, definendo razzista l'ultimo film del bravo Zalone, Zalone al quanto mi risulta non è nato proprio a Milano, bensì nel profondo sud, evidenzia ancora di più, se mai ce ne fosse stato bisogno l'indistruttibile stupidaggine di certi giornalisti e politici di sinistra.

Reip

Dom, 22/12/2019 - 10:41

Zalone verra’ crocifisso e distrutto dal sistema di sinistra.

tiromancino

Dom, 22/12/2019 - 10:54

Ma se dicesse qualcosa di sinistra, cambierebbe tutto,basta guardarsi intorno e ...

ekat

Dom, 22/12/2019 - 10:57

Il politicamente corretto andrebbe perseguito come "attentato alla libertà di pensiero" che, per essere tale, non può subire delle censure preventive. Inoltre, chi ne stabilisce i canoni? Chi si mette sul piedistallo e decide cosa e come si possono dire le cose, i pensieri e, adesso, finanche i sentimenti? Per non parlare delle colossali e ridicole contraddizioni che ne derivano. Basti pensare al caso Rowling, con una femminista messa all'indice dalla lobby trans. Bravo Zalone! Le tue parole, condivisibili anche e soprattutto nei paradossi che esprimono, sono una boccata di ossigeno in un clima asfissiante.

Anticomunista75

Dom, 22/12/2019 - 10:59

babilonia, cosa vorrebbe dire "Zalone è nato al sud"? è pieno di gente del sud che odia i settentrionali, così come c'è molta più gente colorata che odia i bianchi rispetto al contrario. Finiamola con questa storia di pararci dietro alla meridionalità e all'essere africani per toglierci di comodo ogni accusa di razzismo e addossarla sempre agli stessi, ovvero ai bianchi italiani in particolare settentrionali. Troppo comodo...

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Dom, 22/12/2019 - 11:09

Negli USA il popolo, nauseato dal politicamente corretto, ha dato un segnale molto forte nel 2016, sotterrando l’imbarazzante candidata Dem, apoteosi del politicamente corretto e sponsorizzata dal presidente più politicamente corretto (e devastante) mai esistito. Ora la mafia politicamente corretta ci sta provando con l’impeachment ma non è detto ci riescano. Gli USA non sono l’Italia dove chi ha raccolto voti contro la mafia politicamente corretta s’è poi svenduto alla stessa per salvare il cadreghino.

Fjr

Dom, 22/12/2019 - 12:19

Se parlava bene degli immigrati ,dei gay ,dei meridionali,della sinistra e di quanto è buona per il paese gli avrebbero lastricato d’oro un ponte fino a Marte,ma sinceramente lo preferisco così un po’ guascone un po’ paraculo ma sicuramente non politicamente corretto,e alla fine a dire se il suo film sarà o meno un flop sarà sempre il botteghino

-cavecanem-

Dom, 22/12/2019 - 12:57

BoycottPolitica, diciamo che pero' il fenomeno del "politicamente corretto" e' nato negli USA. Ne sono ancora vittima. E' degenerato dalla paura della parola "N" a quella di dover constantemente camminare sulle uova onde evitare di urtare la fragile sensibilita' dei gay, latino, donne , dei gender confused, e chi piu' ne ha piu' ne metta.

rudyger

Dom, 22/12/2019 - 13:01

Comunismo= censura ideologica. insistiamo ancora con la censura fascista !e quella democristiana cosa era ? ora abbiamo quella comunista, peggiore semmai delle altre due . Zalone, insisti, fai neri questi zossi comunisti.Sono il male assoluto .

peter46

Dom, 22/12/2019 - 13:14

Anticomunista75...(sei anticomunista come Berlusconi,vero?AH!bene)forse, FORSE,verrà il tuo interlocutore a risponderti,intanto ascolta la mia versione...forse voleva sottintendere che se Zalone è 'nato al Sud' avrà avuto più 'comprensione' e meno razzismo rispetto a coloro che del razzismo meridionale hanno fatto negli anni le loro fortune=leghisti settentrionali=......iù,più che altro.NB:Non c'è alcun meridionale che odia i settentrionali se gli stessi si sentono ITALIANI come loro,infatti vanno a lavorarci.O ci andavano,che ora le mete preferite sono spostarsi in treno o in aereo e non da 'barconati',specie in Albania dove oltre al lavoro trovano 'quella' anche a-gratis e 'soddisfacente'.Io l'ho sempre affermato:se salvy non vi mette la 'museruola','mal' gli verrà.

