Ecco perché la Corte europea può riaprire il caso Berlusconi

Gli ultimi sviluppi hanno ampliato i dubbi sulla sentenza. Dall’equo processo al giudice, tutto quello che non torna

Non è possibile fino a questo momento comunicare quando la Corte esaminerà il ricorso in oggetto». Giuseppe Conte e Alfonso Bonafede possono stare calmi: perché alle 16 di ieri la Corte europea dei diritti dell’uomo fa sapere che la pratica 8683/14, «Silvio Berlusconi vs.Italy», nonostante i sei anni trascorsi, non è ancora pronta ad essere affrontata. Ma prima o poi i giudici di Strasburgo dovranno decidersi ad esaminare il ricorso del Cavaliere. E a quel punto il capo del governo e il suo ministro della Giustizia, ammesso che per allora siano ancora in carica, dovranno uscire dal silenzio in cui in questi giorni si sono chiusi davanti alle novità sconcertanti emerse sulla sentenza della Cassazione che nell’agosto 2013 rese definitiva la condanna di Berlusconi per frode fiscale. Proprio quella sentenza è al centro del ricorso del leader di Forza Italia alla Corte europea. E davanti alla Corte il nostro governo per legge deve prendere posizione. Cosa faranno, Conte e Bonafede? Faranno finta di niente, e chiederanno la bocciatura del ricorso? O prenderanno atto che le ultime scoperte gettano un’ombra inquietante sulla correttezza di quella decisione? Gli sviluppi più recenti hanno ampliato in modo consistente gli elementi di dubbio che le difese del Cav potranno sottoporre a Strasburgo. Finora il piatto forte era la violazione dell’articolo 6 della convenzione europea, quello che garantisce il diritto a un equo processo, sotto l’aspetto della mancata imparzialità del giudice: e qui lo staff legale di Berlusconi puntava sulle numerose attestazioni del pregiudizio colpevolista di Antonio Esposito, il presidente della sezione feriale della Cassazione che pronunciò il verdetto, rafforzate da ultimo dalle rivelazioni da parte di Renato Franco, il membro dissidente della sezione, che parlava di un «plotone di esecuzione». Ma ora si sono aggiunte le tracce della violazione di un altro principio cardine della convenzione, che sempre all’articolo 7 stabilisce che il giudice deve essere «stabilito per legge». Esattamente il contrario di quanto accaduto a Berlusconi: il giudice stabilito per legge, in base ai turni della sezione feriale, doveva essere il collegio presieduto da Renato Franco. E solo due errori provvidenziali permisero che il fascicolo arrivasse all’udienza di Esposito. Il primo, quello commesso dalla Corte d’Appello di Milano che in un primo momento aveva indicato nell’1 agosto la prescrizione dei reati, anziché nel 14 settembre; il secondo, di autore ignoto, che fece disperdere per quattro giorni nei meandri della Cassazione il fax della Corte d’Appello milanese che correggeva l’errore. Quando il dispaccio arrivò a destinazione, ormai era tardi. Sarà interessante, quando Strasburgo finalmente aprirà il caso e inviterà l’Italia a dire la sua, vedere se e come il governo riuscirà a sostenere che Berlusconi non è stato sottratto al suo giudice naturale. Sarebbe un atto di coraggio e di trasparenza, da parte del governo, ammettere che qualcosa nell’estate 2013 in Cassazione non andò secondo le regole. A quel punto, la condanna dell’Italia per violazione dell’articolo 6 della Convenzione potrebbe essere a portata di mano. E non sarebbe una condanna solo simbolica: sulla base del verdetto europeo Berlusconi potrebbe chiedere la revisione del processo che portò alla sua estromissione dal Senato e a una condanna a un ingente risarcimento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

moichiodi

Mer, 05/08/2020 - 16:50

Questa è bella! Il giudice sarebbe dovuto essere Franco? Quello che poi incontra il condannato per dirgli come sono andate le cose? La zappa sui piedi.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 05/08/2020 - 16:53

Coraggio? Trasparenza? Da questi qui? Ma per favore!

