Chiesa timida contro l'islam aggressivo

Pensavo non dicesse nulla. Ormai sono talmente abituato ai silenzi diplomatici, troppo diplomatici, di Papa Francesco

Pensavo non dicesse nulla. Ormai sono talmente abituato ai silenzi diplomatici, troppo diplomatici, di Papa Francesco, che pensavo non dicesse nulla nemmeno sulla trasformazione in moschea di quella che fu per mille anni la più grande chiesa della cristianità. E invece qualcosa ha detto: «Penso a Santa Sofia e sono molto addolorato». È un brevissimo inciso all'interno dell'Angelus domenicale, una manciata di parole che sono troppo poco e magari sono troppo. Troppo poco per noi cristiani che conosciamo un minimo di storia e che avremmo gradito una reazione leggermente più tonica. Senza peraltro sperare nell'energia di Pio II, per l'appunto un Papa organizzatore di crociate, autore dei «Commentari» in cui si scagliò contro coloro che «insozzano di brutture maomettane il nobilissimo tempio di Santa Sofia» (si riferiva agli antenati di Erdogan, per intenderci). Ma forse le timide, rassegnate parole dell'Angelus sono troppo per il presidente turco e i suoi giannizzeri, non proprio dei sostenitori della libertà di espressione. Qualcuno rammenta le reazioni al discorso di Ratisbona di Papa Benedetto? In quel 2006 Ratzinger aveva ricordato, all'interno di un ragionamento espresso negli abituali toni pacati, come l'islam avesse fatto proselitismo a colpi di scimitarra: gli islamici indignandosi non fecero che confermare il concetto, mettendo a ferro e fuoco le chiese cattoliche nei paesi a maggioranza musulmana (a Mogadiscio una suora italiana finì trucidata). Nel frattempo il clima è se possibile peggiorato. In Turchia le minoranze cristiane ed ebraiche vengono sottilmente discriminate e meno sottilmente minacciate, i seminari sono stati chiusi, molti templi sono stati confiscati. Inoltre è proibito parlare del massacro dei cristiani armeni, il primo genocidio del ventunesimo secolo: chi lo fa rischia da sei mesi a due anni di reclusione, e se ti chiami Orhan Pamuk, premio Nobel per la letteratura, magari vieni assolto ma intanto vieni processato. In un contesto così ostile non è difficile immaginare che le parole del Papa possano essere usate contro i non musulmani che si ostinano a vivere nella patria di San Paolo, San Basilio, San Gregorio di Nissa, San Giovanni Crisostomo, San Simeone stilita.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ohibò44

Lun, 13/07/2020 - 17:45

Quella di Francesco non è una Chiesa timida è una Chiesa relativista in soggezione dell'islam che è una religione monolitica

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 13/07/2020 - 17:51

secondo me il Papa non ha capito NIENTE di politica! se era abituato a quello che si fa in argentina, non scambi italia per l'argentina :-)

Mordechai

Lun, 13/07/2020 - 17:52

Santa Sofia è già stata moschea per quattro secoli. Pur non avendo nessunissima simpatia per il dittatore Erdogan (grande amico del nostro Berlusconi), non vedo dove sia lo scandalo nel ripristinare la funzione che ha avuto fino al 1931. Anche i cristiani hanno trasformato nei secoli moschee e sinagoghe in chiese, per esempio in Spagna e in Italia meridionale (Trani, Siracusa, Napoli). Quanto all'Islam che farebbe proselitismo con la scimitarra, giova ricordare come nei secoli la Chiesa abbia costantemente imposto con la violenza la conversione a pagani, ebrei e musulmani.

sparviero51

Lun, 13/07/2020 - 18:06

INIZIARE A BOICOTTARE IN TUTTI I MODI IL TURISMO VERSO LA TURCHIA . QUESTA STUPIDAGGINE LA PAGHERANNO MOLTO CARA !!!

maurizio-macold

Lun, 13/07/2020 - 18:07

Il giornalista autore dell'articolo non tiene conto del fatto che la chiesa in questione e' in territorio turco e che la Turchia e' uno stato prevalentemente islamico. Papa Francesco ha dimostrato saggezza ed ha espresso con educazione e FERMEZZA il parere della chiesa cattolica, di piu' non poteva fare.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 13/07/2020 - 18:18

La Chiesa è una comunità di cristiani che seguono il messaggio evangelico espresso da Gesù ... oltre a questo possiamo farci un circolo arci, bocciofila o taverna delle Antille.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 13/07/2020 - 18:30

Andate in ferie in Turchia, lato coste egee, vedrete la differenza tra la civiltà ellenica, svilita a mo' di specchietto per le allodole per i turisti, e i scimmiottamenti del modello occidentale impregnato di materialismo e opportunismo di comodo. Fatti non foste per viver da bruti ma per seguir virtute e conoscenza.

