La cura anti-Covid da 6 euro? Il ministero sapeva, ma non rispose all'appello

Lo studio sul farmaco steroideo desametasone fa sperare. Ma già ad aprile una lettera inviata a Speranza chiedeva di favorire le cure col cortisone

La prudenza dice di aspettare che lo studio annunciato a Londra, ma non ancora pubblicato, venga reso fruibile da tutti per poterne valutare numeri e validità scientifica. Tuttavia, la notizia sul farmaco-anti-Covid da 6 euro permette di sfogliare indietro alcune pagine del grande libro del virus in Italia e di scoprire chein realtà qualcuno aveva già suggerito al ministero della Salute di puntare su questa terapia. Senza però ottenere risposta.

Come forse saprete ieri l’Università di Oxford ha annunciato di aver realizzato una ricerca su 2mila pazienti gravemente malati dopo l’infezione da coronavirus e trattati con il desametasone, un antinfiammatorio steroideo cugino del cortisone e del cortisolo. Stando ai dati, pare che il farmaco abbia ridotto fino a un terzo il rischio di morte dei pazienti. Il tutto grazie ad una spesa di circa 6 euro a confezione. Una grossa speranza, molto economica.

Ora, la “scoperta” londinese non è proprio un “eureka” di quelli da premio Nobel. Nel senso che molti avevano già intuito che il cortisone potesse essere estremamente utile. Nella forma più grave e spesso letale del Covid-19, infatti, un ruolo fondamentale lo gioca il processo infiammatorio e la sua esasperazione, la cosiddetta tempesta di citochine. In pratica il virus arriva, sedimenta qualche giorno, poi scatena nell’organismo una reazione infiammatoria tale da provocare polmoniti drammatiche e, a volte, la morte. Come aveva rivelato ilGiornale.it, qualcuno si era accorto della bontà del cortisone almeno due mesi fa. Roberta Ricciardi, responsabile del Percorso Miastenia dell'Ospedale Cisanello di Pisa, e Piero Sestili, professore ordinario di Farmacologia a Urbino, insieme ad altri 50 colleghi firmatari avevano addirittura inviato una lettera a Roberto Speranza per invitarlo a cambiare strategia nella lotta al virus. Invece di puntare alle terapie intensive, scrivevano, meglio affidarsi al “caro vecchio” cortisone. La cosa incredibile è che il loro "protocollo" prevedeva proprio l'uso del desametasone, ovvero il farmaco studiato a Londra. La lettera, spedita il 24 aprile, venne consegnata anche a due parlamentari di maggioranza e al viceministro Pierpaolo Sileri. Ma il ministero non rispose mai all’appello.

Va detto che anche l’Oms sul tema si è sempre mostrata scettica e nelle prime fasi il cortisone era addirittura sconsigliato. Il timore si annidava, e si annida, nell’effetto immunosoppressivo del farmaco: se il virus è attivo, somministrare un medicinale che riduce le difese immunitarie potrebbe apparire un controsenso. "Si tratta di un problema secondario, perché la terapia in questo caso va seguita solo per pochi giorni e non c'è quasi tempo per produrre una consistente immunosoppressione - ci spiegavano Sestili e Ricciardi - Il beneficio nel bloccare la risposta infiammatoria anomala, invece, arriva praticamente subito. E il gioco vale la candela". Il problema è che ad oggi i vertici della sanità nazionale non hanno ancora dato indicazioni precise in merito: “Per ora il cortisone non è vietato, ma nemmeno caldeggiato - diceva Sestili - Direi che è solo tollerato. Eppure molti medici lo stanno utilizzando con effetti positivi". Un esempio su tutti. Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, oggi lo dice chiaramente: “Ci eravamo accorti dell'importanza del cortisone e del remdesevir nelle fasi precoci della malattia. Ci avevamo visto lungo".

Dopo le notizie arrivate da Londra, i firmatari del protocollo inviato a Speranza naturalmente festeggiano. : “Che soddisfazione! - ci scrive Ricciardi - È quello che dico a tutti da febbraio”. Solo che qualcuno non sembra aver ascoltato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 17/06/2020 - 19:17

La cura cortisonica!!!??? Ma l'avevo accennato io agli inizi del contagio in Lombardia e non sono nemmeno un medico.

