Corte costituzionale, Marta Cartabia è il nuovo presidente: è la prima volta di una donna

Da tempo circolava il suo nome, che è stato eletto all'unanimità: il suo mandato scadrà nel 2020. Il commento del giudice: "Ho rotto il soffitto di cristallo, ho l'onore di fare da apripista"

La Corte costituzionale, riunita in camera di consiglio, ha deciso e in queste ore ha eletto come suo presidente il giudice (già vicepresidente) Marta Cartabia. Alla votazione hanno preso parte 15 giudici e i voti a suo favore sono stati 14, visto che lei stessa si è astenuta. Si tratta della prima donna a ricoprire questo ruolo e rimarrà in carica fino al 13 settembre 2020, giorno in cui scadrà il suo mandato di giudice costituzionale.

Chi è la nuova presidente

Cartabia è la prima figura femminile a sedere sullo scranno più alto della Corte e, quindi, quarta carica dello Stato. Il suo nome, che circolava con insistenza da tempo, alla fine è stato confermato proprio questa mattina. Nata a San Giorgio su Legnano, in provincia di Milano, il 14 maggio del 1963, è professore ordinario di Diritto costituzionale e, nel settembre 2011, è stata nominata dal presidente della Repubblica giudice della Corte costituzionale, di cui è stata vicepresidente dal novembre del 2014. La sua carriera accademica è stata segnata da un'intensa attività di ricerca in ambito costituzionalistico, con particolare attenzione alla dimensione europea e internazionale. Cartabia, negli ultimi otto anni, ha redatto 171 decisioni dall'ingresso alla Corte costituzionale. Dal dicembre del 2017, è membro della Commissione euorpea per la Democrazia attraverso il Diritto, organo del Consiglio d'Europa che svolge attività consultiva e di riflessione indipendente intorno ai principi chiave del patrimonio costituzionale europeo.

L'impronta futura

Giorgio Lattanzi, ex presidente, aveva lasciato il palazzo lunedì dopo nove anni di permanenza (e due di presidenza) ed era stato sostituito dal giudice Stefano Petitti. In base a quanto riportato dal Corriere della sera, le alternative maschili al nome di Cartabia erano i due vicepresidenti, Aldo Carosi e Mario Morelli, che la neopresidente ha confermato alla vicepresidenza. Secondo quanto riportato dal quotidiano, la continuità con la gestione Lattanzi sarà la conseguenza di un'impronta data dal presidente emerito divenuta pressoché indelibile, oltre che largamente condivisa tra i giudici, non soltanto per tutto ciò che concerne i diritti (come il fine vita e l'ergastolo ostativo), ma anche per l'apertura che la stessa Corte ha voluto operare verso l'esterno. Le visite nelle scuole e nei penitenziari, azioni inagurate ormai da tempo, probabilmente continueranno con l'elezione della nuova presidente.

Cartabia: "Ho rotto soffitto di cristallo"

La neopresidente, nel commentare la sua nomina e la prima volta di una donna a ricoprire la quarta carica dello Stato, ha voluto rilasciare una prima dichiarazione. Ha quindi affermato di aver "rotto un vetro di cristallo" e ha aggiunto: "Ho l'onore di essere qui e spero di fare da apripista".

Le congratulazioni

Dopo la nomina, tra le prime a esprimere le proprie congratulazioni a Cartabia è stata la deputata di Forza Italia, Mara Carfagna. La vicepresidente della Camera, di lei, ha detto che la neopresidente non rappresenta soltanto una giurista e costituzionalista "di chiara fama e stimata negli ambienti più ampi e diffusi", ma ha anche dimostrato di sapere esercitare il diritto "con grande umanità e indiscutibile libertà di pensiero". La deputata di Forza Italia ha poi voluto aggiungere: "Tra i suoi meriti, adesso, possiamo aggiungere anche quello di aver infranto ulteriormente il soffitto di cristallo che impedisce alle donne l'accesso ai vertici istituzionali e professionali. La scelta dei giudici della Consulta va, quindi, apprezzata non solo perché riconosce le qualità indiscusse della nuova Presidente, ma perché dimostra in aggiunta la volontò di superare ogni pregiudizio di genere anche nella selezione delle Alte Cariche dello Stato". Anche da Valeria Fedeli, del Partito democratico, sono arrivate le felicitazioni: "L'esperienza maturata negli anni già nella stessa Corte costituzionale, a livello accademico e internazionale, l'orientamento, dichiarato e praticato, a far prevalere sugli interessi di parte l'urgenza della buona politica capace di includere, responsabile, collaborativa, sono caratteristiche che guideranno Cartabia, cui faccio i miei migliori auguri di buon lavoro, nello svolgere al meglio questo importante e delicato ruolo".