DIAPASON

Dom, 22/12/2019 - 13:18

la contrapposizione politica, un efficace modo di reclamizzare un prodotto

SoftSteel

Dom, 22/12/2019 - 13:18

Le dittature iniziano sempre con il limitare il modo di parlare e di cosa si parla. Il politically correct non fa altro che mettere le persone le une contro le altre cosi´ che un terzo ci guadagna. E chi e´ il terzo?

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 22/12/2019 - 13:58

Il film di Zalone, per essere valido, non dovrà dare nessun tipo di 'assist' ai 'consolatori' dell'invasione; a quelli che, dal fenomeno dell'immigrazione, hanno tratto ogni vantaggio: i comunisti, perchè vi trovano un bacino elettorale; i benpensanti e gli intellettuali, perché vi trovano linfa per la loro malvagità intellettuale; la globalizzazione sorosiana, perché vi trova l'annullamento delle identità ai fini della loro conquista economica; la globalizzazione 'danzante' perché trova motivo per le 'tarante' in tutto il mondo; la Chiesa franceschina, perchè vi trova motivi di 'santificazione', senza farsi troppi problemi culturali. E, più in generale, dovrà bacchettare il mondo degli stupidi, perché, per dirla con LaRochefoucauld: "Recitare la parte di 'buoni' dà il vantaggio di poter coprire la propria stupidità".

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Dom, 22/12/2019 - 14:02

Negli anni 60 e 70 in italia c'era molta più libertà di espressione. Il politicamente corretto è un cancro in stadio metastatico. Ringraziamo tutti il catto-socialismo ipocrita e conformista.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 22/12/2019 - 14:05

Fin da bambino mi hanno insegnato che sono nato in uno stato democratico dove esiste libertà di parola,di culto,a mezzo stampa senza bisogna di essere censurato e come recita il testo dell'articolo 21 della costituzione. Se io dovessi commettessi reati ,il sistema giudiziario interviene a mio sfavore proteggendo i diritti degli altri. Mi chiedo chi e cosa può limitare le mie espressioni,i miei pensieri,il mio retaggio culturale solo perché non la penso come altri? Mi ricordo i tempi in cui mi si diceva che ero terrone;non mi sono mai offeso ed ho sempre risposto che sono stato fiero ed orgoglioso delle mie origini perché mio padre ha lavorato onestamente la terra. La mia libertà finisce dove inizia quella degli altri....

Antenna54

Dom, 22/12/2019 - 14:30

Ma quando i sinistroidi farn meno di dire "gretinate"? Han stufato, rotto quel che và bene ... a dir poco e in maniera gentile.

Ritratto di fergo01

fergo01

Dom, 22/12/2019 - 15:05

PRIMA PARTE - CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE DI QUESTA E DELLA SECONDA PARTE, GRAZIE. ormai commentare le inutili prese di posizione di sinistri, buonisti, politically correct, antitaliani, sardine, centri sociali, radical chic, fascisti antifasciti e democratici antidemocratici è semplicemente inutile. sono talmente autoreferenziali che non si rendono conto che sono ormai la caricatura di se stessi.

Ritratto di fergo01

fergo01

Dom, 22/12/2019 - 15:06

SECONDA PARTE il fatto che (se li mettiamo assieme nei loro tempi migliori) pdioti, sinistri vari e 5stalle dall' 80% sono crollati al 30 scarso dovrebbe far capire loro che quello che pensano, se vogliono continuare ad imporlo invece che democraticamente deciderlo nelle sedi preposte, scateneranno qualcosa di cui non hanno idea, e definitivamente spariranno, politicamente, dalla faccia della terra. persone che ragionano in questa maniera sono la vergogna dell'umanità. ricordo a questi esseri superiori che in democrazia esiste il povero che non ha finito la terza media così come esistono i plurilaureati: tutti hanno diritto di pensiero e parola e nessuno può essere tacciato delle peggiori nefandezze perché ha un pensiero diverso dal mio. diverso il discorso come appena scritto, quando qualcuno vuole imporre idee che nemmeno il 10% della popolazione condivide: si chiama fascismo ed oggi i fascisti stanno a sinistra.

