Cinque maglie di Maradona. Nuovo sogno dei calciofili

Bolaffi mette all'asta oggi memorabilia sportivi. Diego insieme a Messi e Pelé. E la bici di Pantani

Cinque maglie di Maradona. Nuovo sogno dei calciofili

La maglia della «mano de Dìos» e del vertiginoso gol dell'«aquilone cosmi» realizzato dopo 70 metri di dribbling palla al piede non c'è, quella azzurra comprata per pochi pesos in un negozio di Città del Messico perché quelle fornite all'Argentina dallo sponsor tecnico erano troppo pesanti per l'afa centroamericana. Ma quella camiseta con il numero 10 è in un museo di Londra, a cui è stata donata da Steve Hodge, oscuro medianone che alla fine di quell'Inghliterra-Argentina, quarto di finale di Mexico 86, ebbe la ventura di scambiare la maglia con Diego Armando Maradona.

Ma il Pibe de Oro a due settimane dalla sua morte sarà inevitabilmente il protagonista dell'asta online che la Bolaffi terrà oggi, a partire dalle 14,30, con 316 lotti di memorabilia sportive. Tre le maglie di Maradona in vendita. Il pezzo forte è una maglia a maniche corte del Barcellona attribuita al giocatore argentino della stagione 1982-83, forse non indossata ma di certo preparata per lui, visto che in quella stagione il numero 10 era sempre di Maradona. La stima del valore è di 5-7mila euro. Ci sono poi due maglie del Napoli: una indossata dal 10 in un Torino-Napoli del 22 febbraio 1987,. con tanto di firma autografa e dedica la stima è di 2.000-2.500 euro. Stesso prezzo di un'altra maglia azzurra con il numero 10, della stagione 1985-86, donata con un bosone a un dirigente dell'Inter alla vigilia di un Napoli-Inter del 16 marzo 1986. Poi c'è una maglia da trasferta, bianca con il numero 10 azzurro, della stagione 1988-89, dal valore di 6-10mila euro. Infine c'è una camiseta dell'Argentina, classico albiceleste del 1993, probabilmente indossata da Diego, che in quel momento era già in declino ma restava comunque il depositario della 10 della nazionale in quel momento vicecampione del mondo. La valutazione? 2.500-3.000 testoni.

Ma nell'asta di oggi c'è da far girare la testa a qualsiasi appassionato di sport. Restando al calcio ecco svariate maglie di Lionel Messi (una dell'Argentina 2015), una di Francesco Totti dell'Italia del mondiale Giappone-Corea del 2002 (quella di Byron Moreno), una indossata da Alessandro del Piero a Francia 1998. E poi una bellissima maglia verdeoro di Pelé della stagione 1970-71. E Cristiano Ronaldo, Giampiero Boniperti, , Roberto Baggio, Andryi Schevchenko, Zinedine Zidane, Johann Crujiff e quasi tutti i calciatori che sono nelle enciclopedie specializzare. Gli amanti del ciclismo troveranno una bicicletta Bianchi con cui Marco Pantani corse il Tour de France del 2000 (qui la stima è da capogiro: 25.000-30.000 euro) oltre a molti pezzi provenienti dal museo Mercatone Uno (che del Pirata fu la squadra dei suoi momenti d'oro. Il basket è rappresentato da pochi ma suggestivi lotti come una maglia dei Chicago Bulls del 1995-96 di Micheal Jordan. E se proprio avete 5mila euro che vi avanzano potate provare ad aggiudicarvi una torcia olimpica di Roma 1960, quando Virginia Raggi non era ancora sindaca della capitale.

Commenti