Federico Pizzarotti sospeso dal M5S

Per il sindaco di Parma indagato per abuso d'ufficio arriva la "scomunica". Invece quello di Livorno ha il sostegno di Grillo

Federico Pizzarotti sospeso dal M5S

Due pesi, due misure. Federico Pizzarotti - che più volte ha contestato la linea dei vertici - è stato sospeso dal Movimento 5 Stelle dopo che è stato indagato per abuso d'ufficio per appalti al Teatro Regio di Parma.

"La trasparenza è il primo dovere degli amministratori e dei portavoce del MoVimento 5 Stelle", si legge sul blog di Beppe Grillo, "Nonostante la richiesta, inoltrata da ieri e a più riprese, di avere copia dell'avviso di garanzia e di tutti i documenti connessi alla vicenda per chiudere l'istruttoria avviata in ossequio al principio di trasparenza e già utilizzato in casi simili o analoghi, non è giunto alcun documento. Preso atto della totale mancanza di trasparenza in corso da mesi, nell'impossibilità di una valutazione approfondita ed oggettiva dei documenti e per tutelare il nome e l'onorabilità del MoVimento 5 Stelle si è proceduto alla sospensione. Non si attendono le sentenze per dare un giudizio politico".

Stessa cosa non è avvenuta per il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, anche lui iscritto nel registro degli indagati per il dissesto della municipalizzata per la raccolta dei rifiuti. Eppure le accuse sono persino più gravi: bancarotta fraudolenta, abuso d'ufficio e falso in bilancio. Evidentemente per lui le stesse regole di trasparenza non valgono. O, meglio, Nogarin è stato più "collaborativo". Prima e dopo l'avviso di garanzia.

La differenza di trattamento sta alimentando il dibattito anche all'interno del M5S, con molti attivisti che chiedono come mai lo stesso provvedimento non sia stato preso anche con Nogarin. Intanto Pizzarotti non ha tardato a far arrivare la sua risposta. Lo fa poi pubblicando sul suo profilo Facebook lo scambio di mail avuto ieri con lo staff di Beppe Grillo e con un post in cui si sfoga: "Mesi che Parma chiede chiarimenti, privati e anche pubblici. Totalmente ignorati. Parlate addirittura di trasparenza. E questa sarebbe trasparenza?". E poi assicurando: "Non mi dimetto".

Commenti