De Luca inguaia professionisti e autonomi: pubblica nomi e Iban di chi prende il bonus

Gaffe del governatore della Campania che diffonde sui social dati sensibili

Alle intemperanze del governatore Pd della Campania, Vincenzo De Luca, siamo ormai tristemente abituati. Dal lanciafiamme da usare contro le feste di laurea durante la pandemia in poi, è stato un continuo susseguirsi di siparietti infelici. Ed il Coronavirus, certamente, ha contribuito ad accentuare la sua indole insolente.

Il fatto poi che si senta scivolare da sotto il sedere la poltrona di presidente, ha peggiorato le cose. Già in corsa per il suo secondo mandato alla guida della Campania, ha attivato una macchina comunicativa senza precedenti che poco si attaglia al suo stile da Prima Repubblica. Il 71enne De Luca non solo ha comprato un IPhone11, sostituendolo col Brondi del nonno, ma ha messo in moto un sistema di comunicazione per digitalizzare il suo consenso attraverso i social, investendo oltre 2mila euro a settimana per sponsorizzare i suoi grotteschi post.

L'ultima trovata per la sua campagna elettorale lascia letteralmente senza parole: lo staff di De Luca mette in circolazione i dati sensibili e i conti correnti di coloro che ha aiutato con soldi a fondo perduto. Questo conferma perché vorrebbe spostare il voto a luglio: per sfruttare il Covid per motivi elettorali, mettendo in campo un'operazione nella quale ha annunciato, attraverso un bando, un piano di aiuti per professionisti e imprese in difficoltà, accompagnati da una singolare comunicazione nella quale annuncia l'ottenimento del bonus regionale per professionisti (1.000 euro) e imprese (2.000 euro). La lettera termina così: «Era un nostro impegno. Lo abbiamo mantenuto con i fatti, e in tempi straordinari».

Attivisti politici dem vicini a De Luca hanno poi fatto girare su Whatsapp un pericolosissimo elenco di professionisti e imprese in difficoltà, con tanto di codice fiscale, partita Iva e Iban. Dati personali e sensibili che appartengono alla banca dati della Regione e che sono stati fatti circolare in chiave propagandistica mettendo a rischio il futuro di queste persone. Per poter accedere al bando, infatti, non si doveva aver avuto un fatturato superiore ai 100mila euro nel 2019, per cui quell'elenco mette alla berlina anche la capacità produttiva di un'azienda, facendo sapere a tutti quanto fattura, pubblicando al sua appetibilità finanziaria e porgendo così il fianco a potenziali sciacalli.

«Consentire che i dati personali e sensibili delle persone, tutelati legalmente, escano dall'amministrazione rappresenta una falla nella credibilità dell'amministrazione regionale denuncia Severino Nappi¸ presidente del movimento civico Campania il nostro posto e ordinario di Diritto del lavoro È un attentato alla privacy, un furto di dati, che getta soggetti deboli e a rischio, nelle fauci di organizzazioni criminali». Un elenco di beneficiari che hanno bisogno di aiuti con dati molto delicati che li espongono anche al pericolo del fishing da parte di pirati informatici che possono dall'acquisizione di questi dati, pescare sui conti correnti. Ma lo Sceriffo dal linguaggio pop, le conosce queste cose? «È una stella di latta - conclude Nappi La sensazione è che sia riuscito a raggranellare qualcosa dallo Stato e che l'abbia poi messo in campo per capitalizzare consensi, con soldi pubblici. Il Coronavirus è stata la sua grande occasione di rilancio».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

sbrigati

Gio, 14/05/2020 - 10:16

Se ha violato la privacy ne deve pagare le conseguenze, sia penalmente e sopratutto civilmente, ma di tasca sua, non usando i soldi degli altri.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Gio, 14/05/2020 - 10:29

Peccato che nessun giudice comunistardo lo condannerà mai. Se la notizia è vera diventerà l'ennesimo buco nell'acqua della giustizia.

claudioarmc

Gio, 14/05/2020 - 10:30

Il solito pericoloso incapace buffone

ruggerobarretti

Gio, 14/05/2020 - 10:34

Sbrigati: esattamente. Un autentico buffone ed anche pericoloso.

barbarablu

Gio, 14/05/2020 - 10:44

data breach dov'è il garante?... ah cavolo è anche lui del PD e cane non mangia cane!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 14/05/2020 - 10:51

Vincenzo De Luca, comunista e presidente della Regione Campania, laureato in Filosofia a Salerno. Massimo rispetto per lui, ma non apprezziamo la sua opera. Ci auguriamo che alle prossime elezioni in Campania scelgano diversamente sotto il profilo politico.

Happy1937

Gio, 14/05/2020 - 11:01

Comportamenti insensati e da perseguire penalmente.

zagor1963

Gio, 14/05/2020 - 11:21

se quello che dice questo signore l'avesse detto una della lega o di fratelli d'italia si sarebbero sollevati tutti i ciambellani di corte contro

Ritratto di adl

adl

Gio, 14/05/2020 - 12:00

Allo stipendio di DE LUCA ed ai BELLACCIAO suoi compagni, si applicherà il decreto rilancio che prevede che se una partita iva ha perso solo il 60% del fatturato non ha diritto al bonus FONDO PERDUTO ???!!!!

SemprePiùBasito

Gio, 14/05/2020 - 12:05

E la Magistratura ? TACE!! Infatti la privacy in Italia è la più grande barzelletta.... quando non ci stava tutti vivevano bene e tranquilli, da quando è stata messa elementi poco raccomandabili la buttano ai quattro venti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 14/05/2020 - 12:20

non verrà denunciato? :-) opperbacco.... mi sfugge qualcosa! e se io provo a pubblicare IBAN di questo governatore, verrò denunciato? :-) azz.... ma come mai???? :-) qualche babbeo comunista grullo vuole informarmi e informarci?? :-)

Savoiardo

Gio, 14/05/2020 - 12:27

É solo giusto.Ci vuole trasparenza.Bravo De Luca.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 14/05/2020 - 12:57

a gentaglia simile tutto è permesso, a Salvini hanno fatto un processo mediatico perchè è andato a citofonare agli spacciatori o presunti tali

buonaparte

Gio, 14/05/2020 - 13:38

i miei conoscenti che si hanno riaperto stanno lavorando a nastro recuperando in pochi giorni i fatturati della chiusura .. troppa gente che piange per finta.. si dice da noi ; piangere il morto per fregare il vivo..

titina

Gio, 14/05/2020 - 14:38

Pubblicare i nomi di chi prende i bonus mi sembra giusto, ma non l'iban.

Santorredisantarosa

Gio, 14/05/2020 - 14:46

DE LUCA HAI VISTO CHE PARLARE PARLARE TROPPO SI FINISCE PER FARE RIDERE ANCHE I POLLI.

Santorredisantarosa

Gio, 14/05/2020 - 14:47

ORA PREPARATI AD AFFRONTARE PROCESSI PER RISARCIMENTI VARI, OLTRE PATRIMONIALI.

antoniopochesci

Gio, 14/05/2020 - 16:57

Ridendo castigat mores: personalmente ho sempre apprezzato questa massima latina perché da che mondo e mondo la verità spesso la esprimono più i buffoni che i farisei ed i cortigiani del Palazzo che preferiscono mettersi la mordacchia piuttosto che inimicarsi il Potere. Ora, se il pittoresco Governatore della Campania, che sull'istrionismo e, purtroppo sulla tragedia del Coronavirus, ha costruito una carriera, ha commesso quello che gli viene imputato, allora nun fa più ride. Fa piagne!

Ritratto di blues188

blues188

Gio, 14/05/2020 - 17:13

@ 02121940: quel suo 'massimo rispetto' ce l'ha unicamente lei, io neppure un millesimo!

mareblu30

Gio, 14/05/2020 - 17:22

DE LUCA HA FATTO BENISSIMO!!! A PUBBLICARE I NOMI DI TUTTI COLORO CHE PRENDERANNO IL BONUS SOLO COSI' SI POTRA' SCOPRIRE CHI NE APPROFITTA!!, E CHI NON NE HA DIRITTO; ALLA FACCIA DELLA PRIVACY INVENTATA DA LADRI SOLO PER RUBARE!.

Giorgio5819

Gio, 14/05/2020 - 17:40

Naturalmente non ci sarà nessuna azione nei suoi confronti... va da sé, i comunisti possono tutto...