Cura Italia, Berlusconi: "Forza Italia migliorerà il decreto in Parlamento"

Il leader di Forza Italia sottolinea che il su partito non è soddisfatto di alcune misure varate dal governo, in particolare su lavoro autonomo e cassa integrazione in deroga

Ci impegniamo sin da ora a migliorare in Parlamento l'attuale decreto con la serietà e la determinazione che sono la cifra distintiva del nostro lavoro parlamentare”. Lo evidenzia in una nota Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia commenta il decreto "Cura Italia" approvato oggi dal consiglio dei ministri, che contiene le misure a sostegno di famiglie, lavoratori e imprese per contrastare gli effetti del coronavirus.

Forza Italia prende atto degli sforzi dell’esecutivo volti ad affrontare l’emergenza sanitaria ed economica. A questo proposito, Berlusconi afferma l’importanza di “rassicurare le famiglie e i lavoratori costretti a rimanere a casa, difendere i posti di lavoro dalla chiusura della stragrande maggioranza delle aziende e dai prevedibili cali di fatturato”. Ma sottolinea che alcuni provvedimenti non soddisfano il partito, a cominciare dai provvedimenti su commercianti, liberi professionisti e partite Iva.

Il Cavaliere spiega che Forza Italia ha sottoposto al governo le sue proposte, dimostrando come sempre competenza e serietà. L’ex premier precisa però che alcune sono state accolte, invece altre non state prese in considerazione. “Avevamo chiesto di sospendere - prosegue la nota -, come legittimamente richiesto dalle categorie economiche e professionali, i versamenti fiscali a tutte le imprese e ai lavoratori autonomi almeno per tutto il 2020”. Berlusconi evidenzia che l’esecutivo ha deciso in modo diverso in quanto ha rinviato i versamenti solo per le attività chiuse per decreto, mentre le aziende di medie dimensioni dovranno rispettare i loro obblighi fiscali.

Sono ritenute “una risposta parziale e insufficiente” anche i 600 euro una tantum per il lavoro autonomo e la cassa integrazione in deroga per tutti i lavoratori che durerà 9 settimane, un periodo considerato “brevissimo” da Forza Italia. “Come credo sia ormai palese - scrive Berlusconi -, siamo impegnati nel sostegno allo sforzo corale del Paese contro un virus che non solo miete vittime, ma rischia di far saltare l'intero sistema economico”.

Il leader azzurro esprime poi “dal profondo del cuore, un fervido e commosso ringraziamento agli eroi civili che dagli ospedali alla consegna della spesa sono impegnati in prima linea da Nord a Sud”. Per loro, Forza Italia ha chiesto all’esecutivo di prevedere un sostegno molto più alto rispetto a quanto deciso, come riconoscimento per il lavoro straordinario che stanno svolgendo da molte settimane. “Il nostro impegno - conclude l’ex premier - sarà quello di premiare e onorare nella misura che meritano il loro quotidiano sacrifici”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

DRAGONI

Lun, 16/03/2020 - 19:15

Go Berlusconi! Poi cacciare Giuseppi ed il suo gregge.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Lun, 16/03/2020 - 19:15

Il classico generale che comanda da un comodo bunker, 300 chilometri dietro la linea di fuoco.

WSINGSING

Lun, 16/03/2020 - 19:32

Parlare è facile da un ufficio supersanificato, seduto in poltrona ed omaggiato. Il classico caso di ARMIAMOCI E PARTITE. In ogni caso, caro Silvio, hai forato ancora una volta. La cassa integrazione e i lavoratori autonomi non sono il problema di OGGI. Poi, e per concludere: non un messaggio di solidarietà a chi sta in prima linea.

necken

Lun, 16/03/2020 - 19:54

il messaggio arriva dalla costa azzurra?!

aleppiu

Lun, 16/03/2020 - 20:07

intanto lui se l'e' squagliata a nizza!!!

Slomb

Mar, 17/03/2020 - 10:06

Eh già, bella la Provenza in primavera, vero? Fa venir voglia di far proclami. E va bene, abbiamo capito, che ti stai armando, ma poi tanto partiamo noi.

lorenzovan

Mar, 17/03/2020 - 13:06

se parla di "lavorare" il felpone si dara' malato