Figuraccia di Conte: "Porto mio figlio a scuola". Preside lo smonta

La lettera della preside dell'istituto frequentato dal figlio del premier mette in imbarazzo il presidente del Consiglio: "Lo scenario che si prospetta non risponde assolutamente a quello che avremmo desiderato"

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte continua ad inanellare figure barbine una dietro l'altra. Dopo il clamoroso dietrofront con cui ha deciso di annullare il preventivato intervento a "Domenica In" (i partiti di centrodestra erano insorti alla notizia della partecipazione del premier al programma televisivo ad una sola settimana dal voto, ed avevano minacciato un esposto), "l'avvocato del popolo" ha subìto una spallata inattesa anche sul tema riapertura delle scuole.

In conferenza stampa, il presidente del Consiglio si era detto sicuro della ripresa delle lezioni e fiducioso, come padre, di poter riaccompagnare tranquillamente il proprio figlio a scuola fra qualche giorno."Non solo sono fiducioso per l'inizio, ma sarò tranquillo di portare mio figlio a scuola. Anzi, gli comunicherò tutto l'entusiasmo di questo anno, la fatica dello studio, ma anche la soddisfazione delle conquiste del sapere", aveva dichiarato in diretta da palazzo Chigi, come riportato da "Libero Quotidiano". Purtroppo per lui, la batosta, inattesa, è arrivata proprio dal dirigente scolastico dell'istituto frequentato dal figlio Niccolò, studente di terza media.

La preside della scuola a cui è iscritto il giovane Conte, sita nel quartiere Prati (Roma), ha fatto capire che l'istituto non se la sta passando affatto bene. Mancano molte cose, e la ripresa sarà davvero difficile. Questo almeno si evince dalla lettera pubblicata lo scorso mercoledì dallo stesso dirigente scolastico. Nella scuola ci sono poche aule disponibili e pochi insegnanti, per non parlare della questione banchi. Una situazione tale da mettere in discussione persino l'orario di inizio delle lezioni. "Non sono arrivati i banchi monoposto, neppure quelli che abbiamo ordinato in luglio. Abbiamo ancora troppe cattedre libere (docenti che devono essere nominati con procedure non di pertinenza della scuola) per cui dovremo limitare le ore di lezione. Devono essere nominati molti docenti di sostegno. Sono in servizio pochissimi collaboratori scolastici", ha scritto la preside. "Devono essere ancora svolti gli usuali interventi manutentori previsti per l'inizio dell'anno scolastico compreso lo sfalcio dell'erba dove indispensabile. Non è stato nominato il Direttore dei Servizi generali amministrativi. Non sappiamo se e quali docenti avranno diritto ad assentarsi in quanto rientranti nella categoria "fragili". L'organico della Segreteria è ancora incompleto". Tutto questo mentre Conte andava a dire in conferenza stampa che avrebbe accompagnato tranquillamente il figlio a scuola. "Lo scenario che si prospetta non risponde assolutamente a quello che avremmo desiderato. Per tutto quello che ho esposto (e certamente è sfuggito qualche aspetto) non posso darvi garanzie di pieno funzionamento, almeno in queste prime settimane", si legge ancora nella missiva.

Un'altra figuraccia, insomma. Tanto che si è cercato in fretta e furia di rimediare. Lunedì, stando a quanto riferito da "Libero Quotidiano", al comprensorio del quartiere Prati entreranno solo gli alunni di terza, compreso il figlio del premier. Poi, nei giorni successivi, riprenderanno le lezioni a scaglioni anche per gli studenti degli altri anni scolastici. Se si va poi ad analizzare la situazione degli altri istituti scolastici italiani, troviamo delle condizioni non molto diverse, con pochi spazi a disposizione, autocertificazioni da firmare e famiglie che non sono neppure ancora riuscite ad iscrivere il proprio figlio a scuola.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Skapestrato

Skapestrato

Sab, 12/09/2020 - 12:46

Quartiere Prati, il centro di Roma, nn va a scuola a tor bella monaca. Questi la vita reale nn l'hanno mai vissuta

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 12/09/2020 - 12:47

Il nuovo tormentone tardo-estivo de Il Giornale: le "figuracce di Conte".

