Dall'hotel del suocero di Conte alla Azzolina. Il vizietto del governo per le leggi ad personam

Comma nel dl Rilancio per il titolare del Plaza. Il caso dell'abitazione della Trenta

Ad personam. Nel governo Conte norme e leggine talvolta cadono a fagiolo per esponenti dello stesso esecutivo, regalando agli stessi, o a persone a loro vicine, vantaggi che è difficile definire inaspettati. Lo stesso premier, come è noto, varando il decreto rilancio ha fatto un bel favore al «suocero», Cesare Paladino, papà della sua fidanzata Olivia. Che, da proprietario dell'Hotel Plaza di Roma, aveva omesso di versare la tassa di soggiorno al Campidoglio tra 2014 e 2018, intascandosi quei 2 milioni di euro. Un «vizietto», a quanto pare, diffuso tra gli alberghi del Bel Paese e della capitale, visto che nell'indagine che aveva coinvolto Paladino c'erano in mezzo anche una ventina di altri hotel. Paladino, accusato dal pm Paolo Ielo di peculato (quei soldi vengono incassati per conto delle casse pubbliche), a giugno 2019 chiede di patteggiare una pena a un anno, due mesi e sette giorni di reclusione. Meno di un anno dopo, Conte nel decreto rilancio ai commi 3 e 4 dell'articolo 180 modifica il ruolo di riscossore per gli albergatori, e dunque il peculato per chi intasca la tassa di soggiorno si trasforma in «semplice» evasione fiscale. I maligni potrebbero pensare a una mossa per dare una ripulita alla fedina penale del papà della fidanzata, e il senatore di Fi Lucio Malan rilancia la storia, oggi, ricordando il differente peso che il M5s sembra dare ai «furbetti» del bonus rispetto alla vicenda della depenalizzazione della tassa di soggiorno che ha «sgravato dall'accusa di peculato il padre della compagna» di Conte, spiega Malan, che attacca: «Trattandosi di 2 milioni sottratti ai cittadini commettendo un reato, e non dei famosi 600 euro percepiti in modo del tutto vergognoso ma senza infrangere la legge (peraltro anch'essa firmata dallo stesso governo che ha depenalizzato la tassa di soggiorno), ci aspettiamo almeno le stesse sdegnate reazioni, in particolare dagli esponenti del Movimento 5 stelle».

Nessuna leggina, ma solo un'interpretazione «personalistica» delle norme, dietro la storia della casa di servizio dell'ex ministro pentastellato della Difesa Elisabetta Trenta. Un alloggio di pregio che le era stato assegnato per servizio al momento dell'entrata nel precedente governo: 141,76 euro di canone, 173 euro in più per «affittare» anche l'arredamento. Non esattamente un prezzo di mercato. Quando a settembre cade il governo, quell'alloggio ministeriale finisce riassegnato proprio al marito dell'ex ministro, il maggiore dell'Esercito Claudio Passarelli, e la coppia rivendica il diritto a vivere lì quando il caso viene alla luce. La procura militare di Roma apre un fascicolo per capire meglio, la Trenta cede, e all'inizio dello scorso gennaio la coppia trasloca nella casa di proprietà, al quartiere Prenestino.

Ultimo caso in ordine di tempo, è l'autoassunzione della ministra dell'istruzione Lucia Azzolina, che nel 2017 aveva partecipato al concorso per dirigenti scolastici classificandosi al posto 2.543 quando, ad agosto 2019, viene pubblicata la graduatoria. Due avvisi, nel giro di pochi giorni, fissano in 2,045 i dirigenti da assumere immediatamente. E il 4 agosto scorso con la Azzolina ministro, dal ministero arrivano altri 458 posti assegnabili in 18 regioni. La Azzolina sembrerebbe ancora fuori (si arriverebbe al numero 2.503), ma un decreto dipartimentale di ottobre scorso, a nuovo governo fresco di insediamento, ripulisce la graduatoria, cancellando 80 candidati classificati prima della ministra, che dunque finisce per occupare un posto in graduatoria che le darebbe diritto, da subito, a essere assunta. Ma ovviamente per fare la preside, la ministra potrà attendere di finire la sua esperienza al governo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Enne58

Gio, 13/08/2020 - 17:55

Scardineremo il sistema. Certo per instaurare il loro, che a me sembra peggio. La coerenza non è cosa loro

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 14/08/2020 - 12:33

2543? un numero fortunato. Ce lo giocheremo

ST6

Ven, 14/08/2020 - 14:58

Unargomento che ilGiornale conosce benissimo. L'Italia È il Paese delle leggi ad personam: Berlusconi docet. È nel dna degli italiani, ma non tutti lottano per non ascoltarne il richiamo.

