Conte: "Non rinunciamo a riforme, negoziamo su tutto il resto"

"L'obiettivo è evitare la procedura di infrazione Ue sulla manovra nell'interesse dell'Italia ma direi anche dell'Europa. Non è facile ma sono fiducioso". Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, esprime ottimismo sulla partita che il paese sta giocando con la Ue

Conte: "Non rinunciamo a riforme, negoziamo su tutto il resto"

"L'obiettivo è evitare la procedura di infrazione Ue sulla manovra nell'interesse dell'Italia ma direi anche dell'Europa. Non è facile ma sono fiducioso". Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, esprime ottimismo sulla partita che il paese sta giocando con la Ue. A margine del G20, dopo un incontro con Jean Claude Junker, il capo del governo ha spiegato: "Io sono garante del patto con i cittadini rinsaldato con il contratto di governo, chiarito che non rinunciamo a una prospettiva di riforme, bisogna lavorare su tutto il resto. Il margine riguarda non la rinuncia ai punti qualificanti per il governo ma a tutto il resto".

Alla domanda se si fosse parlato del 2%, il premier ha replicato: "Non abbiamo parlato di numeri finali". Conte ha poi spiegato che, "oltre alla interlocuzione tecnica", "ci rincontreremo io e Juncker per recuperare i fili generali della interlocuzione politica. Un punto d'incontro concreto c'è con l'Europa.

E sull'ipotesi che sulla manovra il Governo possa porre la questione di fiducia Conte ha detto: "Non è scontato nulla. La fiducia è sempre una extrema ratio. Si decide solo all'ultimo e quando è necessaria".

Commenti