Commenti

bernardo47

Mer, 11/12/2019 - 13:08

a occhio e croce, la ordinanza della corte dei conti friuli sul taglio delle pensioni elevate e sulla mancata piena rivalutazione di quelle basse e medie sara' esaminata con Cartabia Presidente. Ed e' questione che riguarda milioni dei nostri anziani che hanno avuto danni del 10/20% in pochi anni sulla capacita' di acquisto delle loro pensioni.Sono curioso di vedere come valutera'la Corte, quella normativa alla luce della Costituzione.

bernardo47

Mer, 11/12/2019 - 13:13

probabilmente tocchera' alla Presidente Cartabia esaminare assieme alla Corte, la ordinanza della Corte Conti Friuli relativa alla possibile incostituzionalita' del taglio di pensione elevate e della mancata rivalutazione di quelle medie e basse....questione che riguarda milioni dei nostri anziani con pensioni oramai depauperate del 10/15%. Vedremo gli esiti.

Jon

Mer, 11/12/2019 - 13:13

La Cartabia non rompe NULLA..Anzi..prosegue il monopolio Costituzionale del solito Clan, in cui, il neoliberismo continua soffocando ogni democrazia.

yorkshire22

Mer, 11/12/2019 - 13:37

Finalmente avremo un CSM che funzionerà meglio per spartirsi le poltrone. Poi se qualcuno dopo quanto è successo di recente, ci volesse spiegare a cosa serve questa istituzione inutile se non a promuovere carriere in base alle correnti politiche di appartenenza, sarei grato.

agosvac

Mer, 11/12/2019 - 14:03

Sembra che questo nuovo Presidente della Corte Costituzionale sia maturata nel pieno rispetto dell'UE tedesca e delle Costituzioni altrui. Speriamo conosca anche le esigenze italiane!

stefi84

Mer, 11/12/2019 - 14:08

Uomini o donne a me non interessa, ciò che importa è vedere comem affronterà i prolemi. Il problema mancate rivalutazioni sarà il banco di prova.

Ritratto di Lucio Flaiano

Lucio Flaiano

Mer, 11/12/2019 - 14:57

Lucio Flaiano. Presidente(ssa) eletta alla vigilia della fine del mandato. Poi diventerà emerit(a). La Consulta è da sempre a maggioranza (almeno 9 su 15) orientata a sinistra. I componenti sono nominati tra magistrati (CSM) nonché dal Parlamento e dal Presidente della Repubblica (da tanti anni, del tutto casualmente, sempre di sinistra). Così si spiegano certe pronunce.

Klotz1960

Mer, 11/12/2019 - 15:11

Che sia una donna non cambia una virgola

maurizio50

Mer, 11/12/2019 - 15:15

@Lucio Flaiano. Condivido. Aggiungo poi che i Signori della Corte non perdono mai il vizio, già più volte rilevato, di nominare a Presidente persone che manterranno la carica per pochi mesi. Ma che andranno a casa con liquidazioni e indennità da capogiro, superiori a quelle del Giudice. Tutto a spese di Pantalone. Giusto per essere in linea con le tante prediche a vanvera sulla spending review e altre amenità del genere!!!!

bernardo47

Mer, 11/12/2019 - 15:47

Recenti scritti della Cartabia taluni dicono essere preoccupanti per i diritti dei cittadini,dei lavoratori e dei pensionati.......troppo attenta ad art.81 e meno ai diritti dicono. Non ci voglio credere. Vedremo.

HARIES

Mer, 11/12/2019 - 15:50

Come primo esordio cominciamo male. Cosa centra il vetro di cristallo con la Corte Costituzionale? Vogliamo mica insinuare che la Corte Costituzionale, che deve essere sempre cristallina e pura, si è rotta con l'avvento della Donna? Secondo me, la nuova Presidente si è lasciata influenzare dalla presenza della TV di Stato per cui, non sapendo cosa dire, ha fatto uno pseudo elogio al movimento femminile. Una cosa mi è sembrato di ascoltare da un piccolo annuncio al TG: ho sentito nominare Napolitano...

