Finita l’emergenza, Borrelli potrebbe lasciare la protezione civile

Il capo della protezione civile non ha vissuto bene la nomina di Domenico Arcuri a commissario straordinario. Si parla di mal di pancia e di possibili ritirate

Si dice che quando tutto sarà finito servirà un ministero per la Ricostruzione. Nessuno nega, infatti, che quanto sta accadendo ha gli stessi effetti di un conflitto bellico. Ma questo accadrà dopo, se mai. Prima, la guerra, bisogna vincerla. A questo scopo si lavora senza tregua. La protezione civile e il suo capo, Angelo Borrelli, così come medici e infermieri, sono in prima linea. Pronti a rispondere agli attacchi invisibili del coronavirus.

Le armi sono poche, molto spesso solamente mascherine. In tutto questo marasma, fatto di strategia politica e fiducia matta nella scienza, c’è però un particolare che vale la pena sottolineare: attenti al fuoco amico. Già, perché tra i palazzi della politica si gioca una partita a scacchi. E il potere è sempre una buona ragione per litigare. La nomina a commissario straordinario per l’emergenza coronavirus del manager, Domenico Arcuri, a molti non è piaciuta.

È stata vissuta nel quartier generale della protezione civile decisamente come un’ingiustizia. Quantomeno perché nel decreto "Cura Italia" si tracciano i reali compiti conferiti all’amministratore delegato di Invitalia. È un gioco tra le parti. Una faida intestina che si vive in trincea tra commilitoni. Quando l’umore delle truppe non è dei migliori. Le prerogative di Arcuri sono ampissime: dall’emergenza sanitaria (con l’organizzazione, l’acquisizione e la produzione di ogni genere di bene strumentale utile a contenere e contrastare l’emergenza stessa), al reperimento delle risorse umane.

A Borrelli, che dirige il dipartimento e che, in realtà, la nomina a commissario la ha avuta dal premier Giuseppe Conte solo verbalmente, questo non andrebbe proprio giù. Avrebbe anche pensato di rassegnare le dimissioni. Durante l’ultima riunione che si è svolta con lo stesso Arcuri e con il ministro Francesco Boccia, avrebbe detto che, se il decreto non veniva rimodulato, avrebbe lasciato. E che comunque, per evitare di farlo in un momento così difficile per il paese, avrebbe eventualmente rinviato la decisione alla fine dell’emergenza.

La questione sembra essere rientrata quando si è scoperto che il lavoro di Arcuri, secondo l’ultima versione del Dpcm, "si svolgerà in raccordo con il capo del dipartimento della protezione civile, avvalendosi delle sue componenti e delle strutture operative del servizio nazionale, nonché del comitato tecnico scientifico costituito presso detto dipartimento". E, dunque, il ruolo di Borrelli sarà sempre rilevante e di grande importanza.

Dall’entourage del neo commissario di tensioni non vogliono sentir parlare. Ci si nasconde. Si tergiversa. Si finge, neppure troppo bene, unità sul campo. "La decisione di nominare un’altra persona - viene spiegato dal Messaggero - è stata presa unicamente perché Borrelli da solo non poteva farcela. Si era già deciso di portare la centrale degli acquisti, attraverso la Consip, a Palazzo Chigi". Smentiscono possibili ritirate: "Il capo della protezione civile non ha mai parlato di dimissioni".

Ma tant’è. Per molti è evidente che Borrelli sia su tutte le furie. O comunque, più pacatamente, non sia rimasto contento per la nuova nomina. Avrebbe accettato la decisione solo perché alla fine è stata trovata una soluzione ragionevole. "Certamente nei primi giorni bisognerà trovare una quadra, ma si lavorerà fianco a fianco. C’è talmente tanto da fare che di certo il lavoro non mancherà", spiegano. I malumori però restano. E chissà se Borrelli starà al gioco. Proprio ora che un'altra pedina ingombrante è atterrata in Lombardia. Si chiama Guido Bertolaso, l'uomo delle emergenze.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 17/03/2020 - 12:16

date il comando a Bertolaso e levatevi dai piedi

DRAGONI

Mar, 17/03/2020 - 12:22

UN BUROCRATE VOLUTO ED INSEDIATO IN UNA PROTEZIONE CIVILE CHE SI INTERAMENTE BUROCRATIZZATA E INFILTRATA DALLA POLITICA.CAPITALI DISPONOBILI MA CHE NON SONO IMPIEGATI DA CHI L'EMERGRNZA E RELATIVI PIANI E MEZZI DOVEVA AVERE COME CREDO . UN BUROCRATE IMPIEGATO DALL'AZZECCAGARBUGLI COME SUO PORTAVOCE ...LETTORE DEI CADUTI GIORNALIERI DOPO AVERLO OFFUSCATO INIZIALMENTE E GIORNALMENTE NEI PRIMI GIORNI DELL'EMERGENZA RECANDOSI SENZA ALCUNA UTILITA' DI ALCUN TIPO PER GLI ITALIANI . UNA VERA SPUDORATA PASSARELLA.