Ritratto di Arminius

Arminius

Dom, 22/12/2019 - 15:25

Zalone non mi è mai piaciuto gran che, però dopo che ho visto la scena in cui, ospite della Lega Nord, ha pisciato nell'ampolla dell'acqua del Po, mi ha fatto alquanto schifo in qualità di persona miserabile. Se sei contrario ad una idea, partito o religione li combatti con le idee, non con sceneggiate offensive sui loro simboli!

pardinant

Dom, 22/12/2019 - 15:49

A conferma che per alcuni gruppi politici o sei dei loro o sei un nemico da abbattere

babilonia

Dom, 22/12/2019 - 15:56

Rispondo brevemente ad Anticomunista 75: non mi sembra che il simpatico extracomunitario del film di Zalone sia originario dei paesi scandinavi, ergo trovo alquanto anacronistica la tesi che la pellicola del regista pugliese sia "razzista", così mi pare singolare l'assunto che un meridionale offenda un extracomunitario. Tutto qui.

polonio210

Dom, 22/12/2019 - 16:19

Grande Zalone:spero vivamente che le sue dichiarazioni comincino ad aprire una piccola crepa nella muraglia,che imprigiona le menti portandole all'ammasso,chiamata "politicamente corretto".Auspico che di crepa in crepa si arrivi al suo totale cedimento così da liberarci da questa mortifera dittatura.

rudyger

Dom, 22/12/2019 - 16:34

FERGO1, PERCHE' LI CHIAMA FASCISTI E NON KOMUNISTI ? IL FASCISMO COMBATTE' IL KOMUNISMO . MI DICA POI IN QUALE PAESE DEL MONDO ESISTEVA LA DEMOCRAZIA ? NON IN AMERICA LATINA, ASIA, PAESI ARABI, AFRICA E DA ULTIMO EUROPA DOVE NON ESISTEVANO GOVERNI FASCISTI MA ANCHE PEGGIORI DEL FASCISMO ITALIANO.

ruggerobarretti

Dom, 22/12/2019 - 16:43

Arminius: ma lo hai capito quel film???

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 22/12/2019 - 16:49

Ci avete rubato la nostra identità:ridatecela! Voglio ricordare i tempi in cui si andava in gita a fare visita in Vaticano come ospiti silenziosi e rispettosi per guardare la maestà dei manufatti che albergano lì:non mi sono mai permesso di criticare le opere o i dogmi pur se la penso diversamente,religiosamente parlando e non mi permetterei mai di volere stendere dei veli pietosi alle strutture marmoree che evidenziano i nudi quando vengono a far visita i musulmani per non mancare(secondo il loro concetto)loro di rispetto. Se dovessi andare in Cina a far visita ai templi buddisti o in Thailandia,per immergermi per qualche periodo nella loro cultura non chiederei prepotentemente di volere velare la loro storia religiosa/politica di appartenenza...1°parte

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 22/12/2019 - 16:49

...2°parte...Se vado in Africa per immergermi nella natura non chiedo di volere costruire le strade in modo da adattarle alle mie scarpe. Il principio è questo:ridateci le nostre origini e rispettatele come tali senza nulla pretendere in quanto ospiti rispettosi.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 22/12/2019 - 17:06

il politicamente corretto è peggio del nazismo e comunismo messi insieme e va combattuto nella vita di tutti i giorni

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Dom, 22/12/2019 - 17:07

-cavecanem- certo, e hanno talmente nauseato, schifato ed esasperato la gente normale che Trump ha stravinto le elezioni. Del resto dopo 8 anni di schifo causa presidente fazioso, inetto e divisivo (ma nero quindi politicamente corretto) gli americani non hanno voluto rischiare un altro presidente pari “qualità” (se non peggio) solo perché politicamente corretto (donna). Però il cancro non demorde e la democrazia non l’accetta, la volontà popolare la rifiuta. Quindi un bell’impeachment e via andare...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 22/12/2019 - 17:18

Ma posso vedere un film italiano senza che ci sia uno straniero, o è troppo! Ci sono tanti ragazzi che hanno studiato recitazione e non vengono mai assunti. Il cameriere, la colf, il facchino sempre stranieri.

