"Ecco tutti i conflitti di interesse del governo"

Mario Adinolfi, organizzatore del Family Day, prende di mira i conflitti di interesse del governo: dal divorzio breve per la Moretti, alla stepchild adoption per il senatore Lo Giudice al decreto per Banca Etruria per la Boschi

"Ecco tutti i conflitti di interesse del governo"

"Se persino l'Espresso riconosce che il fronte contro l'utero in affitto è così ampio, non può passare una legge fatta solo per legittimare la pratica di utero in affitto istigandone il compimento all'estero". Lo scrive su Facebook Mario Adinolfi, direttore de La Croce e tra gli organizzatori del Family Day, riferendosi al ddl Cirinnà su cui sta il Senato sta votando.

L'ex deputato Pd, poi, ha passato in rassegna tutti i casi di leggi ad personam del governo Renzi e ha spiegato che "non si può legiferare sul divorzio breve perché Alessandra Moretti deve divorziare, sulla Rai per ottenerne il controllo, sulla maternità surrogata perché Sergio Lo Giudice deve sistemare la condizione 'familiare' e su banca Etruria perché il papà di un ministro c'è dentro fino al collo".

"Così davvero comunicate agli italiani che il conflitto di interessi non è l'anomalia di un governante del passato, - scrive Adinolfi riferendosi evidentemente a Berlusconi - ma la prassi dei politici di sempre: puntare al potere per sistemare le proprie faccende. Si tratta del modo in assoluto peggiore con cui produrre leggi, le regole che dovrebbero tendere al bene comune. Il verso così è sempre lo stesso".

Commenti