Dordolio

Mer, 11/12/2019 - 16:12

Non riesco a capire questi entusiasmi "di genere". Che ci importa se è maschio o femmina? Deve essere bravo/a. Nelle mie varie attività ho avuto dirigenti donna. Non ne ho semmai un buon ricordo perchè spesso erano lì essendo state "carine" nei confronti di chi era ancora più sopra. E francamente la medesima circostanza - a ruoli "di genere" invertiti - non l'ho mai riscontrata. E datemi pure ora del bieco maschilista, ma purtroppo io imparo da ciò che mi succede, mi circonda e che vedo...

Iacobellig

Mer, 11/12/2019 - 16:39

Non mi vanterei come italiano vista la scelta fatta all’epoca dal comunista Napolitano: 64 anni a stipendio degli italiani!!! Altro fuori dalla politica non ha saputo fare!!! Che schifo!

steacanessa

Mer, 11/12/2019 - 16:43

Dieci mesi di durata della carica. Troppo poco per prendere nuove iniziative. Continuerà l’attuale tran tran soporifero?

baronemanfredri...

Mer, 11/12/2019 - 17:26

BASTA CON LE BUFFONATE DELLA POLITICA DI SINISTRA E SOCIALISTA FIN DAL 1977. NON DISCUTA LA SIGNORA, MA LA POLITICA CHE DA ALLORA CI ROMPE. I PRESUPPOSTI CI SONO, RIPARTIZIONE POSTI TRA LAVORATORI, INVALIDI E LAVORATRICI SCELTE TRAMITE PERCENTUALE COME ASSUNZIONI OBBLIGATORIE DI INVALIDI.

baronemanfredri...

Mer, 11/12/2019 - 17:27

MA ALLA FINE DI CHE TENDENZA POLITICA APPARTIENE? ALLA MAGISTRATURA DEMOCRATICA? CI DOBBIAMO SOPPORTARE ANCORA SENTENZE POLITICIZZATE? SPERIAMO DI NO.

bernardo47

Mer, 11/12/2019 - 18:46

Cartabia penso sarà una ottima Presidente immagino.....

silvano45

Mer, 11/12/2019 - 20:50

Ne nominano uno ogni 6 mesi perchè cosi vanno in pensione con uno stipendio di 20 volte una pensione sociale?Complimenti questa è idea di giustizia sociale?

idleproc

Mer, 11/12/2019 - 21:35

Non vedo a cosa servano o siano serviti, abbiamo un bel po' di strutture istituzionali di ormai dimostata inutilità, parlamento compreso. Risparmiamo un sacco di soldi, anche calcolando i turni di gestione del fax, non c'è storia.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Mer, 11/12/2019 - 22:08

Se lavora come parla, al tg ha detto: " si è rotto il vetro di cristallo...." e di che doveva essere? di ferro??!!!

ValdoValdese

Gio, 12/12/2019 - 07:06

Balle… non ha detto 'soffitto di cristallo', ha detto la cretinata, ha detto 'vetro di cristallo'… Forse conosce la Costituzione a memoria, ma certamente non sa che un oggetto o è di vetro o è di cristallo, non può essere tutte e due le cose insieme...

sparviero51

Gio, 12/12/2019 - 08:14

MA LA SIGNORA CONOSCE LA DIFFERENZA TRA VETRO E CRISTALLO ? IN CHE MANI SIAMO FINITI ???

sparviero51

Gio, 12/12/2019 - 08:17

DIRE " HO ROTTO UN VETRO DI CRISTALLO " E' UNA EMERITA FREGNACCIA . O È VETRO ,O È CRISTALLO !!!!!!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 12/12/2019 - 08:51

Che il CSM funzionerà meglio io aspetterei a dirlo.Il fatto che sia una donna non è un problema anzi,magari è meglio,sempre stando che non sia schierata da una parte.Vedremo se qualcosa in questo senso si muoverà o se sara la solita solfa sinistra.Intanto buon lavoro.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Gio, 12/12/2019 - 09:27

Non si illuda di avere rotto bel niente. E’ solo il burattino e l’ennesima pedina per la femminilizzazione della società.