Coronavirus, Zaia attacca: "Cura Italia? Serve cura da cavallo..."

Il presidente del Veneto sferza il governo Conte, bocciando il decreto Cura Italia: "I 25 miliardi di euro non bastano"

"Altro che Cura Italia, qui serve una cura da cavallo". Così Luca Zaia, governatore del Veneto, va all'attacco del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e della maggioranza giallorossa. Intervistato dal Corriere della Sera, l'esponente di spicco della Lega bocca il decreto d'emergenza varato dall'esecutivo per fronteggiare l'emergenza economica e sanitaria provocata dalla pandemia di coronavirus. Nel farlo, l'uomo forte del Carroccio nel Nord Italia se la prende con l'Unione Europea, la cui assenza-presenza in questo difficile momento storico è la fotografia forse più significativa della crisi dell’Ue stessa.

"Il governo ha stanziato 25 miliardi con il Cura Italia, ma ci vorrà una seconda fase: quella della cura da cavallo. Va bene che l'Ue ha detto che si deroga al Patto di Stabilità, ma quello ero lo scenario dei tempi di pace, non quello dei tempi di guerra. O non ci si vuole riconoscere nulla?", attacca il presidente della regione-locomotiva d'Italia, che sottolinea un aspetto importante circa il rapporto Stato-Regioni: "Il Dpcm non prevede una chiusura totale e lascia la gestione delle deroghe alle prefetture. Certi decreti andrebbero scritti con le Regioni, lo dico con spirito di collaborazione, perché sarebbero più incisivi".

Dunque, il leghista aggiunge una considerazione chiave del suo punto di vista: "Io sono europeista, ma se si perde la solidarietà, è finita davvero. Non vogliamo tenere conto del fatto che i modelli contro la pandemia li abbiamo testati noi come Paese? Prima si studiava Wuhan, ora c'è un modello occidentale a cui guardare e sulla stampa estera ce lo riconoscono tutti i giorni". E prosegue così: "Quello è stato un aiuto per tutta l'Ue, no? Le nostre indicazioni non serviranno a tutti? Siamo stati in prima fila nell'affrontare l'immigrazione, i trattati in chiave franco-tedesca ci hanno sempre penalizzati, ora il nostro cuore produttivo è in ginocchio e nessuno lo vuole sentire?".

Ma non è tutto. Già, perché Zaia tira le orecchie e rinfresca la memoria a quelli che definisce "i fondamentalisti del trattato di Schengen": "Che fine hanno fatto? Dove sono finiti? Adesso le frontiere le hanno chiuse gli altri, uno per uno. E l'Ue dov'è? Non c' è regia, non il minimo coordinamento sanitario...". Già, le colpe dell'Europa, assente in questa emergenza, sono tante-troppo, e assai gravi.

Infine, una parentesi dedicata alla questione delle cure contro il coronavirus e dunque un parere sulla sperimentazione del controverso Avigan giapponese. Su questo versante, Zaia è chiarissimo: "Non dobbiamo illudere i cittadini, mai. Non so se il farmaco Avigan sia la soluzione, però l’Aifa dato il là alla sperimentazione sui pazienti Covid-19 e questo è un bel segnale".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 24/03/2020 - 15:06

già, perchè se la gente si preoccupa non tanto per il coronavirus, quanto per le conseguenze del blocco: quindi, necessità di campare! se lo stato non è in grado di mantenere tutti, almeno tolga le tasse :-)

Ritratto di filospinato

filospinato

Mar, 24/03/2020 - 15:14

Zaia la cura da cavallo ci sarà e pure quella del ciuchino si raggiungerà...

maurizio-macold

Mar, 24/03/2020 - 15:15

Zaia chi? Quello che protestava perche' due provincie venete erano state dichiarate zone rosse? E sempre quello che poi insieme al Salvini era per il blocco TOTALE delle attivita'? Per favore, signor Zaia, torni alla sua solita osterie a bere le solite "ombrette de vin" e lasci lavorare chi e' piu' competente di lei.

necken

Mar, 24/03/2020 - 15:24

i soldi da dove dovrebbero venire? : BCE, prestiti sul libero mercato, MES, ecc. On Zaia chi dovrebbe finanziare il denaro necessario, qual'è la tua opinione grazie

Antenna54

Mar, 24/03/2020 - 15:26

Stiamo ancora attendendo le mascherine di Zaia, speriamo che prima della fine di questo delirio arrivino.