Gabriele184

Sab, 12/09/2020 - 12:48

Quanto manca alla "liberazione da Conte"? Propongo fin d'ora di proclamare quel giorno "nuova festa della liberazione".

scurzone

Sab, 12/09/2020 - 12:57

Come faremo, senza una inutile scuola media? Ora siamo in pieno marasma, per merito di tutti e nessuno va al nocciolo delle cause e non pone rimedio ai veri problemi della scuola italiana. Ora c'è il Covid: problema gonfiato da tutti ad hoc, i cui rimedi stanno causando altri problematiche in molti giovani. Se si vuole fare qualcosa di serio si faccia una vera riforma bi partisan, annullando tutte le sciagurate leggi fatte negli ultimi 15 anni e si riparti dalla Legge Berlinguer che avrebbe valorizzato i docenti, riducendoli in numero e promuovendo il merito.

CarloLinneo

Sab, 12/09/2020 - 13:15

Dopo una figuraccia del genere, che disonora l'Italia intera, a Conte é rimasta una unica possibilità: Dimmissioni immediate da presidente del consiglio.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Sab, 12/09/2020 - 13:18

"Tamponi", "distanziamento sociale", museruole e berretto di carta stagnola ben calcato in testa, mi raccomando.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 12/09/2020 - 13:20

toh.... nervosetto eh? :-)

Maura S.

Sab, 12/09/2020 - 13:21

Dreamer_66, questa è la vostra Italia, avanti così e in pochi anni fineremo nella lista dei paesi del quarto mondo!!!!!! Contenti voi che possiamo dire: buona fortuna!!

ITA_Chris

Sab, 12/09/2020 - 13:59

Info dalla mia scuola ieri...no mascherine per tutti (portarsele da casa), no 100% presenza perché mancano gli spazi (presenza a rotazione, il resto via compiter), alcuni insegnanti ancora mancanti. Conte Azzolina Arcuri, avete toppato. Inutile sentire al tg che va tutto bene

Happy1937

Sab, 12/09/2020 - 14:37

Conte ha un Master in propinare menzogne ai poveretti che ci credono. Ma ormai sono pochissimi. Ha perso ogni credibilità e speriamo nel redde rationem del 20 Settembre.

Ritratto di Adespota

Adespota

Sab, 12/09/2020 - 14:39

Purtroppo la scuola per troppo tempo è stata vista solo come un bancomat dal quale riscuotere. Con la riforma voluta da Renzi i soldi sono ritornati, ma buttati via in assunzioni (cosiddetto potenziamento) molto, ma molto discutibili, anzichè riammodernare le strutture inadeguate.

maxfan74

Sab, 12/09/2020 - 14:50

Diremo...faremo... proveremo...la realtà è molto diversa dalle favole che si raccontano a Roma. A volte mi chiedo dove vivono, cosa mangiano, cosa pensano, ma sono come noi o appartengono ad un altro pianeta.

roberto67

Sab, 12/09/2020 - 14:51

State tranquilli, non preoccupatevi per il figlio di Conte e per i suoi compagni: quella scuola come per incanto avrà tutti i mezzi per funzionare alla perfezione. Le altre scuole invece...