Ritratto di fergo01

fergo01

Dom, 22/12/2019 - 17:30

RUDYGER leggi quello che ho scritto, con il senso della cosa, e non quello che vuoi leggere tu

treumann

Dom, 22/12/2019 - 17:47

Posso solo ringraziare Checco Zalone per il suo rifiuto a conformarsi al pensiero unico.

edo1969

Dom, 22/12/2019 - 18:09

Zalone emerito terrone

Ritratto di babbone

babbone

Dom, 22/12/2019 - 18:10

il fascismo è finito con la guerra, il comunismo si è alimentato con la stessa e mai finito, anzi lo alimentano le false democrazie.

amicomuffo

Dom, 22/12/2019 - 18:12

ricordatevi che la battuta più offensiva contro un uomo di colore, fu scritta proprio da due persone di colore! ( Mezzogiorno e mezzo di fuoco!), altro che Zalone!

Una-mattina-mi-...

Dom, 22/12/2019 - 18:21

NON PUO' CERTO PRETENDERE DI ELIMINARE LE STUPIDAGGINI DEI COMUNISTI E DEL PRETAME: LA STUPIDITA' E' LA LORO RAGIONE DI VITA

Ritratto di Lucio Flaiano

Lucio Flaiano

Dom, 22/12/2019 - 18:25

Politicamente scorregge per i cultori del politicamente corretto.

caren

Dom, 22/12/2019 - 18:29

Il politicamente corretto è un virus, chiamiamolo così, che colpisce la mente, e chi ne fa uso è inconsapevole di essere manovrato.

Reip

Dom, 22/12/2019 - 18:42

Zalone con questo film ha firmato il suo fallimento!

Savoiardo

Dom, 22/12/2019 - 19:14

Bravo

Capricorno29

Dom, 22/12/2019 - 19:28

Alla faccia dei cxxxxxi io il primo gennaio sono al cinema a vedere Tolo tolo grande ZALONE

edo1969

Dom, 22/12/2019 - 19:56

Zalone zozzone terrone

giovanni951

Dom, 22/12/2019 - 20:06

politicamente corretto.....una genialata dei sinistroidi.

anna.53

Dom, 22/12/2019 - 22:00

Forse Zalone, fine comico, non può più parlare, ma Vauro con la violenza di alcune sue immagini e parole, sì. Invocherei la commissione recentemente varata per valutare l'odio di quest'ultimo . Ma sono contro la censura , anche se a favore del buon gusto ( di cui Vauro è talora privo).

valerie1972

Dom, 22/12/2019 - 22:01

Buongiorno sig. Medici, si è svegliato bene?

valerie1972

Dom, 22/12/2019 - 22:06

Una prova di più, come il caso della Rowling che qualcuno cita, che i polcor stanno completamente impazzendo di paura, come quello che gli rimane in mano l'ordigno che sta per esplodere, e stanno reclamando (e perdendo) il controllo su tutto sperando che serva a salvarsi dalla camicia di forza.

manfredog

Dom, 22/12/2019 - 22:36

...ho visto e rivisto più volte il trailer dell'ultimo film di Zalone, e a me sembra anche e soprattutto una portata per i fondelli a Salvini; aspetto il film e poi capirò, spero, se quel che ho visto è vero. mg.

Ritratto di saggezza

saggezza

Dom, 22/12/2019 - 23:13

ed ancora bla bla bla inutili ed i fatti dove sono?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/12/2019 - 23:48

@Prtere 46 - dici [ "Non c'è alcun meridionale che odia i settentrionali se gli stessi si sentono ITALIANI come loro" ]. Tu sei il primo meridionale ad odiare i settentrionali e di prove ne hai già date molte. In quanto a percentuale di odiatori siete in lotta con i comunisti.