Duka

Mar, 24/03/2020 - 15:37

Sig. Zaia lo sa che cosa serve veramente: MANDARLI A CASA ma non ne siete capaci , pavoneggiarsi nei sondaggi non conta nulla.

Giorgio1952

Mar, 24/03/2020 - 15:42

Zaia dopo aver detto 15 giorni fa che non voleva zone rosse in Veneto, oggi parla di "tempi di guerra" e aggiunge "Il Dpcm non prevede una chiusura totale e lascia la gestione delle deroghe alle prefetture. Certi decreti andrebbero scritti con le Regioni, lo dico con spirito di collaborazione, perché sarebbero più incisivi". Infine ha fatto la scoperta dell'acqua calda, "Il governo ha stanziato 25 miliardi con il Cura Italia, ma ci vorrà una seconda fase: quella della cura da cavallo".

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Mar, 24/03/2020 - 15:42

Zaia dovrebbe solo tacere visto che ancora il 7 marzo 2020 si dichiarava contro le "zone rosse" e voleva riaprire tutto! Dimettiti!

bernardo47

Mar, 24/03/2020 - 15:44

Facile fare il più uno eh?.....tanto mica sono tuoi i quattrini....

buonaparte

Mar, 24/03/2020 - 15:58

per un mese di chiusura non succede nulla altrimenti ad agosto dovremo andare in bancarotta..in un anno non si lavora per 160 giorni. qui siamo a 10 giorni di chiusura parziale di alcune aziende. basta fare catastrofismi e spargere paure .. saranno piu dannose queste paure che il corona virus..BASTA PIANGERE . RIMBOCCARSI LE MANICHE E VORRà DIRE CHE FAREMO QUALCHE GIORNO DI VACANZA IN MENO AD AGOSTO E QUALCHE SABATO DI LAVORO IN PIU E TUTTO TORNA COME PRIMA.

Lorenzi

Mar, 24/03/2020 - 16:20

Cari soloni, noi VENETI ci teniamo il nostro Zaia. Voi (inclusi i veneti che non sono d'accordo) tenetevi chi volete. Così siamo tutti contenti !!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mar, 24/03/2020 - 16:42

Ed è ridicolo criticare l'UE quando voi piddoleghisti ne siete i campioni più convinti. Come qualcuno ha già scritto, proposte concrete? Modalità di finanziamento? Più soldi a credito dai "mercati", eh Zaia?

ulio1974

Mar, 24/03/2020 - 16:43

...facciamo i conti della casalinga di Voghera: 1200 mrd (PIL nazionale): 12 mesi = 100 mrd/mese. Quindi, per ogni mese di crisi, devono essere messi a disposizione ALMENO 100 miliardi. Ci è arrivato anche mio figlio di prima media.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 24/03/2020 - 16:44

Per l’anziano chiuso in casa è difficile rendersi conto di ciò che gli gira attorno. L’impressione è che Zaia sia una persona seria, che affronta concretamente i problemi del coronavirus, mentre a Roma, dove comanda l’avvocato Conte, la confusione é totale. Nel mondo noi peggio di tutti.

moichiodi

Mar, 24/03/2020 - 17:07

In effetti serviranno molte altre decine di miliardi. Il fatto è che qui si fa a gara a chi lo dice prima. Troppo facile. Per non dire quanto costerà in seguito a ogni cittadino questo indebitamento. In questi momenti la cosa migliore e aiutarsi e unirsi e non fare i Pierini.

gjallahorn

Mar, 24/03/2020 - 17:12

Zaia forse non ha la misura del problema, perché la perdita stimata da Confindustria è di 100 mld al mese e quindi non colmabili in ogni caso. Al momento occorre contenere le spese e concentrarle sulla riconversione di alcune industrie per la produzione autarchica di presidi medici. A seguire si tratterà di rivedere completamente le reali esigenze della produzione, ridurre il debito pubblico e salvaguardare l' economia con forti limitazioni alle speculazioni finanziarie: ancora acquisti allo scoperto, una pratica che nette a rischio i risparmi della classe media. Che senso ha finanziare aziende che producono beni che nessuno vuole all' estero e che nessun italiano potrà più acquistare. Forse non ha capito che gli italiani sono in segregazione o in coda paziente come in tempo di guerra, che sciacalli stanno rialzando la testa con occupazioni abusive e atti violenti contro le forze dell' ordine.