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Sab, 12/09/2020 - 14:54

Una struttura (in questo caso quella scolastica) che va in bambola per un problema come il covid, ma a causa di pregresse debolezze (in questo caso l’incapacità cronica di avere il personale scolastico a inizio anno), è indice di un governo di incapaci. I presidi devono avere libertà di assumere o espellere dal tessuto scolastico gli incapaci, poiché non si può più usare il concorso come unica patente per insegnare. Inoltre il covid è solo una scusa, poiché il grosso dei morti se li prende dai 70-enni in su, e non ce ne sono nella scuola. Guardiamo le statistiche, non i numeri assoluti che ci propinano ogni giorno; al momento ogni 100'000 test abbiamo circa l'1,5% di casi, i più sono asintomatici, cioè non si accorgono neppure di averlo.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 12/09/2020 - 15:11

Tra il dire e il fare, c`è di mezzo il mare!!! Peccato che questo mare ee cittadini TEDESCHI, ci portino troppi ILLEGALI!!!

Seawolf1

Sab, 12/09/2020 - 15:34

E come lo accompagnerà con l’aut Blu o con L’autobus in sicurezza all’80%???

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Sab, 12/09/2020 - 16:11

Cambiate la preside..

Ritratto di mavalala

mavalala

Sab, 12/09/2020 - 16:26

Per una volta..dico una volta...provate ad essere giornalisticamente onesti. Il 14 settembre entreranno le terze, il 15 settembre le seconde e il 16 settembre le prime. Basta andare sul sito della scuola per leggere il calendario ingressi. Riuscite a pubblicare questo commento e a spegnere i commenti di questa gente disturbata? Grazie.

mepiabene

Sab, 12/09/2020 - 16:27

Il problema di questo governo, come pure di molti precedenti, è che coloro che ne fanno parte sono solo dei dilettanti allo sbaraglio dove con ogni loro e parola ed atto non fanno altro che combinare guai ed arrecare sofferenze all'intero popolo italiano.

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 12/09/2020 - 17:39

figuraccia? ormai c'è talmente abituato che scambia tutto per elogi

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 12/09/2020 - 17:47

Fino a quando lo dovremo sopportare? Vada scuola con il figlio e lo aspetti lì, in attesa che esca.

scurzone

Sab, 12/09/2020 - 17:47

the red pill: purtroppo nella scuola non si assume neppure per concorso. Poi ci sono tante teorie nuove, una piu' stupide dell'altra, per cui il professore non deve avere conoscenza, ma solo seguire nello studio i propri alunni. I genitori, che per la maggior parte non ci capiscono una mazza, ci credono pure.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Sab, 12/09/2020 - 17:56

Sono 4 mesi che tutti si lamentano della scuola ma NESSUNO ha fatto un elenco di cose concrete e realizzabili riguardo a come avrebbe voluto che fosse la scuola. Se io a lavoro riscontro un problema, vado in direzione e dico: "c'è questo problema, la mia soluzione prevede...". L'unica vera soluzione sarebbe stata buttare e terra le scuole e ricostruirle secondo i criteri compatibili con le esigenze attuali, come hanno fatto in alcuni ospedali dove hanno creato dal nulla nuovi padiglioni per i Covid. Oppure sventrarle interamente all'interno, lasciando solo le mura portanti, e riprogettare le divisioni interne ex novo. Un'operazione di questa richiederebbe che la scuola si fermasse per anni. Tutto il resto sono chiacchiere senza senso. Tutti i Paesi del mondo hanno gli stessi problemi, NESSUNO escluso.

oracolodidelfo

Sab, 12/09/2020 - 18:11

Dreamer66 12,47-Il Giornale poteva cominciare già a febbraio con il tormentone "le figuracce di Conte" .....Dreamer, ricorda "siamo pronti..siamo prontissimi" Ohibò!

Ritratto di FuturoRoseo

FuturoRoseo

Dom, 13/09/2020 - 12:26

Che immonda figura da patata che ha fatto Conte, speriamo che presto salgano al potere i papy i suonacampanelli compulsivi e i frutti africani e che tutti i giornali spariscano tranne ovviamente "il Giornale" che non è di parte e ci dispensa sempre articoli interessanti. Tutti insieme intoniamo: "per fortuna che il Giornale c'èèèèè!". m.a.a.c.