ilguastafeste

Mar, 17/03/2020 - 12:27

Guerra, armi, fuoco amico... che belle parole.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 17/03/2020 - 12:28

tipico. a sinistra non sanno a chi rivolgersi, e se si rivolgono a personaggi dubbi, gli errori diventano grossi come macigni! poi, come se non bastasse, avete insultato pure bertolaso, quando lo si doveva candidare a sindaco di roma, e ora ? non credo che bertolaso abbia dimenticato degli attacchi squallidi e vigliacchi della sinistra e del M5S ....

bernardo47

Mar, 17/03/2020 - 12:29

si trtta di due funzioni diverse e distinte. Una solo temporanea e di carattere sanitario.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 17/03/2020 - 12:36

mettete Toninelli al suo posto… aaahhhh

jaguar

Mar, 17/03/2020 - 12:40

Se vuole andarsene anche prima nessuno ne sentirà la mancanza.

ulio1974

Mar, 17/03/2020 - 12:44

se se ne va dopo l'emergenza, non vedo nessun problema: apritegli la porta, farà meno fatica.

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Mar, 17/03/2020 - 12:46

Non capisco perche' i salviniani sono cosi' tanto in fissa con Berolaso, vi fissate su dei totem e lo ripetete all'infinito...non mi pare abbia fatto chissa' cosa, L'Aquila, Napoli etc. i problemi sono ancora li'.

Ritratto di pulicit

pulicit

Mar, 17/03/2020 - 13:24

Gente inutile Ci vuole gente competente.Regards

oracolodidelfo

Mar, 17/03/2020 - 13:43

Date il comando a Bertolaso ed Arcuri unitamente a Borrelli fuori dai piedi, per l'altro ieri!

frabelli1

Mar, 17/03/2020 - 13:48

Prendere un commissario capace no? C’è Bertolaso, ma forse per questo governo è troppo capace e porterebbe via troppa visibilità a persone inette

TitoPullo

Mar, 17/03/2020 - 13:54

BEHH....ONESTAMENTE DEI GRANDI ESEMPI DI EFFICIENZA OPERATIVA NON LI HA DATI!PERO' LEGGE BENE I BOLLETTINI!!

tofani.graziano

Mar, 17/03/2020 - 13:56

Bertolaso x sempre, il resto a casa!!!!!!

amicomuffo

Mar, 17/03/2020 - 14:08

un'altra persona, che vista la malaparata, scappa prima del collasso del sistema! Perchè appena finirà l'emergenza, il sistema italiano si sfalderà come un castello di carte....

mareblu30

Mar, 17/03/2020 - 14:11

COSTUI , CHI? IL CHIERICHETTO ????? BOHHHOOOOO

carpa1

Mar, 17/03/2020 - 14:48

E ti credo: due galli (burocrati contabili) nello stesso pollaio?! Infatti il cdx chiedeva un commissario OPERATIVO come lo era stato Bertolaso; ma questa soluzione alla sx è sempre stata indigesta in quanto significa sminuire l'operato della burocrazia, ossessione vitale per il modus operandi legato alle loro ideologie derivate dal comunismo più becero.

HappyFuture

Mar, 17/03/2020 - 14:57

Imitiamo, senza bisogno le fesserie di Trump! Trump ha messo il Vice Presidente Mike Pence sopra a tutti per coordinare la risposta all'epidemia. Quando Pence era governatore della Indiana la sua gestione della sanità fece aumentare i casi di AIDS...

MOSTARDELLIS

Mar, 17/03/2020 - 15:04

Non conosco Arcuri, emerito sconosciuto, messo lì solo per mettere un nome diverso da Beertolaso. Conosciamo però sia Borrelli sia Bertolaso. Borrelli è ormai impresentabile per come sta gestendo la Protezione Civile, d'altra parte è un contabile e non un manager, però. come tutti i suoi protettori, è attaccatissimo alla poltrona, pur avendo dimostrato sua la sua incapacità (epocale la sua uscita sulle "possibilità" di contagio del Coronavirus). E poi conosciamo tutti Bertolaso, ma alla sinistra piacciono i disastri, non le soluzioni ai problemi.

frank173

Mar, 17/03/2020 - 15:16

Qui in Italia non si capisce mai perché certe persone siano a capo di certe istituzioni. Solo una cosa è certa: non lo sono per la loro competenza. Quelli competenti danno fastidio alla politica, a tutta la politica, perché vorrebbero fare il loro mestiere come andrebbe fatto e non per logiche assurde di potere e ricerca di consensi.

prohalecites

Mar, 17/03/2020 - 15:54

non è l'unico che dovrebbe fare le valige al volo, anche subito, c'è una lunga fila di incapaci che però rimmarranno o avranno comunque qualche bello stipendione a vita. ormai il danno è fatto e non serve consolarsi guardandosi attorno in europa.

Ritratto di babbone

babbone

Mar, 17/03/2020 - 16:19

maaa...in tutto questo calderone c'è qualcuno capace, per salvaguardare il popolo ITALIANO.