Giorgio5819

Mer, 17/06/2020 - 19:21

Poi uno si fa delle domande ... e le risposte sono ovvie.

zen39

Mer, 17/06/2020 - 19:23

Bisogna che ogni italiano si ponga la domanda: "Abbiamo un governo inefficiente o complice della nostra rovina ? " La risposta è semplice: ha camuffato per inefficienza la complicità con potenze staniere. L'opposizione farà bene ad andare a fondo sulla questione.Le manifestazioni in piazza al governo fanno ridere, sa chi è pronto a proteggerlo e a tirare fuori a soldi. Le stelle cadenti ne sanno qualcosa ma fanno finta di litigare. E' la stupidità dell'UE che preoccupa perchè la caduta dell'Italia comporta l'invasione di tutti i suoi territori da parte della "tigre che sorride" che intanto sta facendo sentire la sua deleterisa presenza in tutto il mondo.

rigampi1951

Mer, 17/06/2020 - 19:29

Speranza & Co da processare e mettere in galera, arroganti e incompetenti

antonmessina

Mer, 17/06/2020 - 19:35

speranza.. nome omen. ma ossimoro per quel pagliaccio5stalle

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Mer, 17/06/2020 - 19:43

Questa notizia sottolinea per l'ennesima volta che la centralizzazione in genere, in questo caso della sanità, è deleteria; se ogni regione, ogni ospedale avesse potuto gestirsi in autonomia qualcuno avrebbe trovato il modo di curare i malati e gli altri lo avrebbero seguito. Invece con un solo incapace al comando contiamo 35000 morti.

killkoms

Mer, 17/06/2020 - 19:45

loro possono non sapere!

Ritratto di HARIES

HARIES

Mer, 17/06/2020 - 19:46

Ma c'è qualcuno che sta tenendo aggiornato l'archivio di tutti questi documenti? Importante che non vada persa nessuna informazione, perché possono servire per eventuali indagini alla ricerca delle responsabilità. Certamente, se questo documento suggeriva una terapia valida e non è stata ascoltata, allora ci sono gravi responsabilità.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 17/06/2020 - 19:52

La cura anti-Covid da 6 euro?. Ora si comincia a capire l'interesse per i "vaccini a tutti i costi e perchè nell'ambiente c'è molta sordità"

Nes

Mer, 17/06/2020 - 19:52

Ma costa troppo poco...

akrancic

Mer, 17/06/2020 - 20:03

I nostri governanti attendono il Vaccino di Bill Gates. Non gli interessa no le cure che funzionano. Qualcuno sa se qualche magistrato ha iniziato un'indagine su chi abbia "consigliato" di non effettuare le autopsie in Lombardia?

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 17/06/2020 - 20:10

Nes Mer, 17/06/2020 - 19:52 Ma costa troppo poco...Lo temo anch'io...E.A.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 18/06/2020 - 10:13

per fortuna che come ministro della salute abbiamo un medico!!!ahhh,nooo? strano,allora per fortuna che come ministro mef abbiamo un commercialista!!!ahhhh no è solo un menestrello di bella ciao e storico!!! e minstro degli esteri'''.....lassamo perde! :-(

Nick2

Gio, 18/06/2020 - 10:16

Questi articoli vi squalificano. Voi fate passare come verità assoluta dichiarazioni di qualsiasi carneade, soltanto per insultare il Governo. Centinaia di migliaia, probabilmente milioni di morti nel mondo meritano una maggiore serietà di analisi...

traianus2

Gio, 18/06/2020 - 10:19

Altro grande mistero che questo governo deve svelare. Ricordo benissimo che di questa faccenda si è parlato più volte. Ma Speranza nemmeno la decenza di rispondere, troppo intento ad adulare i suoi virologi che ci hanno procurato solo danni. E poi Conte ogni giorno rilascia conferenze stampa dove non fa altro che osannare le scempiaggini fatte il giorno prima. Che vergogna. Quanti italiani si sarebbero salvati se questo farmaco fosse stato adottata a livello nazionale? La magistratura non indaga? Come si chiama il reato di quando una autorità responsabile non fa il suo dovere?