Draghi per il dopo Mattarella? Ecco i dem che vorrebbero soffiargli il Quirinale

L'arrivo di Draghi al Quirinale per il dopo Mattarella sembra ormai cosa fatta ma sono diversi i dem che sognano di salire al Colle al posto suo

Draghi per il dopo Mattarella? Ecco i dem che vorrebbero soffiargli il Quirinale

Il successore di Sergio Mattarella sarà Mario Draghi? I giochi per il Quirinale sembrano ormai fatti stando a quanto riferisce Marco Antonellis nel suo articolo per Tpi.it e l'attuale presidente del Consiglio sembra essere destinato a salire al Colle. I tempi ancora non sono stati definiti, perché il settennato di Sergio Mattarella è in scadenza nei prossimi mesi. Ma se il presidente della Repubblica in carica non dovesse accettare di proseguire per almeno un altro anno il suo incarico, Mario Draghi dovrebbe dimettersi da presidente del Consiglio e, quindi, l'Italia dovrebbe andare al voto per eleggere un altro governo, in anticipo rispetto ai tempi. La situazione per l'elezione del nuovo capo dello Stato, quindi, sembra più complessa del previsto.

Benché Mario Draghi sia il favorito per succedere a Sergio Mattarella, come giustamente sottolinea Marco Antonellis, chi entra Papa in conclave esce cardinale. Ossia, dare per scontato che l'attuale presidente del Consiglio salirà al Quirinale è ancora troppo prematuro, soprattutto visto il periodo di grande incertezza e di squilibrio in alcuni partiti, soprattutto nel Partito democratico. Ed è proprio il Pd che potrebbe mettere i bastoni tra le ruote a Mario Draghi stando alle indiscrezioni di Antonellis, perché tra i dem ci sono diversi esponenti che stanno mettendo seriamente un pensiero sulla poltrona al Quirinale. L'arrivo di Enrico Letta ha sparigliato i giochi e tutto ciò che fino a poche settimane fa sembrava improbabile, ora si fa possibile.

Marco Antonellis snocciola anche qualche nome di "cardinale" dem che in un ipotetico conclave spera di uscire Papa, ossia presidente della Repubblica. Tra tutti, pare che ad ambire al ruolo di capo dello Stato ci sia Dario Franceschini, ma ci sarebbe anche Lorenzo Guerini grazie all'endorsement Usa. Ci sperano anche Prodi e Veltroni, forti del fatto che Enrico Letta sia un ulivista doc e che quindi, in qualche modo, potrebbe perorare la loro causa.

Tra i nomi fatti da Marco Antonellis spunta anche Roberta Pinotti, che sarebbe la prima donna a ricoprire questo ruolo e che nel Partito democratico ha una voce molto autorevole. Tra tutti i nomi, però, c'è anche quello dello stesso Enrico Letta, che si dice abbia accettato di ritornare in trincea come segretario del Partito democratico per poter sperare di arrivare al Quirinale. La corsa alla poltrona del Quirinale è più aperta che mai e la concorrenza per Mario Draghi sembra essere agguerrita anche se pochi possono vantare attualmente la sua popolarità e gradimento popolare.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento