Crisi demografica, ora Emma Bonino parla di "travaso"

Emma Bonino, affrontando il tema della crisi demografica, ha parlato di "travaso". Poi ha fatto notare come la Nigeria stia per avere più abitanti della intera Eurozona.

Crisi demografica, ora Emma Bonino parla di "travaso"

Esistono diverse ricette per risolvere la crisi demografica che attanaglia il Belpaese e l'intero Vecchio Continente. Una di queste è il "travaso" dei migranti, che Emma Bonino ha citato non più di due giorni fa. Il Congresso di Verona ha diviso l'esecutivo gialloverde. La differenza di vedute tra Lega e MoVimento 5 Stelle sulla bioetica e sulle politiche familiari è emersa con tutta franchezza. Il vicepremier Luigi Di Maio ha detto di "badare più alla concretezza" e di non voler assecondare "certi dibattiti", che apparterrebbero a epoche fa, magari al tanto stigmatizzato Medioevo. Tre ministri leghisti si sono presentati alla manifestazione. Adesso qualcuno ha iniziato a guardare al modello francese. Ma la kermesse scaligera ha lasciato degli strascichi e costretto le forze politiche, più o meno tutte, a svelare cosa pensano sulle stastiche relative al calo di natalità.

Basta leggere le dichiarazioni della leader di + Europa, che sono state riportate su Il Sole24Ore, per apprendere come il pensiero portato avanti negli States da Alexandria Ocasio Cortez, quello che si domanda se sia ancora eticamente giusto mettere al mondo dei figli, e dai suoi "compagni" stia prendendo piede in Italia. Pure Emma Bonino, in termini di "sostenibilità dell'ecosistema", ha individuato un paio di soluzioni che non dovrebbero suonare come nuove: la prima è la più classica delle risposte, cioè una "politica seria d'integrazione degli immigrati"; la seconda è appunto il "travaso". "Ragazzi - ha dichiarato la storica esponente radicale - , qui fra un po' siamo a dieci miliardi con una esplosione demografica a trecento chilometri. È chiaro - ha continuato - che o riusciamo a capire come organizzare questo travaso, oppure se ci illudiamo che basta fare un muro e quelli rimangono là, beh non è così".

L'immigrazione di massa, insomma, non conoscerebbe freni. E l'Europa dovrebbe cominciare a ragionare su una sorta di trasfusione demografica. Come se la crisi del tasso di natalità si potesse combattere solo tenendo in considerazione la freddezza dei numeri. Pure perché "nel 2050" - ha aggiunto l'esponente del partito europeista per antonomasia - "la Nigeria avrà più abitanti di tutta l'Eurozona".

Commenti