emilio ceriani

Mer, 05/08/2020 - 16:54

Forza Presidente, vogliamo sognare ancora.

moichiodi

Mer, 05/08/2020 - 16:54

Si quell’estate qualcosa non andò secondo le regole: Franco doveva andare in ferie ma preferì l’aria condizionata del tribunale invece di quello di un buon albergo, nell’attesa, vana, di vedersi assegnare il fascicolo. E in seguito incontro quello che avrebbe dovuto giudicare. Fate voi.

agosvac

Mer, 05/08/2020 - 16:54

Parliamoci chiaro: non si è trattato di errori ma di atti voluti e cercati. I PM di Milano hanno mentito sulla prescrizione ed i giudici della cassazione hanno fatto sparire il famigerato fax!!! Dopo le intercettazioni di Palamara, è chiaro ed evidente che ci sia stata una vera e propria frode giudiziaria. Questo lo hanno capito TUTTI gli italiani!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 05/08/2020 - 16:56

un casino...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/08/2020 - 16:58

chissà che succederà! :-) poverini i baabei comunisti grulli.....

Iacobellig

Mer, 05/08/2020 - 16:59

Conte e Bonafede sono due impreparati inadeguati al governo e non risultano all’altezza dei rispettivi ruoli.

xgerico

Mer, 05/08/2020 - 17:12

Nella giornata di oggi, la Corte europea dei Diritti dell'Uomo di Strasburgo ha definitivamente archiviato il ricorso intentato e poi ritirato da Silvio Berlusconi contro la Legge Severino. La Corte, dunque, accogliendo la richiesta di ritiro del ricorso presentata qualche mese fa, ha in sostanza sospeso il proprio giudizio sulla questione. Il ricorso in Cedu contro la decadenza di Silvio Berlusconi da senatore per effetto della Severino fu presentato dai legali dell'ex Cavaliere circa cinque anni fa..... ma che vi state inventando???---- 27 NOVEMBRE 2018- Fanpage

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 05/08/2020 - 17:13

La riabilitazione del CAV. è giusta è doverosa, ma è tardiva, niente potrà potrà ripagare lui della persecuzione subita per lunghi anni e l'Italia dal danno sofferto perché privata della guida di uno statista di levatura mondiale. Nessuno potrà farlo, è vero, ma per senso di giustizia i mandanti politici e gli esecutori materiali devono essere puniti in modo esemplare o non sarà giustizia piena. E la democrazia resterà "sospesa", come ebbe a dire Lui stesso.

xgerico

Mer, 05/08/2020 - 17:14

Gli avvocati di Silvio e dal 2018 che hanno ritirato la richiesta di sentenza! Ma proprio scemi li considerate i lettori del Giornale?

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Mer, 05/08/2020 - 17:15

La Corte Europea deve solo fare il suo dovere: condannare i colpevoli e soprattutto i mandanti.

27Adriano

Mer, 05/08/2020 - 17:16

Mattarella, presidente della repubblica, non hai niente da dire al riguardo??? Questo sarebbe un esempio di buon funzionamento della giustizia?? Se taci sei complice!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/08/2020 - 17:20

ma se ci pensate bene, nel 2014 berlusconi presentò la domanda alla corte europea, e ancora nel 2018 non si concluse nulla, poi, nel 2018 berlusconi vince al parlamento europeo, e dopo un po riparte la burocrazia: evidentemente berlusconi come parlamentare europeo, ha chiesto un sollecito :-) coincidenza? :-) o perchè la sinistra europea non si fida piu della sinistra italiana? :-) chissà che succederà? :-)

giolio

Mer, 05/08/2020 - 17:25

Ci rendiamo conto che data la posizione di un ex personaggio politico italiano il ricorso doveva essere sbrigato entro un anno .....e invece questi di Straburgo aspettano che Berlusconi dato che ha una certa età.......se la prendono comodissima .Mi sembra che quelli di Straburgo non sono meglio di quelli itliani . Sinistrati si nasce e Sinistrati si muore

xgerico

Mer, 05/08/2020 - 17:34

@mortimermouse-Mer, 05/08/2020 - 17:20- Mortimer sei completamente nel pallone! Invece di Commentare a casaccio ogni tanto informati come stanno i fatti!