vtrgsgcdg

Mar, 24/03/2020 - 17:21

C'è c'è la cura da cavallo... ma per la Germania che prevede di dare in particolare alle aziende tedesche oltre 800 miliardi di euro, di cui oltre 150 in deficit con spesa diretta dello Stato. Tutti soldi che utilizzeranno per riportare aziende e produzioni in patria dalla Cina e fregare un pò di produzione all'Italia del Nord che non solo non riceverà un euro da roma e da bruxelles, ma dovrà pure pagare i nuovi debiti di roma e del sud. Già ora le industrie tedesche si stanno avvantaggiando perchè lavorano al 70%/80% di capacità(il turismo per loro non è strategico come per l'Italia), a differenza del paese dei gonzi, l'Italia, dove le industrie lavorano al 30%/40% cifra in diminuzione con le ulteriori chiusure di aziende chieste dai sindacati (pagati dalle potenze straniere) e dal governo di roma che spera che bloccando il Nord Italia risorse e economia vadano a roma e al sud quando invece lì andranno solo debiti(pagati dal Nord) e le produzioni andranno all'estero.

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 24/03/2020 - 17:29

@Lorenzi condivido, la maggioranza di noi veneti Zaia lo ha votato, gli altri si tengano Conte. Io amo tutte le meravigliose regioni italiane e ad esse auguro di essere governate come il Veneto ed avere la nostra sanità.

rokko

Mar, 24/03/2020 - 17:35

forse se non avessimo sperperato soldi in passato oggi ne avremmo di più da spendere. Ma probabilmente per Zaia i soldi si fabbricano

necken

Mar, 24/03/2020 - 17:38

perchè questi sfinanziamenti non li chiediamo direttamente a Babbo Natale come fanno i bambini, lui è buono ed accontenta sempre tutti

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mar, 24/03/2020 - 17:55

@vtrgsgcdg Molti sono stati convinti che vivere di turismo sia desiderabile: "Diventeremo ricchi come Kenya, Giamaica, Cambogia e Filippine." "Le industrie sono brutte e inquinano." "Il cameriere stagionale è più libero dell'operaio con contratto a tempo indeterminato." E così via...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 24/03/2020 - 18:08

I 25 mld,pochi o giusti che siano, sono solo per marzo, adesso è tempo di procedere per gli altri mesi e vedremo cosa farà il governo. Schenghen è giustamente saltato non per motivi politici o economici ma perchè c'è una pandemia e fichè non sarà risolta non c'è un motivo valido per riaprire. L'Ue ha già cambiato passo da una settimana tant'è che le borse sono in rialzo da giorni, messi sul tavolo 750mld per comprare titoli di stato, abrogato il vincolo di bilancio e si discute-finalmente-di usare i fondi del mes senza condizioni(ovvero senza troika). Bisogna pigiare sull'acceleratore e mettere in un angolo i rigoristi nordeuropei, tutti quelli che dicevano di voler cambiare l'Ue hanno un occasione storica.

federico61

Mar, 24/03/2020 - 18:56

Grande Zaia, come sempre. Nel mio comune veneto le mascherine di Zaia ci sono. Dove sono gli europeisti da 8 settembre che oggi sono muti visto che i paesi europei come ha sempre detto la lega si fanno gli affari loro! Direi che alla fine della faccenda optiamo per il LombardoVeneto cosi vediamo come gli altri campano. Soluzione: stampare moneta come fanno i paesi sovrani (USA, Giappone e UK in testa). Noi veneti abbiamo due pregi: sappiamo e abbiamo voglia di lavorare quindi ce la faremo mentre per gli altri sarà un po più dura.

buonaparte

Mer, 25/03/2020 - 10:29

FEDERICO .. LA MASCHERINA DI ZAIA DEVI USARLA MA DEVI SEMPRE MANTENERE IL METRO DI DISTANZA . IO TI CONSIGLIO IL METRO E MEZZO COME DICONO IN GERMANIA. LO STUDIO DI 3 UNIVERSITà DICE CHE L'AERESOL CHE ESCE DALLA NOSTRA BOCCA STA IN ARIA PARECCHIO E IL VIRUS VIVE 3 ORE ATTIVISSIMO.VI CONSIGLIO DI NON FARE LUNGHE CONVERSAZIONI PERCHè PIU PARLATE E PIU ALITO VOI ED I VOSTRI INTERLOCUTORI EMETTETE E PIU SI MISCHIANO COMUNQUE I FIATI ..SEMPRE MOLTA ATTENZIONE..