INGVDI

Lun, 13/07/2020 - 18:40

Non c'è più la forza della Fede nella chiesa bergogliana, e non c'è in Bergoglio. Una chiesa così è destinata a sparire. Un partito fuorilegge, travestito da religione, conquisterà i beni e le coscienze dell'Europa, senza nemmeno dover combattere. Amen

ValdoValdese

Lun, 13/07/2020 - 18:45

Lacrime di coccodrillo... nel 1453 solo Venezia inviò (e di mala voglia) qualche aiuto militare a Costantinopoli, allora assediata e poi conquistata da una marea di turchi mussulmani armati di tutto punto; questo perché la Chiesa bizantina si era emancipata da Roma e pertanto il Papato di allora gioiva dei mali che la minacciavano e meno che mai avrebbe indetto una nuova Crociata per salvarla. Gli stati cristiani europei dunque, frenati appunto da Roma, stettero a guardare e le conseguenze di questo dissennato comportamento noi europei le abbiamo pagate per secoli e le paghiamo ancora oggi che Erdogan fa il gradasso...

david71

Lun, 13/07/2020 - 18:48

"Troppo poco per noi cristiani" Noi?? Ma noi chi? Lei? Mi spiace deluderla ma lei di Cristiano ha ben poco.....

tormalinaner

Lun, 13/07/2020 - 18:50

Abbiamo un Papa debole e mondano sottomesso all'islam per paura di ritorsioni, i nostri apostoli non avevano paura e hanno diffuso la fede. La fede è martirio e testimonianza e non sottomissione.

maurizio-macold

Lun, 13/07/2020 - 18:52

Per ValdoValdese (18:45) avremmo dovuto dichiarare guerra alla Turchia e fare una bella crociata! Questa e' pura pazzia.

ITA_Chris

Lun, 13/07/2020 - 19:01

Se il Papa continua a voler accogliere tutti in Europa, tra un po anche la Santa Sede sarà convertita in moschea.

evuggio

Lun, 13/07/2020 - 19:06

l'unica azione che rimane da fare agli occidentali per far capire che che le decisioni dittatoriali possono non essere totalmente impunite, è quella di boicottare la risorsa economica del turismo in Turchia disdettando le vacanze in quel paese!

cecco61

Lun, 13/07/2020 - 19:08

@ maurizio-macold: si faccia un giro a Cordova, e ne visiti la cattedrale. Erdogan sarà anche libero di fare ciò che vuole a casa sua ma, oggi, nel 21esimo secolo, l'occidente cristiano dimostra ancora una volta la superiore civiltà su un branco di caproni. @ mordechai: lei fa un po' di confusione mescolando le conquiste e il controllo del potere (con la scusa religiosa come fecero per primi i musulmani) con l'opera evangelizzatrice della Chiesa cattolica. Sono passati secoli da allora ma lei forse non se ne è accorto. E se pure accompagnati dalla spada i cristiani crearono scuole e ospedali mentre gli islamici cercano solo schiavi.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 13/07/2020 - 19:08

Ha ceduto o ha fatto un inchino? Propendo per la seconda ipotesi.

fisis

Lun, 13/07/2020 - 19:21

E' chiaro che l'Islam è in piena espansione, come già successo in altre fasi storiche. Ciò che è molto preoccupante è che invece il Cristianesimo, in mancanza di una Guida adeguata, sia come annichilito e incapace di reagire. La conseguenza può essere, a lunga scadenza, non solo la scomparsa del Cristianesimo, ma l'annientamento dell'intera civiltà occidentale.

maurizio50

Lun, 13/07/2020 - 19:34

La vicenda di Santa Sofia è di una inaudita gravità per il mondo Cristiano. Non andiamo a cercare giustificazioni di comodo. Don Bergoglio, nostro malgrado, ricopre il ruolo di Pontefice della Chiesa Cattolica Romana, cioè della Chiesa Cristiana Universale. Le pagliacciate di Erdogan non possono essere liquidate con una mezza frasetta di rammarico. Certo non bisogna essere un qualunque Bergoglio per niente credibile e sempre pronto ad abbassare la testa di fronte alle prepotenze dei musulmani.Non a caso il Papa Benedetto XVI, che ben sapeva come l'Islam manchi di rispetto verso ogni altra religione, è stato obbligato a dimettersi!!!!!

Dordolio

Lun, 13/07/2020 - 19:34

Mordechai, Ataturk saggiamente decise di trasformare Santa Sofia in un museo, per emanciparla da pretese religiose. Ora è tornato il Sultano invece. Che verrà naturalmente abbattuto e sconfitto, ma per ragioni politiche e non religiose. Nel mondo moderno Erdogan e la sua cricca non ha posto, e presto se ne renderà conto, ahilui.

Cheyenne

Mar, 14/07/2020 - 10:58

ormai la religione cristiana è alla fine