Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"

Incontro tra Mario Draghi e Matteo Salvini durante il quale è stato affrontato il tema della deroga alle mascherine all'aperto fin da subito

Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"

Matteo Salvini stamattina si è incontrato con Mario Draghi e hanno affrontato la questione delle mascherine all'aperto. L'ipotesi attualmente sul tavolo è di toglierle a partire dal 15 luglio ma il leader della Lega punta a una sospensione immediata dell'obbligo. "Ho chiesto di togliere l'obbligo del bavaglio almeno all'aperto il prima possibile. Spero che anche l'Italia nel giro di poche ore o pochi giorni", ha affermato Matteo Salvini al termine dell'incontro.

"Siamo a metà giugno, andare in giro mascherati un altro mese con una situazione sotto controllo e l'Italia quasi tutta bianca mi sembra una punizione inutile e ingiusta", ha proseguito il leader della Lega. La situazione epidemiologica del Paese è in continuo miglioramento anche grazie alla campagna vaccinale in continua progressione. L'attuale situazione non è compatibile con restrizioni così forti delle libertà personali, motivo per il quale, con le temperature che si alzano, non appare necessario contiuare a indossare le mascherine all'aperto. "È stato un incontro utile e costruttivo. C'è sintonia sulle riforme. Ho chiesto di correre il più possibile per il ritorno alla normalità, di togliere l'obbligo del bavaglio il prima possibile perché i dati sono buoni e gli italiani hanno rispettato le regole", ha detto Matteo Salvini, che poi ha riportato l'esempio della road map dell'Europa.

"In quasi tutta l'Europa si toglie l'obbligo della mascherina, quindi spero che anche l'Italia possa tornare entro non dico poche ore ma giorni a lasciare respirare all'aperto", ha proseguito Matteo Salvini. La Francia da oggi ha derogato l'obbligo di indossare l'obbligo di mascherine all'aperto e anche la Spagna a breve lo eliminerà. Matteo Salvini, quindi, vorrebbe seguire questo stessa anche per l'Italia: "È tempo di restituire agli italiani il diritto al lavoro e alla libertà". E il primo risultato ottenuto dal leader della Lega è un incontro programmato dal Cts per discutere questo punto, come annunciato da Matteo Salvini: "Draghi penso che condivida la necessità di lasciar respirare, lavorare e camminare. Io spero che l'obbligo delle mascherine, almeno all'aperto sia tolto presto... C'è una riunione del Cts domani spero che ci sia una risposta chiara anche sulle discoteche".

Durante l'incontro tra il leader della Lega e Mario Draghi è stata affrontata anche la questione della proroga dello stato di emergenza: "Scade a fine luglio, quindi ne parleremo a fine luglio. Se l'emergenza sarà alle spalle ne prenderemo atto".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti