Foa e la "nuova" Rai: ​"Pluralismo e rispetto"

Il candidato alla presidenza in audizione in Vigilanza: "Il mio mandato non è politico, mai cercato appoggi"

Foa e la "nuova" Rai: ​"Pluralismo e rispetto"

Marcello Foa è a un passo dalla nomina a presidente della Rai. Foa di fatto è stato ascoltato in audizione in commissione di Vigilanza prima del voto di questa sera. Il Cda si è già espresso a favore di Foa e adesso di fatto si attende solo il voto in Vigilanza.

Il giornalista ha spiegato la sua posizione riguardo al servizio pubblico e ha anche parlato della sua carriera: "Non ho mai militato in partiti, non ho mai preso tessere, non ho mai cercato appoggi politici per fare carriera. Sono sempre stato coerente con me stesso e ho operato finora con molta umiltà e consapevole dei miei limiti". I valori a cui ha sempre fatto riferimento sono indipendenza, onestà intellettuale, servire i lettori con umiltà, saper riconoscere i propri errori". Foa si definisce: "Un liberale di cultura antica, della scuola di Montanelli, rilevando di aver sempre operato per difendere la qualità dell’informazione. Questo è il mio spirito, la mia formazione, il mio essere. Credo che la mia esperienza fatta in Svizzera (nel Gruppo Corriere del Ticino, ndr) sarà utile, se meriterò la vostra fiducia".

A questo punto lo stesso Foa ha definito quale sarà la mission della Rai nel caso in cui dovesse arrivare la nomina a presidente: "Voglio una Rai in cui tutti si riconoscano indipendentemente dal colore politico. Una Rai che sia per sempre e di più una Rai dei cittadini italiani. Se vorrete accordarmi questo compito, per me sarà un onore, un orgoglio e una missione". Foa nel suo discorso ha anche richiamato i valori del pluralismo che deve essere declinato su più fronti: "Pluralismo politico, culturale e religioso, autentico e nel rispetto di tutti". Inoltre ha sottolineato di voler operare tenendo bene a mente i "principi dell’inclusione, tutelando unità, identità e i valori sanciti dalla Costituzione. A parere di Foa i cittadini devono essere fieri della Rai, sempre di più e per sempre» ed assumere la presidenza - se avrò la vostra fiducia - è per lui «un onore, un orgoglio, una missione". Infine parla del suo programma per rinnovare il servizio pubblico: "Se mi accorderete l'incarico di presidente, uno degli obiettivi sarà anche recuperare il terreno perso dalla Rai sul web". Intanto Forza Italia fa sapere che voterà Foa: "L'orientamento è quello di votare Foa", ha affermato Giorgio Mulè, capogruppo di Fi in commissione di Vigilanza. Il Pd non parteciperà al voto.

Autore

Commenti

Caricamento...