Gio56

Mar, 17/03/2020 - 16:32

ConteRaffaelloM.lo so che aver qualcuno che risolve i tuoi problemi natural durante è meglio,però bisogna imparare ad usare le proprie gambe per continuare,

maurizio-macold

Mar, 17/03/2020 - 17:14

Bertolaso e' sicuramente una persona capace, pero' sia all'Aquila che poi a Napoli ha fallito la sua missione anche se sicuramente le colpe non saranno state tutte sue. Io penso che bisogna sostenere le attuali forze in campo, magari con il supporto di gente come Bertolaso ed altri, ma senza aspettarsi ne' pretendere miracoli da queste persone.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mar, 17/03/2020 - 17:25

L'U.C.A.S. (Ufficio Complicazioni Affari Semplici) in effetti non ha mai dato le dimissioni. Trovare qualcuno capace di tenere in mano tutte le redini no, vero?

ilcapitano1954

Mar, 17/03/2020 - 17:34

Dopo il corona virus non deve lasciare solo Borrelli ma ancora più di qualcuno tra politici e medici. Ognuno si faccia l'esame di coscienza, e decida da solo se il popolo italiano è stato ben informato oppure no. Se dall'inizio ci fossero state le mascherine, sicuramente adesso avremmo avuto meno morti e meno infettati.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 17/03/2020 - 17:42

Per la serie: Non è mai Troppo Tardi!

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 17/03/2020 - 17:47

ConteRaffaelloM...-Finché c'era il CDX, al Aquila le cose cominciavano a funzionare. Poi siete arrivati voi, sapientoni, con le carriole e quant'altro e la città è rimasta disastrata. “I comunisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri

investigator13

Mar, 17/03/2020 - 17:51

cmq una cosa si è capita bene la Protezione Civile dopo Bertolaso non ha più funzionato. Delegare a noi di cavarcela in caso di terremoto, alluvioni, abbondanti nevicate come è stato sempre con il dopo Bertolaso, la Protezione Civile di fatto è come se non esista più, di conseguenza lo Stato se ne lava le mani. L'istituzione della Protezione Civile s'intende l'intervento dello Stato nelle calamità naturali compresa una epidemia che mette a rischio la salute pubblica. La Protezione Civile che ha il compito di agire in stato di emergenza, deve essere in grado di capire le misure immediate necessario per aiutare la popolazione. Nel caso di una epidemia con forte probabilità di contagio servono misure per fermare il contagio, cosa che Borrelli non ha messo in atto. Tutti a casa non è sufficiente, Il messaggio dei medici tutti acasa è giusto però serve altro. serve l'equipaggiamento perchè mica si diventa mummie...

Abit

Mar, 17/03/2020 - 18:04

I soliti "casini" all'italiana. Bastava nominare Bertolaso e (quasi) tutti sarebbero stati d'accordo.

investigator13

Mar, 17/03/2020 - 18:04

maurizio-macold - ìl capo della Protezione Civile ha il compito di agire in stato di emergenza e Bertolaso all'Aquila è stato all'altezza del compito, in tre mesi sono state costruite casette per non lasciare i terremoti per strada. La ricostruzione dell'Aquila non aspettava a Bertolaso era la Regione in mano ai comunisti che non c'è stata. ancora a oggi ci sono macerie da portare via. Non parliamo poi dei terremotati dell'Italia centrale con i comunisti nella Protezione Civle, ancora sono al punto di partenza, sono stati abbandonati completamente, altro che non vi lasceremo soli, tra macerie e topi e qualt'altro effettivamente non sono soli

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mar, 17/03/2020 - 18:13

Io non ho ancora capito da dove sia spuntato Borelli. Comunque di uno che usa tanti condizionali e poi specifica che si occupa di catastrofi da 20 anni durante una conferenza stampa mi da poca fiducia. Preferisco Bertolaso che almeno un tetto ai terremotati dell'Abruzzo l'ha dato in tempi record ed ora sa gia' come muoversi a lungo termine con un Team d'eccezione. Vedrete che non ci saranno tante conferenze stampa con lui....

WmatteoSalvini

Mar, 17/03/2020 - 18:29

scandaloso che una funzione così importante non sia assegnata a persona di grandi qualità comprovate !

RossVag

Sab, 21/03/2020 - 17:25

Spero davvero che basti affiancare qualcuno a Borrelli per affrontare l'emergenza. Sicuramente avrebbero dovuto farlo molto prima. Purtroppo l'impressione che Borrelli mi ha dato fino ad ora (è stato nominato ormai più di 50 giorni fa) è non soltanto di incapacità nel risolvere il problema ma anche di incapacità nel capire la portata del problema. Il tono con il quale legge i numeri dei morti come se fosse una lista della spesa mi fa pensare che non si renda neppure conto che sta parlando della vita delle persone. Come può Borrelli risolvere un problema della cui gravità non sembra neppure rendersi conto?