bernardo47

Ven, 14/08/2020 - 14:59

Al referendum si vota No e per colpire i grillini e per gridare viva la Costituzione e viva la rappresentanza,,,,,,quella vera,

cgf

Ven, 14/08/2020 - 15:20

Calma! il decreto rilancio è per uscire dalla crisi covid, non può essere retrodato per fatti successi prima. è una forzatura che stona non poco da parte di chi vuole far sentire in colpa altri per errori da lui stesso commessi (e che non ha il manuale)

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 14/08/2020 - 15:29

bernardo47 Ven, 14/08/2020 - 14:59,al referendum si vota SIIIIII,per mandare a zappare la terra tanti tuoi cumparielli pidioti e grulli senza arte ne parte!!!

acquario13

Ven, 14/08/2020 - 15:30

Ma cosa vuoi che sia!! Questo è del tutto normale, se lo fanno loro! Ma vergognatevi, oltre a governare male, oltre a tradire gli italiani in tutti i modi, Vi fate le leggi per conto vostro! Ma quanti allocchi ancora credono alle vostre parole? Avete rinnegato tutto! Levatevi di torno incapaci!!

cgf

Ven, 14/08/2020 - 15:32

@ST6 infatti su SB fu fatta una Legge per retrodatarla e colpirlo. Oggi poi si viene anche a sapere che quel processo non fu regolare.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 14/08/2020 - 15:35

CHE FREGA AL POPOLO BUE ITALIANO, FINCHE' MANGIA DUE VOLTE AL GIORNO STA TRANQUILLO CHIAMANDO PAPA' CHI GLI DA' DA MANGIARE, OGNI TANTO UNO ZUCCHERINO (BONUS) ED IL POPOLO ITALIANO STA A CUCCIA E MASCHERATO COME GLI SCHIAVI DELL'ANTICO EGITTO

casela

Ven, 14/08/2020 - 15:37

Leguleio e azzeccagarbugli+mandarini raccomandati hanno prodotto queste vergogne

necken

Ven, 14/08/2020 - 16:14

Bernardo47: la rappresentanza vera quella scelta dai partiti e votata dagli elettori? democrazia sarebbe fare le cose che servono al Paese ammodernare e snellire la PA e burocrazia e Giustizia e molte altre cose più o meno note aii più..... ma le lobby politiche egli avvocati (troppi in Italia!) frenano da sempre

Ritratto di ErmeteTrismegisto

ErmeteTrismegisto

Ven, 14/08/2020 - 16:37

Che par....lo! Appena noto sottolineò di essere fedele di padre pio. Aveva già capito gli Italiani (una parte purtroppo ancora cospicua)

Calmapiatta

Ven, 14/08/2020 - 16:39

Beh, quasi niente. Nulla a confronto di chi ha fatto varare una legge per salvare il patrimonio di famiglia dalle eventuali cause risarcitorie di chi era stato truffato.....

bruco52

Ven, 14/08/2020 - 16:51

i grillozzi dicevano del Berlusca e loro fanno peggio....

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Ven, 14/08/2020 - 16:55

È il solito magna magna!

Mannik

Ven, 14/08/2020 - 17:19

È una balla colossale, siete i soliti disinformati.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Ven, 14/08/2020 - 18:18

Magistratura troppo indaffarata con Salvini!

Ritratto di ErmeteTrismegisto

ErmeteTrismegisto

Ven, 14/08/2020 - 18:24

Si si è una balla.... Come alcuni siti che fanno finta di scoprire fake news sostengono (sono loro le fake news e ne sanno qualcosa...) in quanto la pena pecuniaria non verrebbe cancellata ma soli quella penale. E vedi un po'!!!

Nes

Ven, 14/08/2020 - 18:33

Nessuno ci fa caso a meno che non siano di destra...

Veterano

Ven, 14/08/2020 - 19:09

Si vede che le notizie hanno sempre una interpretazione diversamente soggettive. Qualcuno dice che il numero esageratamente elevato di parlamentari italiani rappresenta la democrazia. Sbagliato, sbagliatissimo, soltanto rappresenta la inefficienza e la incapacità di risolvere ed agire in maniera veloce e costruttiva. Internazionalmente, le società private che si muovono in maniera agile hanno un numero ridotto di strati manageriali e pochi membri nel consiglio di amministrazione. Basta considerare che il numero di parlamentari Italiani è il più alto di Europa ed eccezione del Regno Unito. Come confronto, gli Stati Uniti hanno 535 parlamentari, con 328 milioni di abitanti, questo significa 1,63 parlamentari per ogni milioni di abitanti. Invece Italia ha 945 parlamentari, con 60 milioni di abitanti, e questo da 15,75 parlamentari ogni milioni di abitanti. Quindi Italia ha quasi 10 volte di più parlamentari che gli Stati Uniti. Per favore, votate per il taglio dei parlamentari