xgerico

Mer, 05/08/2020 - 17:37

@giolio-Mer, 05/08/2020 - 17:25- Quando si scrivono commenti senza sapere i fatti a volte si cade nell'ignoranza! Se Silvio ancora aspetta il verdetto della corte Europea spiegami come e possibilie che oggi sia parlamentare Europeo?! (te lo fatta semplice vediamo se ci riesci)!

maxmado

Mer, 05/08/2020 - 17:39

Tutto vero, ma il vero problema è che i traditori della Patria che hanno complottato contro Berlusconi non pagheranno nulla di tasca loro, anzi rischiano pure di andare avanti con le loro fulgide carriere come se nulla fosse ... questa è la gestione della giustizia che definire "politica" è il minimo, gestita dal PCI (e sigle successive) dai processi contro Andreotti in poi. Ed i vari Presidenti della Repubblica che si sono succeduti da allora in rigoroso silenzio/assenso, se non addirittura mandanti come nel caso di Napolitano con Berlusconi. Uno schifo a cui ora Mattarella dovrebbe dare fine, visto che ormai le cose sono più che assodate.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 05/08/2020 - 17:48

Si parla nell'articolo di due errori provvidenziali che permisero l'assegnazione del fascicolo a Esposito invece che a Franco, come sarebbe dovuto avvenire per legge. Io invece sono autorizzato a pensare che i due errori siano stati intenzionali per arrivare alla condanna. E che Esposito, noto nell'ambiente per la sua personale avversione nei confronti dell'imputato, ben volentieri si sia prestato al gioco. Ho buona memoria e basterebbe rileggere i numerosi articoli del bravo Stefano Lorenzetto, che con dovizia di particolari dimostra tutto questo. Li avete in archivio, basterebbe andarseli a rileggere, ed eventualmente ristampare. Carta canta!

mzee3

Mer, 05/08/2020 - 17:50

Un novo articolo distrazione di massa!Il bollettino: 384 nuovi positivi e 10decessi nelle ultime24ore. "Pesano i focolai •Lombardia, 138 nuovi contagiati: impennata dal focolaio mantovano

kallen1

Mer, 05/08/2020 - 17:52

E questi sarebbero i tempi della giustizia europea? Siamo messi bene.....peggio di quella italiana e poi fanno le pulci a noi!

PassatorCorteseFVG

Mer, 05/08/2020 - 17:54

LA NOTTE DELLA DEMOCRAZIA E LA NOTTE DI UNA PARTE DELLA GIUSTIZIA, SE POI UNIAMO ANCHE LA NOTTE DELL"EUROPA,non ci resta che un futuro di tenebre, pero si puo evitare il tutto, con una sentenza veloce e chiarificatrice, qualunque sia il verdetto, ma dubito che in europa si arrivi a denigrare la parte politica italiana , che in nome dell" europa si è messa sempre prona e supina ai diktat europei,poi i sacrifici sempre il popolo italiano ha dovuto subire, ma non si sa mai. ciao a tutti.

flip

Mer, 05/08/2020 - 17:55

Ed un poveraccio qualsiasi, senza le capacità ed i mezzzi del cavaliere, come sarerbbe finito?????? nel macinacarne?????????

giolio

Mer, 05/08/2020 - 17:58

xigerico....nickname = supposta sei tu che non riesci a leggere i commenti semplici te lo scrivo in poche parole essere al Parlamento Europeo no ha niente a che fare con il RICORSO ma tu come tutti i sinistri non riuscite a capirle le cose semplici

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/08/2020 - 18:00

poverini.... :-) guardali, come fanno i leoni da tastiera.... ahahahahaha patetici :-) nemmeno davanti a quello che è successo per colpa VOSTRA, siamo definiti la repubblichetta delle banane! vero, XGERICO? :-) l'incompetente massimo in materia.....

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 05/08/2020 - 18:03

Il punto non è la riammissione di Berlusconi nella politica italiana IN qualità di senatore,il punto cruciale è se la Corte Europea di Strasburgo dovesse invalidare tale sentenza.Dopo sei anni dalla condanna del cavaliere,cosa succederebbe nel panorama politico italiano se la Corte dovesse avvallare l'innocenza di Berlusconi e quali scompigli si creerebbero all'interno della Magistratura?La stessa si è dimostra fallace,ingiusta,ed ha pilotato una sentenza a favore delle correnti politiche di allora allo scopo di far fuori un politico sgradito qual era Berlusconi. La magistratura ha cambiato la storia del panorama politico in Italia permettendo alla sinistra di bivaccare nelle sedi istituzionali in modo indegno.Lo fa tutt'ora (con la vicenda di Salvini) e continuerà a farlo fino a quando non verrà fatta pulizia nelle sedi opportune.

xgerico

Mer, 05/08/2020 - 18:12

@giolio-Mer, 05/08/2020 - 17:58- Te lo scrivo più facile- Gli avvocato di Silvio dal 2018 che hanno ritirato il ricorso alla corte di strasburgo, ora dimmi cosa ti aspetti da loro?!

xgerico

Mer, 05/08/2020 - 18:14

@mortimermouse-Mer, 05/08/2020 - 18:00-- Spiegati in modo che ti possa rispondere, non fare il vago!

killkoms

Mer, 05/08/2020 - 18:15

la corte aveva già elementi per intervenire prima!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 05/08/2020 - 18:17

Chi vivrà, vedrà..

ilbelga

Mer, 05/08/2020 - 18:19

Nell'articolo la frase "Plotone di esecuzione" è quella che più rappresenta lo spirito dei valori della sinistra italiana contro chi non la pensa come loro. E lo dico per esperienza personale. Non faccio esempi perché sono sicuro che qualcuno rimarrebbe stupito e incredulo.

ilbelga

Mer, 05/08/2020 - 18:22

Aggiungo per dovere e rispetto verso le persone perbene che per fortuna non tutti i sinistri sono irrispettosi delle idee altrui ma quando parliamo dei vertici, mi viene da dire: "Dio ce ne guardi".

giolio

Mer, 05/08/2020 - 18:23

xgerico ma hai letto bene l‘articolo ?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/08/2020 - 18:26

XGERICO io sono un ignorante bananas, lo dice anche lei! lo dimostri con le sue roboanti chiacchiere come stanno le cose.... :-)

xgerico

Mer, 05/08/2020 - 18:36

@giolio---- Dall'articolo: Ma prima o poi i giudici di Strasburgo dovranno decidersi ad esaminare il ricorso del Cavaliere....Non esiste nessun ricorso e stato RITIRATO NEL 2018!

xgerico

Mer, 05/08/2020 - 18:39

@mortimermouse-Mer, 05/08/2020 - 18:26- Il tacer non fu mai "scritto!"

Mborsa

Mer, 05/08/2020 - 18:40

Non illudiamo i lettori: la corte europea è ancora più politica della magistratura italiana. Troverà un escamotage per rinviare a dopo la morte di Berlusconi per chiudere il caso per mancanza di parte lesa. È un processo troppo politico e delicato, perché un organismo europeo voglia mettere lingua.

Darth

Mer, 05/08/2020 - 18:48

"Ecco perché la Corte europea può riaprire il caso Berlusconi". La Corte europea può riaprire il caso Berlusconi, e lo farà, se e solo se avranno già stabilito che il suddetto Berlusconi tornerà loro utile in qualche modo, nella fattispecie facendo da quinta colonna degli interessi della suddetta Europa all'interno di un possibile governo di centrodestra nato da nuove elezioni. E' per questo che lo fanno, mica per magnanimità o tantomeno per senso della giustizia, lol...

