"Faccia presto". Letta sulle spine: trema per Conte

Lo scontro all’interno del M5s non solo potrebbe incidere sugli equilibri del governo ma avrebbe riflessi sulla partita del Quirinale. Ed il Pd auspica una decisione rapida di Conte

"Faccia presto". Letta sulle spine: trema per Conte

Il caos che si è scatenato negli ultimi giorni nel M5s, con lo scontro durissimo tra il cofondatore del Movimento Beppe Grillo e l’ex premier Giuseppe Conte, è seguito con molta attenzione dal Pd. I dem, infatti, sono preoccupati da una improvvisa e incontrollata implosione pentastellata che avrebbe riflessi politici sul governo e sulla partita del Quirinale che si giocherà tra qualche mese.

Proprio quest’ultimo punto rappresenta la grande preoccupazione ai piani alti del Nazareno. "Senza di loro non potremmo avere voce in capitolo per le nostre candidature al Quirinale che a questo punto, a differenza di quanto accaduto con gli ultimi presidenti, potrebbe finire nelle mani del centrodestra", avrebbero confidato alcuni dem secondo quanto riporta Marco Antonellis su Italia Oggi.

Ma a creare ansia nel Pd non vi è solo la questione dell’elezione del prossimo Capo dello Stato. Perché i dem temono che una scissione 5s possa modificare gli equilibri nel governo a favore del centrodestra. Ma per fare ciò serve che il M5s resti compatto. Cosa che oggi appare difficile. Un ipotetico futuro partito di Conte, magari collocato all’opposizione, sarebbe un disastro per i dem che si ritroverebbero in "minoranza" nell’esecutivo del quale fanno parte Fi e Lega. In altri termini gli esponenti pd non avrebbero i numeri sufficienti per incidere significativamente sulle scelte del governo.

Ma lo scontro tra i pentastellati potrebbe avere ripercussioni anche in vista dell’importante appuntamento elettorale di ottobre. "Abbiamo faticato tanto per trovare una ricucitura con Giuseppe Conte e i 5s dopo il fallimento delle candidature comuni e adesso questa crisi rimette in discussione tutto, anche le speranze di vincere nelle città", riporta ancora Italia Oggi che ha sottolineato come siano in molti a ritenere che dietro le ultime mosse dell’ex premier ci siano consigli provenienti da alcuni esponenti dem i quali vorrebbero trasformare i 5s in una costola del Pd per attuare quel "campo largo" di cui spesso si sente parlare al Nazareno. Per costoro "Conte deve fare presto. Fallito il tentativo di scalare il Movimento deve accelerare per creare una new company e lasciare a Beppe Grillo la bad company...".

Una nuova creatura ancorata, però, saldamente ai dem. Ogni mossa in casa 5s potrebbe avere conseguenze impreviste che investirebbero direttamente il Pd. Per questo dalle parti del Nazareno le bocche sono cucite. Ma prima o poi la questione dovrà essere affrontata.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti