"Il fascismo una splendida epoca, Mussolini troppo buono": Roberto Jonghi Lavarini condannato a due anni

Roberto Jonghi Lavarini è stato condannato a due anni di reclusione per apologia di fascismo dopo le sue dichiarazioni a Le Iene nel 2014

Roberto Jonghi Lavarini è un esponente dell'estrema destra molto noto negli ambienti milanesi. Nel 2014 è stato protagonista di una controversa intervista alle Iene, durante la quale ha espresso il suo pensiero senza filtri. Le risposte date gli sono valse una condanna a due anni da parte dell'ottava sezione penale del Tribunale di Milano. Roberto Jonghi Lavarini non ha mai rinnegato le sue idee e in un'altra occasione raccontò di aver insegnato alle sue figlie il saluto romano: "Solare, bello e igienico".

L'intervista mandata in onda dalle Iene nel lontano 2014 è stata interamente incentrata sulle posizioni estremiste di Roberto Jonghi Lavarini. L'attivista nero aveva dichiarato senza idugi ai microfoni del programma di Italia1 che "Il fascismo è stata una splendida epoca di riforme sociali e di grandezza dell’Italia". Non si era fatto remore a rivelare che lui festeggia l'anniversario della Marcia su Roma. Nel suo discorso sono state rilevate espressioni antisemite, che nell'imputazione sono considerate come un'esaltazione di "principi, fatti e metodi del fascismo". Questo ha configurato il reato di apologia, sostenuto dall'espressione di "idee fondate sulla superiorità e sull’odio razziale". Oltre a esaltare il periodo del Ventennio, considerandolo un "grande periodo di civiltà, di benessere, di modernizzazione, di riforme economiche sociali e di grandi infrastrutture", Roberto Jonghi Lavarini aveva esaltato le metodologie fasciste. "Se la forza serve per difendere il mio popolo, sono pronto ad usarla. Tranne qualche sana manganellata e qualche bicchierino di olio di ricino, non è mai successo nulla", disse alle Iene. A proposito dell'utilizzo dell'olio di ricino per punire gli avversari durante il fascismo, Roberto Jonghi Lavarini ha una sua idea ben precisa. "Un goccino di olio di ricino è digestivo", aveva detto alle Iene.

L'esponente, conosciuto anche come "Barone nero", diede una sua lettura personalissima del confino, pena inflitta ai nemici del fascismo: "Andavano in bellissime isole a respirare aria buona, anzi se vogliamo dirla tutta l’unico errore vero di Mussolini è che è stato troppo buono". Tutta l'intervista è stata condotta su questi termini, tanto che la procura ha rilevato anche alcune espressioni di "chiara natura razzista" contro il popolo ebreo. Per conoscere le motivazioni della condanna a 2 anni bisogna attendere 90 giorni ma i giudici hanno riconosciuto a Roberto Jonghi Lavarini il reato di apologia del fascismo, accogliendo quindi l'istanza della Procura, formulata dal pm Piero Basilione, con l'aggravante della propaganda di idee fondate sull'odio razziale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maurizio50

Gio, 25/06/2020 - 11:26

Altra dimostrazione di come i Magistrati di sinistra rispettino le idee altrui circa la libertà di espressione.!!!

Giorgio Colomba

Gio, 25/06/2020 - 11:29

Invece la toga che condannerà anche un solo estremista rosso reo di apologia lenin-mao-marx-stalinista deve esser ancora concepita.

polonio210

Gio, 25/06/2020 - 11:38

La libertà di pensiero? Cancellata.La libertà di espressione?Cancellata.La Costituzione?Cancellata.Posso capire una condanna se il Sig. Lavarini avesse cospirato per riportare il Fascismo al potere,ma egli ha espresso solo il suo pensiero.Festeggia il 28 Ottobre?Per caso è un reato?Lo festeggio anche io:arrestatemi!E,in quella data,sono sempre andato al lavoro indossando una camicia nera:sarebbe reato anche questo?Arrestatemi!Il 25 Aprile non lo festeggio.E' un reato ignorarlo?Arrestatemi!Ritenere il comunismo una piaga purulenta per l'umanità è forse un reato?L'ho sempre pensato e detto:arrestatemi!

Ritratto di ierofante

ierofante

Gio, 25/06/2020 - 11:52

maurizio50 - Le società moderne sono regolate da leggi. Se Lei insultasse una persona non manifesterebbe la sua libertà di espressione ma compirebbe un reato (calunnia o diffamazione a seconda dei casi). Similmente chi esalta il fascismo, essendo nel nostro ordinamento previsto il reato di apologia del fascismo, compie per l'appunto un reato a seguito del quale deve essere giudicato e punito. Cosa centra la libertà di espressione??

Ritratto di ierofante

ierofante

Gio, 25/06/2020 - 11:55

Giorgio Colomba - Basta istituire il reato di apologia marxista leninista e la toga procederà , ma purtroppo per Lei in Italia un simile reato non è previsto e conseguentemente la toga non può procedere.

linea56

Gio, 25/06/2020 - 12:43

I giudici sappiamo come agiscono lo abbiamo appena visto col caso Palamara. La feccia e' sempre stata a sinistra Giuseppe

killkoms

Gio, 25/06/2020 - 13:39

@ierofante,eppure quelli che salutarono sul fosso prospero gallinari, l'assassino di Moro,esaltandone le gesta se la cavarono perché avevano solo espresso il loro pensiero anche se l'argomento era censurabile!

manfredog

Gio, 25/06/2020 - 13:43

...be', in fondo di che cosa si lamentano i sedicenti comunisti, lo aveva detto pure il loro carissimo Stalin, in una sua oramai storica (per chi la storia l'ha letta per davvero) frase, facendo perfettamente intendere la stessa identica cosa. Il comunismo, in fondo, è stato il peggior sfruttamento da parte di pochissimi uomini nei confronti di tantissimi uomini, facendoli illudere che era per il loro bene. Più criminali di così... Dopo è la religione l'oppio dei popoli, e il comunismo cos'è, il delirio!? mg.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 25/06/2020 - 13:45

la sinistra invece buona non è. è molto peggio: ha tendenze alla distruzione, annulla la personalità, istiga alla violenza, omaggia la corruzione e consente l'evasione fiscale sotto mentite spoglie, permette e osa anche le uccisioni (i due trans di marrazzo, la morte del dirigente rossi del MPS, e molti altri omicidi "irrisolti" ) , ecc, ecc, ecc....

maurizio-macold

Gio, 25/06/2020 - 14:26

Signor MORTIMERMOUSE (13:45), so benissimo che con un post non cambiero' le sue granitiche convinzioni pero' il suo qualunquismo e' veramente eccessivo. Provi a riflettere un pochino di piu' prima di scrivere fesserie.

Ma.at

Gio, 25/06/2020 - 14:35

Chi sa se lo avrebbero condannato se avesse detto che Stalin era troppo buono: dimenticavo che Stalin era comunista e con 100 milioni di morti a suo carico era sicuramente buonissimo!

Ritratto di Adespota

Adespota

Gio, 25/06/2020 - 14:50

Chissà se in futuro si potrà ancora dire che il decennio rosso 2011-2021 ha portato il Paese alla rovina.

Cheyenne

Ven, 26/06/2020 - 10:35

I SINISTRI POSSONO CONDANNARE MA NON CANCELLARE LA VERITA'