giolio

Mer, 05/08/2020 - 18:56

dialogare con xigerico e come prendere un‘anguilla con le mani piene di grasso

xgerico

Mer, 05/08/2020 - 19:05

@DarthMer, 05/08/2020 - 18:48- Capisco! Allora mister B. dovrà aspettare il 2023, per avere giustizia? e se poi non fosse la destra che andrà ci aggiungiamo altri 5 anni- 83+3+5 stiamo a 91! Mi scusi ma ho divagato!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/08/2020 - 19:16

che spassosi questi babbei comunisti grulli! piu che anguilla, bische innocue.... :-) al massimo spaventano solamente se stessi. se trovano uno specchio.....

apostata

Mer, 05/08/2020 - 19:44

sarebbe stato più interessante un articolo intitolato "ecco perché la corte europea non riapre il caso berlusconi" con tutte le spiegazioni del caso

pardinant

Mer, 05/08/2020 - 19:48

Un vecchio detto riporta "Non occorre mangiare tutto l'uovo per sapere se è marcio". Nell'articolo in questione giunto alla scritta "la Corte europea dei diritti dell’uomo fa sapere che la pratica 8683/14, «Silvio Berlusconi vs.Italy», nonostante i sei anni trascorsi, non è ancora pronta ad essere affrontata" e quindi sono passato subito al presente commento. La Giustizia, quella con la G maiuscola non può essere così lenta.

Giorgio Colomba

Gio, 06/08/2020 - 10:17

Quand'anche la Corte europea "riaprisse" - e non è scontato - nessuno potrebbe risarcire al Cavaliere, ma soprattutto al Paese, i danni patiti a causa del'indebita, sempre negata ed ora scoperchiata commistione tra magistratura e sinistra.

scorpione2

Gio, 06/08/2020 - 11:58

ma quale cavaliere, e' stato disarcionato e condannato. detto tutto.

Giorgio Mandozzi

Gio, 06/08/2020 - 12:34

Ma che riaprire il caso. La corte europea, d'accordo con la UE e l'Italia, sta traccheggiando e sperando che il cav passi a miglior vita ed evitare di emettere una sentenza scontata che farebbe traballare la magistratura italiana e la sua faziosità unidirezionale. Ci lamentiamo della nostra giustizia ma 7 anni per emettere una sentenza mi sembrano francamente esagerati ed ingiustificati.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 06/08/2020 - 12:53

La riabilitazione dell' ex-Cav Berlusconi non servirebbe a nulla. Forza Italia, partito-azienda del Berluska, è ai minimi storici e non conta quasi nulla nell'arena politica attuale. Il Berluska e i suoi fanatici sognano ancora di riguadagnare la leadership del Centro-Destra? Un leader per il prossimo governo, a quasi 90 anni? Berlusconi al Quirinale? Ah ha ha ha .... che barzelletta!

xgerico

Gio, 06/08/2020 - 12:55

@Giorgio Mandozzi@-Forse non ha capito come stanno i fatti, Berlusconi, fece ricorso, che poi i suoi avvocati lo ritirarono, nel 2018, perche nel frattempo, scontata la pena e stato riabilitato dal tribunale di Milano (la possibilità di essere eletto deputato, tant'è che alle elezioni europee e stato eletto). Se il tribunale europeo avesse confermato la sentenza avrebbe fatto una magra figura. Ecco il perchè gli avvocati difensori ritennero necessario ritirare l'eventuale sentenza in oggetto. ad oggi non esiste nessuna sentenza in attesa da 7 anni perchè annullata.

brunelleschi77

Gio, 06/08/2020 - 13:35

@xgerico. Mi scusi se attingo alla fonte del suo immenso sapere, ma non riesco a capire una cosa; me la può spiegare? Se il ricorso è stato ritirato nel 2018, com'è che ieri alle 16 la Corte europea dei diritti dell’uomo fa sapere che la pratica 8683/14, «Silvio Berlusconi vs.Italy», nonostante i sei anni trascorsi, non è ancora pronta ad essere affrontata? Non è il caso che Lei informi quei Magistrati che non devono più scomodarsi?Certo non hanno la Sua intelligenza, se ancora sono convinti di dover decidere.

xgerico

Gio, 06/08/2020 - 14:13

@brunelleschi77-Gio, 06/08/2020 - 13:35- Non e così dove lo ha letto, quì?

xgerico

Gio, 06/08/2020 - 14:18

Tali dichiarazioni – unitamente agli altri elementi di prova già prodotti nel presente giudizio (e, in particolare, le testimonianze rese da una serie di soggetti in merito ai pregiudizi espressi dal dott. Esposito sulla persona del dott. Berlusconi) – confermano come i timori del ricorrente circa il difetto di imparzialità di chi lo ha condannato in via definitiva siano “oggettivamente” giustificati e come pertanto sia stato gravemente violato nella specie il suo diritto ad un giudice indipendente e imparziale garantito dall’art. 6 § 1 CEDU. Roma, 19 maggio 2020 Avv. Prof. Andrea Saccucci anche per conto di Avv. Prof. Bruno Nascimbene Avv. Prof. Franco Carlo Coppi Avv. Niccolò Ghedini- Ecco quando e stato RIPRESENTATO il ricorso!

xgerico

Gio, 06/08/2020 - 14:21

Non ci sono “circostanze speciali relative al rispetto per i diritti umani che richiedano di continuare l’esame” e per questo così come aveva chiesto il ricorrente il caso è stato archiviato. La Corte europea dei diritti umani ha cancellato il ricorso dalla sua lista di casi. Quindi non si saprà mai se facendo decadere Silvio Berlusconi dal suo seggio in Senato nel 2013, esattamente cinque anni fa, e impedendogli di presentarsi come candidato alle elezioni, in base a quanto previsto dalla legge Severino, l’Italia abbia violato o meno i suoi diritti umani. Nessuna sentenza, nessuna decisione, ma per volontà dello stesso ricorrente: e in assenza di motivi eccezionali che imponessero alle toghe europee di procedere comunque, il caso è stato chiuso.

xgerico

Gio, 06/08/2020 - 14:25

@@@@ Cercasi notizie vere! I legali di Berlusconi: "Ricorso ritirato per evitare nuove tensioni sull'Italia" I legali di Berlusconi: "Ricorso ritirato perché una sentenza non avrebbe avuto più effetto. E per evitare nuove tensioni al Paese" Chiara Sarra - Mar, 27/11/2018 - 13:21

rino34

Gio, 06/08/2020 - 14:49

tanto l'obiettivo l'hanno raggiunto, melma è stata sparsa e progetti sono rimasti incompiuti, il capo dell'opposizione è stato allontanato dalla vita politica per 5 anni e "costretto" nell'angolo è stato sviato tanto che ha pure sostenuto alcuni governi a guida PD. Aspettate pure la campana. Temo che quella sentenza non arriverà in tempo utile. Berlusconi ha ancora le capacità, ma non le forze per affrontare una campagna elettorale come ha invece Salvini. Andare in giro a fare comizi è stancante, il suo momento è passato grazie ai magheggi dei sinistrorsi. Le forze del male hanno vinto. Complimenti.

emilio ceriani

Dom, 06/09/2020 - 14:05

xgerico Bisognerebbe chiedere agli Avvocati di Berlusconi com'è la situazione. Vero che per la questione della decadenza dovuta all'applicazione della legge Severino, pare anche in maniera retroattiva, il ricorrente ha rinunciato a proseguire l'azione, pare perché essendo ormai decorsi i termini previsti dalla predetta legge, Berlusconi ha riacquistato i suoi diritti. Altra questione potrebbe essere invece quella dell'equo processo di cui recentemente sono emersi altri retroscena. Forse è questa la vertenza aperta. Stiamo a vedere, spero in tempi meno lunghi della giustizia italiana, anche se quando è richiesto opera sollecitamente. Tra la sentenza di secondo grado e quella della cassazione sono intercorsi solo 9 mesi e 6 giorni. Di fatti la legge è uguale per tutti...

emilio ceriani

Dom, 06/09/2020 - 14:20

Anche quando ci fosse un ingente risarcimento l'onere in definitiva graverà sui cittadini, oltretutto compresi quelli che sognavano un'Italia diversa e dei quali è stato fatto strame del loro voto, insieme alla tanto sbandierata democrazia.