Congresso delle famiglie, all'ingresso distribuito un feto di plastica

Al Congresso mondiale delle famiglie, in programma fino a domenica, consegnati anche feti di plastica accompagnati dalla frase: "L'aborto ferma un cuore che batte". L'iniziativa firmata dal portale internet Notizie Pro Vita

Congresso delle famiglie, all'ingresso distribuito un feto di plastica

È la replica in miniatura di un feto. Ed è distribuito in un sacchetto trasparente. Viene consegnato insieme a un cartoncino, su cui appare la scritta: "L'aborto ferma un cuore che batte". Secondo quanto riportato dal Corriere della sera, è uno dei "gadget" distrubiti al Congresso mondiale delle famiglie, in programma a Verona, fino a domenica.

Come si legge, l'idea è firmata dal portale internet Notizie Provita che, sul proprio sito, si presenta come "onlus che opera in difesa dei bambini, della vita, dal concepimento alla morte naturale, che sostiene la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna e che difende il diritto dei genitori a educare i propri figli".

"Tanto rumore per nulla", ribattono però gli organizzatori del Congresso, "Certa stampa non sa a cosa attaccarsi per denigrare il congresso di Verona. Non esiste alcun gadget del Congresso di Verona. La riproduzione di un feto di 11 settimane è un residuo della vecchia campagna che ha reso famosa l'associazione 'Pro vita' e che comprese anche l'affissione del manifesto grande quanto la facciata di un palazzo. Fu creata per aprire un dibattito sulla vita. E sulla vita ci concentriamo".

Boldrini: "Operazione mostruosa"

E sulla questione è intervenuta anche Laura Boldrini. Secondo quanto riportato da Repubblica, la deputata di Liberi e uguali ha dichiarato: "È semplicemente mostruoso fare un'operazione di questo genere. Se l'obiettivo è quello di suscitare sdegno collettivo nei confronti delle donne che sono costrette a interrompere la loro gravidanza sappiano, questi signori, che a vergognarsi dovrebbero essere loro". L'ex presidente della Camera, con altre esponenti della politica e altri movimenti sarà a Verona, alla contromanifestazione di domani. "Un motivo in più per essere presenti a Verona a sostegno dei diritti delle donne, a difendere le leggi dello Stato e a promuovere una società dove nessuno venga discriminato", ha concluso.

Commenti