Il comandante De Falco: "L'immigrazione non è il principale problema in Italia"

Frecciata del parlamentare grillino alla linea del governo Salvini-Di Maio: "Chi pensa che l'immigrazione sia il principale problema dell'Italia è vittima di un'errata rappresentazione della realtà"

Il comandante De Falco: "L'immigrazione non è il principale problema in Italia"

Il comandante Gregorio De Falco, l'eroe della notte del tragico naufragio della Costa Concordia nel gennaio 2012, torna ad attaccare pesantemente la linea del governo lega-stellato e del ministro dell'Interno Matteo Salvini sull'immigrazione.

Il comandante, eletto in Parlamento proprio con il MoVimento 5 Stelle, lo fa con un post su Facebook pubblicato nella tarda mattinata di sabato. Un post in cui utilizza toni molto netti e sferzanti. "Il terribile destino a cui troppi vanno incontro in mare, non può che indignare e intristire le coscienze, ma senz'altro la connessa questione della immigrazione non rappresenta il problema principale per l'Italia di oggi . scrive De Falco - né sotto il profilo economico, né sotto l'aspetto sociale, e nemmeno per la specificità rispetto alla sicurezza interna. Chi si è convinto del contrario è vittima di un errore determinato da una falsa rappresentazione della realtà."

Parole che non possono non interpretate come un attacco diretto e nemmeno troppo velato a quelle componenti (peraltro prevalenti) della maggioranza di governo che del contrasto all'immigrazione hanno fatto la principale bandiera della legislatura.

De Falco è intervenuto su Facebook dopo i commenti polemici comparsi sotto a un altro post pubblicato pochi giorni prima, in cui il senatore grillino rilanciava un'intervista all'Ammiraglio Pettorino della Marina Militare in cui si ricordava il dovere sacro di "prestare aiuto a chiunque rischi di perdere la vita in mare".

Commenti